Orlando Ortega (foto La Voz de Asturias)
Orlando Ortega (foto La Voz de Asturias)
FASTWEB

Lo spagnolo Orlando Ortega ha vinto i 60 ostacoli maschili del meeting francese di Val de Reuil in 7”55 battendo il francese Pascal Martinot Lagarde (7”61) nella sfida tra i due ostacolisti che sono saliti sul terzo gradino del podio dei Mondiali di Doha ex aequo.

La vicentina Ottavia Cestonaro si è classificata all’ottavo posto nel salto triplo con 13.30m in una gara di buon livello vinta dalla portoghese Patricia Mamona con 14.33m davanti alla finlandese Kristina Makela (14.20m) e alla portoghese Susana Costa (14.01m).

La giovane venezuelana Robeylis Peinado ha vinto il salto con l’asta femminile con il record nazionale indoor di 4.65m precedendo la cinese Xu Huiqin e la bielorussa Iryna Zhuk (stessa misura di 4.60m) e la greca Eleni Klaoudia Polak (4.50m).

Il giovane talento cubano Luis Zayas ha vinto il salto in alto maschile con 2.24m pochi giorni dopo aver vinto al prestigioso meeting di Banska Bystrika con 2.33m.

La gambiana Gina Bass si è confermata come una delle velociste più in forma del momento vincendo i 60 metri in 7”23.

La statunitense Evonne Britton ha fatto suoi i 60 ostacoli femminili in 8”09.

La vincitrice dell’ultima edizione della Cinque Mulini Yinfred Yavi ha vinto un buon 3000 metri femminile in 8’39”64 davanti alla keniana Quailyne Kiprop (8’40”20).

Selemon Barega ha dominato i 1500 metri in 3’37”32 superando il connazionale Kebede Endale (3’38”55).

Campionati svizzeri indoor

La ticinese Ajla Del Ponte ha vinto il titolo dei 60 metri femminili a San Gallo stabilendo il miglior crono europeo stagionale con 7”20 arrivando a 3 centesimi di secondo dal primato personale.

La campionessa europea dei 400 ostacoli Lea Sprunger si è classificata al secondo posto in 7”31.

Del Ponte ha contribuito all’eccellente quarto posto della nazionale rossocrociata nella staffetta 4×100 ai Mondiali di Doha.

Silvan Wicki ha vinto i 60 metri in 6”62 arrivando a due soli centesimi di secondo dal record nazionale detenuto da Cedric Grand e da Pascal Mancini.

Un’altra ticinese Irene Pusterla (figlia d’arte dell’ex velocista Fabrizio Pusterla) si è imposta nel salto in lungo con 6.33m.

Salomé Lang ha migliorato il record svizzero del salto in alto femminile con 1.94m.

Selina Buchel ha vinto gli 800 metri in 2’06”84 battendo la giovane promessa dell’atletica svizzera Delia Sclabas (2’07”29).

Sclabas si è aggiudicata i 1500 metri in 4’24”32.

Angelica Mosser ha vinto il quarto titolo nazionale di fila nel salto con l’asta con 4.50m.

Sport OK Junior