Marzia Caravelli (Foto Fidal)
Marzia Caravelli (Foto Fidal)
Fastweb Casa ADSL

Ci sono tre atlete che hanno particolarmente emozionato i miei oltre vent’anni di dedizione totale per l’atletica leggera, tre donne che, a mio avviso, sono accomunate da una passione e uno spirito di sacrificio straordinario che deve essere portato di esempio per tutti i giovani o meno giovani, donne o uomini che siano, che vogliano intraprendere, o continuare a praticare, questo meraviglioso sport.

Posso dire di avere l’onore di essere amico, da tempo, di Manuela Levorato, di conoscere da pochi mesi la giovanissima Marta Zenoni, mentre la terza, invece, non ho mai avuto il piacere di conoscerla, pur nutrendo per lei, da tempo, una grandissima ammirazione: Marzia Caravelli.

Ieri, 23 ottobre, è stato il giorno del suo compleanno e il mio personale augurio vuole essere questa mia dichiarazione pubblica di stima e ringraziamento per tutto quello che ha fatto per l’Atletica Italiana.

Marzia è tornata quest’anno alle competizioni, dopo la maternità che le ha regalato il 25 agosto del 2018 la sua splendida Arianna, e lo ha fatto realizzando come miglior tempo un buon 13″76 sui 100 H a Conegliano il 21 Giugno, a neanche 10 mesi dal giorno più bello della sua vita.

Nel mio titolo c’è tutto l’augurio che abbia ancora voglia di mettersi in gioco e proseguire la sua incredibile carriera che voglio ricordare con i suoi PB che evidenziano, in realtà, come se la sia cavata molto bene non solo nel superare gli ostacoli.

Outdoor

100 metri        11″65 Orvieto 2013
200 metri        23″16 Milano 2013
400 metri        52″94 Rieti 2016
100 metri H    12″85 Montgeron (Fr) 2012 ( Record Italiano in quel momento)
400 metri H    55″69 Orvieto 2016
4×100 metri   43″26 Zurigo (Ch) 2014
4×400 metri 3’29″84 Lille (Fr) 2017

Indoor

60 metri       7″41 Roma 2012
200 metri    23″69 Ancona 2014
400 metri    53″39  Ancona 2016
60 metri H    7″97 Sopot (Pol) 2014

Per chi conosce l’atletica, veramente un’atleta poliedrica, di grande talento e temperamento ma, soprattutto, con quella passione che le ha fatto, sempre, superare ogni tipo di ostacolo che la vita, e non solo la pista, le ha messo davanti.

Mi auguro di poterla intervistare, presto, per il nostro quotidiano on line e voglio celebrarla, mostrando il video di quel 27 maggio del 2012 quando a Montgeron, in Francia, stabilì il nuovo record italiano dei 100 H con 12″85, crono che le vale, tutt’ora, la terza miglior prestazione italiana, di sempre, sulla distanza.

 

 

 

Iscriviti alla newsletter di SprintNews.it