Wayde Van Niekerk (foto Giancarlo Colombo)
Wayde Van Niekerk (foto Giancarlo Colombo)
FASTWEB

Grande attesa per il Galà dei Castelli di Bellinzona (World Athletics Continental Tour Bronze) in programma questa sera allo Stadio Comunale della bella città del Canton Ticino, molto apprezzata dai campioni nelle edizioni passate.

Gli organizzatori del meeting ticinese, in particolare il Direttore Tecnico, ex 400 e 800 metrista Enrico “Chicco” Cariboni, hanno messo a segno il botto finale con l’annuncio della presenza del sudafricano Wayde Van Niekerk sui 400 metri.

Il campione olimpico e primatista del mondo dei 400 metri arricchisce un cast già ricchissimo che comprende circa 80 medagliati delle più importanti rassegne internazionali.

I nomi di spicco sono il campione del mondo del salto in lungo Tajay Gayle, la due volte campionessa mondiale dei 200 metri Dafne Schippers, l’etiope Selemon Barega sui 1500 metri, Jemma Reekie sugli 800 metri femminili, le stelle locali Ajla Del Ponte e Lea Sprunger e i nostri campioni Filippo Tortu sui 100 metri e Luminosa Bogliolo sui 100 ostacoli.

Van Niekerk torna a gareggiare in Europa per la prima volta dall’agosto 2017 quando vinse il titolo mondiale sui 400 metri, a Londra, in 43”98 e l’argento sui 200 metri in 20”11 alle spalle di Ramil Gulyev.

Il fuoriclasse di Bloemfontein allenato da Sophie Ans Botha è uno dei soli due velocisti al mondo capaci di correre i 100 metri sotto i 10 secondi (9”94), i 200 metri sotto i 20 secondi (19”84) e i 400 metri sotto i 44 secondi con il record del mondo di 43”03 stabilito nella finale olimpica di Rio de Janeiro 2016.

Wayde è rimasto fermo a lungo per un grave infortunio subito durante una partita di rugby benefica ma è tornato a gareggiare nel suo paese lo scorso Febbraio a Bloemfontein fermando il cronometro in 10”10 sui 100 metri e in 20”31 sui 200 metri.

Il pubblico di casa sosterrà il giovane talento locale Ricky Petrucciani, bronzo agli Europei Under 23 a Gavle nel 2019 e fresco campione svizzero a Basilea nello scorso fine settimana.

Gayle debutta in questa stagione a Bellinzona

Il salto in lungo maschile si preannuncia come la gara più qualificata dell’intera serata all’ombra dei Castelli di Bellinzona.

Debutta in Europa in questa stagione il giamaicano Tajay Gayle, campione del mondo a Doha 2019 con la straordinaria misura di 8.69m. Gayle si rivelò nel 2018 vincendo proprio a Bellinzona con 8.19m e quel successo fu il trampolino di lancio della sua carriera.

Le altre stelle in gara saranno il sudafricano Rushval Samaai, bronzo mondiale a Londra 2017 e lunghista dal personale di 8.49m, il giovane fenomeno svizzero Simon Ehammer, campione europeo under 20 del decathlon a Boras 2019 e leader mondiale stagionale del decathlon con 8231 punti a Langenthal, il siciliano Filippo Randazzo, vincitore al meeting di Savona con 8.12m e il finlandese Kristian Pulli (8.27m in questa stagione).

Ehammer ha migliorato il record nazionale under 23 nel salto in lungo con 8.15m a Schaffausen. Randazzo ha gareggiato di recente contro Samaai a Rovereto perdendo di un solo centimetro (8.00m a 7.99m).

100 metri: Tortu cerca la quarta vittoria in carriera con Simbine

Tutta l’attesa del pubblico italiano è concentrata sulla sfida tra Filippo Tortu e il sudafricano Akani Simbine.

Tortu ha battuto Simbine tre volte al Golden Gala del 2018 sui 100 metri in 10”04, sui 100 metri a Madrid in occasione del primato italiano di 9”99 e nella semifinale dei 200 metri ai Mondiali di Londra 2017.

Simbine è il secondo più veloce dell’anno al mondo con 9”91 e ha vinto le prime due gare europee a Marsiglia e a Rovereto.

Tortu è quarto in Europa nel 2020 con il 10”12 realizzato a Savona e ha vinto le due gare disputate su suolo svizzero a Langenthal e a La Chaux de Fonds. L’azzurro e il sudafricano si sfideranno anche giovedì sera al Golden Gala Pietro Mennea all’Olimpico di Roma.

Sprint femminile stellare con Del Ponte e Schippers sui 100 metri

L’atleta più attesa della serata ticinese sarà Ajla Del Ponte, salita sulla ribalta a livello internazionale per le splendide vittorie sui 100 metri in Diamond League a Montecarlo (11”16) e a Stoccolma (11”20).

La sprinter nativa di Losone vicino a Locarno ha vinto il primo titolo svizzero sui 100 metri in 11”27 a Basilea nello scorso fine settimana e ha stabilito il secondo crono europeo di sempre sui 150 metri con 16”67 e il miglior tempo europeo dell’anno sui 100 metri con 11”08 a Bulle.

La ticinese sfiderà la fuoriclasse olandese Dafne Schippers, due volte campionessa mondiale e primatista europea sui 200 metri. In terra svizzera Schippers firmò una straordinaria doppietta agli Europei di Zurigo sui 100 e sui 200 metri.

La sprinter di Utrecht è in crescita di condizione e ha vinto le ultime tre gare disputate nel Continental Tour a Chrorzow sui 100 metri (11”29), a Ostrava sui 150 metri (16”56) e a Berlino sui 100 metri (11”26). Nelle prime due gare ha preceduto Del Ponte.

Del Ponte ha partecipato insieme alla compagna di allenamento Lea Sprunger alla presentazione del Galà dei Castelli avvenuta allo Stadio di Cornaredo vicino a Lugano in occasione della manifestazione promozionale del Ragazzo più Veloce del Ticino.

Ajla Del Ponte: “Sono molto felice in questo momento e spero di avere un’ulteriore iniezione di forza anche dal pubblico di Bellinzona per fare bene. Ora sono la favorita in ogni gara.

E’ un ruolo nuovo, ma come per ogni lavoro anche nello sport c’è un apprendistato per gestire tutte queste cose. Non è evidente anche perché io so che in quel momento sono sotto i riflettori e non è una situazione che mi fa sentire a mio agio. Sono contenta quando la telecamera passa e posso concentrarmi solo sulla corsa”.

Non sarà presente l’infortunata Mujinga Kambundj, che ha vinto le ultime tre edizioni del Galà dei Castelli.

La velocista bernese, medaglia di bronzo ai Mondiali di Doha 2019 sui 200 metri, sarà comunque presente nelle vesti di ambasciatrice del meeting e riceverà la medaglia di bronzo dei 60 metri degli Europei Indoor di Belgrado 2017 vinta tre anni dopo per la squalifica per doping di Olesya Povh.

Sui 200 metri sarà molto interessante vedere in azione la neo campionessa italiana Dalia Kaddari al debutto in un grande meeting europeo.

La sprinter sarda ha avvicinato di cinque centesimi di secondo il primato italiano juniores detenuto da Vincenza Calì in occasione della vittoria agli Assoluti di Padova in 23”30.

La vice campionessa olimpica giovanile di Buenos Aires 2018 avrà come avversarie più accreditate le tre olandesi Jamile Samuel (argento agli Europei di Berlino 2018), Marij Van Hunenstjin e la giovane Lieke Klaver (velocista miglioratasi nel 2020 con 22”66 sui 200m e 51”39 sui 400m).

100 ostacoli: Rivincita di Turku tra Visser e Bogliolo

Luminosa Bogliolo cerca il nono crono al di sotto dei 13 secondi di questa stagione molto positiva nella quale ha vinto quasi tutte le gare disputate tranne quella del Continental Tour di Turku, dove ha corso il suo miglior tempo del 2020 con 12”79 piazzandosi seconda alle spalle dell’olandese Nadine Visser, che guida le liste mondiali stagionali con il 12”68 realizzato nel meeting finlandese.

La sfida tra la tre volte campionessa italiana e la medaglia d’oro degli Europei Indoor si ripeterà giovedì sera anche al Golden Gala di Roma.

La Svizzera ha portato fortuna a Bogliolo, che lo scorso anno ha stabilito il personale con 12”78 a La Chaux de Fonds avvicinando di due centesimi di secondo il record italiano di Veronica Borsi.

In gara ci sarà anche la friulana Giada Carmassi, miglioratasi fino a 13”24 in questa stagione. I nomi nuovi in gara sono la bernese Ditaji Kambundji e la ticinese Emma Piffaretti.

La sorellina di Mujinga Kambundji ha appena vinto il titolo svizzero sui 100 ostacoli in 13”06 a Basilea nello scorso fine settimana. Piffaretti, seconda agli Europei Under 18 di Gyor, si è classificata seconda nel salto in lungo ai Campionati svizzeri. In passato i 100 ostacoli di Bellinzona sono stati vinti dalle ostacoliste statunitensi Nia Ali, Jasmine Stowers e Queen Harrison.

110 ostacoli: Dal Molin all’esame di Joseph

Sarà un’altra gara molto attesa per il pubblico svizzero per la presenza del campione europeo under 23 Jason Joseph, che ha vinto il titolo nazionale nella sua città Basilea migliorando per la seconda volta in questa stagione con 13”29.

Torna in gara l’azzurro Paolo Dal Molin, che si è ottimamente comportato a Montecarlo classificandosi quinto con il personale stagionale di 13”61 prima di infortunarsi all’adduttore a Leverkusen.

Gli altri protagonisti in gara sono il primatista africano Antonio Alkana (13”11) e lo statunitense Aaron Mallett.

1500 metri maschili: Barega, Girma e Lewandowski

Altra gara clou del meeting per la presenza di tre medagliati degli ultimi mondiali di Doha: gli etiopi Selemon Barega (argento sui 5000 metri), Lemecha Girma (argento sui 3000 siepi) e il polacco Marcin Lewandowski (bronzo sui 1500 metri).

Barega ha appena stabilito il secondo miglior crono mondiale dell’anno sui 5000 metri con 12’49”08 a Ostrava precedendo il primatista italiano Yeman Crippa. L’Italia schiera i finalisti europei Joao Bussotti e Mohad Abdikhadar e il finalista mondiale indoor Yassin Bouih.

800 metri: Reekie favorita

La britannica Jemma Reekie ha stabilito le migliori prestazioni mondiali dell’anno sugli 800 metri sia a livello indoor con 1’57”91 a Glasgow sia a livello outdoor con 1’58”63 a Chorzow e non ha mai perso in questa stagione sul doppio giro di pista.

Hedda Hynne cercherà di migliorare il record norvegese (1’59”15) stabilito al Palio della Quercia di Rovereto.

Interessante la sfida per la supremazia a livello svizzero tra Lore Hofmann e Selina Buchel. Ai Campionati svizzeri di Basilea Hofmann ha battuto Buchel allo sprint. Proverà a mettersi in luce anche la promessa rossocrociata Delia Sclabas, doppia medaglia di bronzo ai Mondiali Under 20 di Tampere 2018 sugli 800 e sui 1500 metri.

Salto con l’asta femminile: Moser, Meijer e Bruni

La campionessa italiana outdoor di Padova 2020 Roberta Bruni sarà in pedana in una gara di salto con l’asta di alti contenuti con la primatista svedese Michaela Meijer (4.83m in questa stagione) e la zurighese Angelica Moser, campionessa mondiale under 20 a Bydgoszcz 2016 e due volte vincitrice del titolo europeo under 23.

Moser ha migliorato il record personale due volte in questa stagione con 4.64m a Losanna e 4.66m ai Campionati svizzeri di Basilea.

400 ostacoli femminili: Bol contro Sprunger

Una delle tante sfide tra Olanda e Svizzera della serata vedrà di fronte la ventenne olandese Femke Bol e l’elvetica Lea Sprunger, campionessa europea a Berlino 2018 e quarta ai Mondiali di Doha con il primato svizzero di 54”06. Bol guida a sorpresa le liste mondiali stagionali con il 53”79 realizzato a Papendal.

400 ostacoli maschili: Kendziera tenta il tris a Bellinzona, attenzione a Dester

Lo statunitense David Kendziera vinse a Bellinzona due anni fa al debutto in Europa dopo il terzo posto ai Campionati NCAA e si è ripetuto anche l’anno scorso.

Quest’anno sarà favorito contro il francese Ludvy Vaillant (48”30 di personale), il bronzo europeo Thomas Barr, il campione svizzero Dany Brand e il beniamino del pubblico ticinese Mattia Tajana.

Davvero interessante la prova del cremonese Dario Dester, campione italiano assoluto del decathlon a Padova e quinto agli Europei Under 20 di Boras 2019 sempre nelle prove multiple.

Saranno ammessi 1000 spettatori, ma gli appassionati potranno godersi la diretta di RSI La 2 (anche in streaming) con il commento della telecronista ticinese Debora Carpani, inviata ai Mondiali di Doha dell’anno scorso e ai meeting della Diamond League.

Per la prima volta il meeting di Bellinzona sarà trasmesso sul territorio svizzero anche su RTS in lingua francese in diretta e su SF2 in lingua tedesca. La Federazione svizzera offrirà come nelle passate edizioni lo streaming in lingua tedesca su UBS Athletics Fan Hub.

Il commento delle gare allo Stadio Comunale sarà affidato agli speaker Michel Tricarico (ex sindaco di Lugano e Presidente della Federazione di atletica ticinese) e Ellade Ossola (giornalista di atletica e sci alpino sulla RSI).

Il link della diretta streaming

 

Fastweb Fibra