Stadio Olimpico Berlino (foto archivio)
Stadio Olimpico Berlino (foto archivio)
FASTWEB

Manca sempre meno al 13 settembre, data della 79esima edizione dell’incontro di atletica leggera più antico del mondo, l’ISTAF di Berlino.

Il disco maschile e il salto con l’asta saranno, come sempre, due dei momenti più attesi del famoso meeting e quest’anno assisteremo a un cast di altissimo livello.

La formazione del disco sarà guidata dagli ultimi tre campioni del mondo della disciplina, tra cui l’irridato in carica Daniel Stahl, in testa alla lista stagionale dell’anno 2020 con 71,37 m.

Lo svedese affronterà i precedenti campioni del mondo Andrius Gudzius dalla Lituania e Piotr Malachowski dalla Polonia.

Gudzius battè Stahl per il titolo mondiale di due centimetri nel 2017 prima di trionfare nuovamente davanti allo svedese ai Campionati Europei dell’anno successivo, mentre Malachowski precedette Gudzius come campione del mondo a Pechino nel 2015.

“Siamo davvero felici che così tanti eccezionali lanciatori del disco vengano all’ISTAF. Questa disciplina ha un significato molto speciale a Berlino, e questa volta la concorrenza è straordinariamente forte“, ha detto il direttore dell’incontro Robert Seeber.

La formazione comprende anche il campione europeo in carica U23 e detentore del record Kristjan Ceh dalla Slovenia e il colombiano Mauricio Ortega, l’unico altro lanciatore a superare la linea dei 70 metri nel 2020 con 70,29 m.

Nel salto con l’asta, il già annunciato Armand Duplantis, che è balzato alla ribalta, appena diciottenne, proprio su questa pista ai Campionati Europei 2018, affronterà una forte opposizione contro il due volte campione del mondo in carica Sam Kendricks (USA) e la medaglia di bronzo mondiale Piotr Lisek (Polonia).

Anche il campione olimpico brasiliano Thiago Braz gareggerà insieme al campione tedesco Bo Kanda Lita Baehre, quarto ai Campionati del Mondo di Doha.

Il programma di quest’anno è composto da nove eventi e ogni evento presenta il campione tedesco in carica.

La campionessa del mondo in carica Malaika Mihambo gareggerà nel salto in lungo e il campione del mondo 2017 Johannes Vetter punta al record di 91,30 m nel giavellotto.

In altri eventi Laura Muir, che ha vinto il suo primo titolo europeo all’aperto a Berlino nel 2018, è stata confermata per i 1500m, mentre la due volte campionessa europea Gesa Felicitas Krause ha rinunciato ai 3000m siepi per riposarsi in vista della stagione 2021.

In ottemperanza alle linee guida per le distanze sociali e l’igiene, 3500 spettatori potranno accedere allo Stadio Olimpico per l’incontro di quest’anno.

Fastweb Fibra