Said El Otmani (Foto Fidal)
Said El Otmani (Foto Fidal)
Fastweb Casa ADSL

A dire il vero l’avevamo un po’ criticato, Said El Otmani, dopo il suo ritiro nei 5000 metri in pista ai campionati del mondo di Doha, perchè ci era sembrato poco rispettoso verso la maglia azzurra, non aver terminato una gara, visto che non aveva avuto un reale problema fisico.

Siamo felici, però, di rivederlo in gara, dopo oltre 40 giorni da quel 27 settembre, nella campestre che si svolgerà domenica 10 novembre a Sgonico (Trieste) con la 45esima edizione del Carsolina Cross, prova indicativa per la selezione ai Campionati Europei di Cross, più volte citati, che si svolgeranno l’8 Dicembre, a Lisbona.

Competizione molto interessante questa, sui 9 kilometri dove, oltre al portacolori dell’Esercito che lancia, da qui, la sua rincorsa verso il 2020 e quanto di importantissimo ci sarà, troviamo  Nekagenet Crippa, fratello di Yeman, vincitore l’anno scorso e annunciato in grande forma, anche dalla vittoria nel Campionato Italiano di mezza maratona ottenuta il 20 ottobre a Palermo.

Tra i candidati al successo finale ricordo gli altri due del podio della precedente edizione, il lombardo Ahmed El Mazoury (Fiamme Gialle) e il torinese Marouan Razine (Esercito), due atleti di grande interesse nazionale: quest’ultimo anche campione italiano assoluto dei 5000 metri.

Una gara interessantissima, dunque, con i nostri occhi puntati su El Otmani da cui ci aspettiamo una prova di grande determinazione, dopo la delusione di Doha.