Angelica Bengtsson si ritira dall’attività

    A soli 28 anni abbandona la saltatrice con l'asta svedese

    FASTWEB

    La saltatrice con l’asta svedese Angelica Bengtsson ha annunciato il ritiro dall’attività a soli 28 anni in un messaggio sui social media:

    Ho deciso di concludere la mia carriera. Pratico atletica da quando ho sei anni e ho fatto molti sacrifici per migliorarmi. Sono grata nei confronti di tutti coloro che mi hanno aiutato: i miei allenatori, i miei compagni di allenamento che mi hanno sostenuto e incoraggiato. Grazie a voi ho vinto campionati e stabilito primati e soprattutto ho guadagnato esperienze e ricordi che porterò sempre con me”.

    Bengtsson è nata a Vakelsang l’8 Luglio 1993. Ha cominciato con la ginnastica come tante astiste e inizialmente sperava di diventare una giavellottista per seguire le orme del padre, ma dimostrò presto il suo talento nel salto con l’asta.

    Si rivelò giovanissima vincendo cinque titoli giovanili e stabilendo primati del mondo under 18 e under 20.

    Conquistò il titolo mondiale under 18 a Bressanone con 4.32m e due ori consecutivi ai Mondiali under 20 nel 2010 a Moncton e nel 2012 a Barcellona (battendo l’azzurra Roberta Bruni, che in quell’occasione vinse la medaglia di bronzo) e il titolo europeo under 20 a Tallin nel 2011 oltre a quello alle Olimpiadi giovanili di Singapore 2010. Con il 4.57m realizzato a Tallin detiene ancora a distanza il record dei Campionati Europei Juniores.

    La saltatrice nata da padre svedese e da madre brasiliana ha compiuto il salto di qualità a livello seniores nel 2015 quando vinse la medaglia di bronzo agli Europei Indoor di Praga con 4.70m alle spalle delle due campionesse del mondo Ekaterini Stefanidi e Anzhelika Sidorova.

    Bengtson replicò la stessa misura pochi mesi dopo in occasione del quarto posto ai Mondiali di Pechino 2015 a pari merito con le statunitensi Jenn Suhr e Sandi Morris.

    La scandinava ha vinto due medaglie di bronzo agli Europei outdoor di Amsterdam 2016 e agli Europei Indoor di Belgrado 2017. Si è classificata sesta ai Mondiali di Doha 2019, quando ruppe la sua asta durante il terzo tentativo a 4.80m.

    Ebbe l’occasione di ripetere il tentativo e riuscì nell’impresa di superare successivamente questa misura migliorando il record svedese con un’asta presa in prestito da un’avversaria guadagnandosi gli applausi del pubblico.

    A livello indoor ha stabilito un record personale di 4.81m a Clermont Ferrand nel 2019. Ha partecipato a tre edizioni delle Olimpiadi ma ha avuto meno fortuna in questa manifestazione raggiungendo un tredicesimo posto con 4.50m a Tokyo 2021 nell’ultima gara della sua carriera.

    In carriera ha stabilito i primati mondiali under 18 con 4.42m e 4.47m nel 2010 e quattro record mondiali under 20 indoor con 4.40m, 4.53m, 4.58m e 4.63m (le ultime tre misure realizzate alla Globen Arena di Stoccolma il 22 Febbraio 2011) e due migliori prestazioni outdoor con 4.57m nel 2011 e 4.58m nel 2012.

    Ha realizzato dieci record svedesi dal 2011 fino al 2019 quando ha saltato 4.81m indoor e 4.80m outdoor. E’ stata votata atleta emergente da World Athletics nel 2010 e da European Athletics nel 2012.

    Sport OK Junior