Hausenberg e Sulek vincono il meeting di prove multiple di Tallinn

FASTWEB

L’estone Hans Christian Hausenberg e la polacca Adrianna Sulek hanno vinto il meeting delle prove multiple indoor di Tallinn in Estonia.

Hausenberg ha proseguito la grande tradizione dell’Estonia nelle prove multiple stabilendo il record personale nell’eptathlon con 6143 punti (record personale e quarta migliore prestazione mondiale dell’anno) in una gara che ha visto gli atleti di casa occupare le prime tre posizioni.

La medaglia di bronzo dei Mondiali under 18 di Cali 2015 ha superato la barriera dei 6000 punti per la prima volta in carriera a livello indoor.

Risto Lillemets è andato oltre i 6000 punti classificandosi al secondo posto con 6006 punti davanti a a Taavi Tssernjavski (5840 punti). Il portoghese Abdel Kader Larrinaga si è piazzato al quarto posto con 5800 punti precedendo il polacco Rafal Horbowicz (5556 punti).

L’altro atleta di casa Maicel Uibo (medaglia d’argento ai Mondiali outdoor di Doha 2019 nel decathlon e di bronzo ai Mondiali Indoor di Birmingham 2018) ha superato 2.19 m nel salto in alto ma la sua gara è finale quando ha commesso tre errori alla misura d’ingresso nel salto con l’asta.

Hausenberg ha aperto la gara vincendo i 60 metri in 6”85 (primato personale sfiorato di tre centesimi di secondo) e ha mantenuto la testa della classifica dopo aver stabilito il record personale con 7.92m.

Nel getto del peso vinto dal bielorusso Vitaliy Zhuk con 16.46m, Hausenberg ha realizzato un miglior lancio di 14.04m. L’atleta di casa ha valicato l’asticella alla quota di 1.98m nel salto in alto concludendo la prima giornata in testa alla classifica generale con 3409 punti.

Hausenberg ha iniziato la seconda giornata con un primato personale sui 60 metri ostacoli di 7”96. Nelle due prove finali ha superato 5.22m nel salto con l’asta prima di correre i 1000 metri in 2’58”45.

Sulek ha vinto il pentathlon femminile con 4597 punti battendo di un solo punto la giovane britannica Holly Mills.

Sulek ha aggiunto 29 punti alla sua migliore prestazione mondiale dell’anno realizzata sette giorni prima nel meeting francese di Aubière.

L’ucraina Yuliya Loban si è classificata al terzo posto con 4482 punti.

Holly Mills (campionessa europea under 18 di eptathlon a Tiblisi nel 2016) è partita forte vincendo i 60 metri ostacoli con il record personale di 8”17, mentre Sulek ha fermato il cronometro in 8”41.

La polacca si è portata al comando della classifica generale dopo aver stabilito il record personale nel salto in alto con 1.87m.

Mills ha superato la quota di 1.72m in una prova condizionata da un problema al ginocchio.

Loban ha vinto il getto del peso con 14.75m, mentre Mills e Sulek hanno realizzato rispettivamente 13.10m e 12.75m.

Mills si è imposta nel salto in lungo con 6.37m. La finlandese Maria Huntington si è portata al comando della classifica generale davanti a Loban dopo aver saltato 6.26m. Sulek era in terza posizione dopo il salto da 6.15m.

Mills (quarta dopo il salto in lungo) ha vinto gli 800 metri in 2’12”54”, mentre Sulek ha tagliato il traguardo in 2’14”32 aggiudicandosi la vittoria finale con un punto di vantaggio sulla giovane inglese.

Huntington ha concluso la gara al quarto posto con 4476 punti davanti alla polacca Paulina Ligarska (4301 punti).

Sport OK Junior