Luminosa Bogliolo (foto FIDAL Colombo)
Luminosa Bogliolo (foto FIDAL Colombo)
FASTWEB

Il circuito World Athletics Continental Tour Gold scatta martedì 11 Agosto da Turku, tradizionale sede dei Paavo Nurmi Games.

Gli organizzatori del meeting finlandese hanno lavorato duramente e con grande passione per allestire un cast di qualità malgrado le tante difficoltà di questo periodo causate dalle restrizioni sui viaggi per contenere il diffondersi dell’epidemia da covid 19.

Abbiamo deciso di concentrarci su atleti provenienti dall’Europa e dall’Area Schengen per ridurre i rischi. La Finlandia è considerata un paese sicuro ma siamo molto attenti con gli atleti che provengono dagli altri paesi” ha dichiarato Il meeting director dei Paavo Nurmi Games Jari Salonen.

Il cast propone 12 gare con un totale di 150 atleti (cinque dei quali sono italiani). Il piatto forte a livello internazionale è rappresentato dalle gare dei lanci che offrono un cast di altissimo livello.

Il meeting di Turku sarà trasmesso in streaming sul canale youtube di World Athletics dalle 18 alle 20.

Il circuito Gold del Continental Tour proseguirà con le tappe di Szekesfehrvar (19 Agosto), Tokyo (23 Agosto), Chorzow (6 Settembre), Ostrava (8 settembre), Zagabria (15 Settembre) e Nairobi (3 Ottobre).

100 metri maschili: Jacobs sfida CJ Ujah e Lemaitre

Una sfida dal forte sapore europeo vedrà l’azzurro Marcell Jacobs e il britannico Cj Ujah.

Jacobs è andato in crescita gara dopo gara correndo in 10”21 a Rieti, in 10”14 a Savona e in 10”10 a Trieste.

Lo scorso anno Marcell si classificò terzo a Turku in 10”13 alle spalle di Mike Rodgers e Justin Gatlin.

CJ Ujah ha vinto la finale della Diamond League nel 2017 a Zurigo in 9”97 e si è laureato campione del mondo con la staffetta 4×100 con 37”47 nei Mondiali in casa a Londra.

Ai blocchi di partenza ci sarà anche l’altro britannico Richard Kilty, campione del mondo indoor sui 60 metri a Sopot 2014 e oro europeo indoor a Praga 2015, e il francese Christophe Lemaitre, bronzo olimpico sui 200 metri a Rio de Janeiro 2016.

Marcell Jacobs: “Ho trascorso una buona settimana puntando sul mantenimento dei lavori fatti in precedenza. Sicuramente è una gara importante con avversari di valore e voglio metterne dietro il più possibile. Lo scorso anno mi ero trovato molto bene, c’è una bella pista”.

100 ostacoli: Bogliolo a casa delle finlandesi

La due volte campionessa italiana Luminosa Bogliolo inaugura la stagione internazionale sulla pista di Turku dopo aver vinto le prime tre gare su suolo italiano a Rieti (12”93), Savona (12”86) e Trieste (12”91).

L’ostacolista ligure sfiderà le tre finlandesi Annimari Korte, Nooralotta Neziri e Reeta Hurske, tutte scese sotto i 13 secondi in questa stagione, e l’olandese Nadine Visser (campionessa europea indoor a Glasgow 2019).

Tutte le atlete presenti fanno parte della top ten mondiale stagionale: Korte (seconda con 12”76), Neziri (quarta con 12”84), Hurske e Bogliolo (ottave con 12”91).

Luminosa Bogliolo: “Le avversarie ci sono e io vorrei essere già dietro ai blocchi. Dopo le ultime gare ho riscontrato qualche problema di tecnica sugli ostacoli e ho voluto lavorare su questo. In pochi giorni spero di aver assimilato tutto”.

110 ostacoli maschili: Martinot Lagarde, Pozzi, Belocian e Fofana

Il primatista francese Pascal Martinot Lagarde (bronzo mondiale a Doha 2019 e campione europeo a Berlino 2018) debutta nella stagione 2020 a Turku e replicherà venerdì sera a Montecarlo.

Sulla pista finlandese il transalpino sfiderà il britannico Andy Pozzi (grande protagonista dei meeting italiani con le vittorie di Rieti, Savona e Trieste e leader mondiale stagionale con 13”30), Wilhelm Belocian (campione mondiale under 20 a Eugene 2014 e vincitore del titolo francese nel 2019), il campione italiano Hassane Fofana e il primatista africano Antonio Alkana (13”11 di personale).

Fofana torna sulla pista di Turku dove lo scorso anno ha stabilito il primato personale con 13”44.

Hassane Fofana: “Parto con l’obiettivo di migliorare il mio personale stagionale, ovvero il 13”74 realizzato a Savona e a Trieste, e non di poco. Uno stimolo importante verrà senza dubbio dagli avversari”.

Salto in alto femminile: Furlani inizia un trittico di gare internazionali

Erika Furlani torna in pedana per un trittico di meeting internazionali che inizia a Turku e proseguirà con Montecarlo (14 Agosto) e Bydgoszcz (19 Agosto).

La figlia d’arte dell’ex altista Marcello Furlani e dell’ex sprinter senegalese Kathy Seck è tornata a grandi livelli migliorando il primato personale con 1.94m (terza al mondo in questa stagione) sulla pedana di Rieti nel giorno in cui suo fratello Mattia ha realizzato la migliore prestazione italiana del salto in alto cadetti con 2.08m.

Le avversarie della laziale sono Jeanelle Scheper, saltatrice della piccola isola di Santa Lucia con un personale di 1.96m, e la finlandese Ella Junnila (1.95m).

Erika Furlani: “Finalmente posso gareggiare di nuovo con atlete di alto livello, tornando nel giro che conta. Non temo il confronto, ma voglio sempre mettermi in gioco, perché c’è sempre da imparare e questo tipo di gare fa sempre crescere”.

Lancio del disco maschile: Sfida tra i campioni del mondo: Stahl contro Gudzius

Lo svedese Daniel Stahl sfiderà il lituano Andrius Gudzius, iridato due anni prima a Londra. Stahl guida le liste mondiali stagionali con la fantastica misura di 71.57 ottenuta ieri sera al meeting svedese di Sollentuna ed è imbattuto in questa stagione nella quale ha messo a segno anche un altro lancio da 70.25m a Helsinborg e altre quattro prove oltre i 68 metri.

Detiene un record personale di 71.86m realizzato nel 2019, anno del titolo mondiale a Doha. Stahl ha un legame speciale con Turku, perché la nonna materna è originaria di questa città.

Gudzius ha lanciato due volte oltre i 68 metri nel 2020 (68.68m a Klapleda e 68.16m ai Campionati lituani di Palanga dello scorso fine settimana).

Attenzione anche al giovane sloveno Kristijan Ceh (secondo nelle liste mondiali stagionali con 68.75), all’altro svedese Simon Petterson (personale stagionale 67.10m) e al romeno Alexandru Firfirica (quarto ai Mondiali di Doha).

Lancio del giavellotto maschile: Derby tedesco tra Vetter e Hofmann

Non poteva mancare una grande gara di lancio del giavellotto nella terra dei grandi specialisti finlandesi.

Il tedesco Johannes Vetter (campione del mondo a Londra 2017 e bronzo a Doha 2019) sfida il connazionale Andreas Hofmann (argento agli Europei di Berlino 2018), lo svedese Kim Amb (86.49m in questa stagione), il campione lituano del 2019 Gatis Gakss e il finlandese Lassi Etelataro (quarto ai Mondiali di Doha).

Vetter ha realizzato le due migliori prestazioni personali di questa stagione con 87.36m ai Campionati tedeschi di Braunschweig e 86.49m nel meeting finlandese di Kuortane.

Salto con l’asta femminile: Bradshaw e Kiriakopoulou favorite

Holly Bradshaw (vice campionessa europea indoor a Glasgow 2019 e primatista britannica) ha debuttato in questa stagione saltando 4.73m a Kuortane in terra finlandese pochi giorni fa e proverà a migliorarsi a Turku contro le greche Nikoleta Kiriakopoulou (vice campionessa europea a Berlino 2018 con 4.80m e bronzo europeo indoor a Glasgow nel 2019) e Eleni Klaoudia Polak (4.70m in questa stagione).

3000 siepi: Esordio di Chiappinelli

L’azzurro Yohanes Chiappinelli esordisce sui 3000 siepi in questa stagione con l’obiettivo di avvicinare il primato personale di 8’24”26 realizzato al Golden Gala di Roma nel 2019. Chiappinelli avrà come avversari principali il britannico Zak Seddon (finalista ai Mondiali di Doha) e il tedesco Martin Grau.

Yohanes Chiappinelli: “Finora non ho svolto tanti allenamenti con le barriere, vista anche la stagione particolare. Però quei pochi lavori che ho fatto sono riusciti bene e quindi mi sento piuttosto fiducioso”.

Salto triplo femminile: Petrova protagonista

La bulgara Natalia Petrova (vice campionessa europea indoor a Praga nel 2015) è la principale protagonista di una gara di salto triplo femminile che vedrà tra le protagoniste la lituana Diana Zaiganova, la vincitrice delle ultime Universiadi di Napoli 2019 Evelise Velga e la finlandese Kristina Makela.

Salto in lungo femminile: Rotaru contro le britanniche Irozuru e Sawyers

Nel salto in lungo femminile la due volte finalista mondiale Alina Rotaru affronterà le britanniche Abigall Irozuru (campionessa nazionale nel 2019) e Jazmyn Sawyers (vice campionessa europea ad Amsterdam 2016).

400 ostacoli maschili: Sfida tutta in chiave europea

Gara tutta europea con il francese Ludvy Vaillant (secondo nel Campionato Europeo per Nazioni 2019 di Bydgoszcz), l’estone Rasmus Magi (argento europeo a Zurigo 2014), il polacco Patryk Dobek (campione europeo under 23 nel 2015) e il britannico Chris McAllister.

Prima dell’inizio del meeting Il Membro del Council della World Athletics Antti Pihlakoski consegnerà la World Athletics Heritage Plaque agli organizzatori per onorare la leggenda finlandese Paavo Nurmi, che stabilì uno dei 22 record del mondo della sua carriera a Turku sui 3000 metri nel 1922 proprio nello stadio dove si svolge il meeting a lui dedicato.

Fastweb Fibra