Claudio Stecchi (foto Gazzetta.it)
Claudio Stecchi (foto Gazzetta.it)
FASTWEB

Dopo avere passato il lockdown tra le colline toscane della sua infanzia e la fase della ripresa nell’isola, la Sicilia, del suo allenatore Giuseppe Gibilisco, Claudio Stecchi è pronto a spiccare il volo, in questa strana e particolare stagione, là dove passa la maggior parte della sua vita agonistica, il Centro Sportivo Castelporziano delle Fiamme Gialle, comunemente denominato “Infernetto” dal nome della località dove si trova che è, di fatto, la zona urbanistica 13l del Municipio Roma X di Roma Capitale.

Il finalista mondiale del salto con l’asta, ottavo nell’ultima edizione iridata a Doha dello scorso ottobre, farà dunque una specie di test casalingo, sabato 18 luglio, in vista di impegni più significativi tra cui, su tutti, quello della serata dell’Herculis di Montecarlo, venerdì 14 agosto, alla prima stagionale di Diamond League, dove troverà tra gli altri lo svedese primatista del mondo Armand Duplantis, il polacco bronzo iridato Piotr Lisek e il brasiliano campione olimpico Thiago Braz.

Claudio salterà con rincorsa ridotta, 16 passi invece di 18, per prendere confidenza con il gesto tecnico, in una gara dove dovrebbero esserci anche gli altri atleti che si allenano a Castelporziano quali Max Mandusic, Alessandro Sinno e Ivan De Angelis.

Dopo questa prima gara test, Stecchi potrebbe saltare ancora, sempre all’Infernetto, il 30 luglio, prima del grande appuntamento del 14 a Montecarlo a cui potrebbe seguire, se tutto andrà secondo le previsioni, anche l’appuntamento di Stoccolma, sempre di Diamond, del 23 agosto.

Fastweb Fibra