Pablo Torrijos (foto Marca)
Pablo Torrijos (foto Marca)
FASTWEB

Campionati spagnoli a Ourense: Torrijos oltre i 17 metri nel salto triplo

Il risultato di spicco dei Campionati spagnoli di Ourense è stato il primato nazionale di Pablo Torrijos, che ha superato la barriera dei 17 metri con 17.18m migliorando la sua migliore misura di sempre di 14 centimetri.

Orlando Ortega ha fatto doppietta vincendo i 60 ostacoli in 7”56 (dopo aver corso la batteria in 7”54) e i 60 metri in 6”65.

Il campione europeo indoor dell’eptathlon Jorge Urena ha migliorato il personale stagionale con 6143 punti in una prova illuminata da un ottimo 2.11m nel salto in alto.

Manuel Bua ha vinto un 400 metri di buon livello in 46”40.

Campionati greci: Tentoglou 8.26m nel lungo

Il campione europeo outdoor e indoor Miltiadis Tentoglou ha avvicinato il record personale nel salto in lungo maschile con 8.26m.

Campionati Olandesi indoor ad Apeldoorn: Brilla la stella N’Ketia Seedo

I campionati olandesi di Apeldoorn sono stati illuminati dalla stella della sedicenne N’Ketia Seedo, che ha vinto la finale dei 60 metri femminili stabilendo il record nazionale under 20 con un eccellente 7”24.

In Olanda molti appassionati la paragonano già alla due volte campionessa mondiale dei 200 metri Dafne Schippers.

Seedo ha vinto la medaglia d’argento sui 100 metri alle spalle della lombarda Vittoria Fontana agli Europei under 20 di Boras 2019.

Naomi Sedney si è classificata al secondo posto in 7”28 precedendo di due centesimi di secondo la campionessa europea indoor dei 60 ostacoli Nadine Visser.

Visser si è imposta sui 60 ostacoli in 8”06 superando la junior Zoe Sedney (8”18).

Joris Van Gool ha vinto il titolo olandese sui 60 metri maschili in 6”62.

Rutger Koppelaar (atleta protagonista nel World Indoor Tour) ha stabilito il primato nazionale del salto con l’asta con 5.75m precedendo Manno Vloon (5.60m).

Campionati Ungheresi: In evidenza l’ostacolista Szucz

Il miglior risultato dei Campionati Ungheresi indoor di Budapest è arrivato da Valdo Szucz, che ha vinto i 60 ostacoli in 7”56 migliorandosi di un centesimo rispetto al suo precedente primato personale di 7”57 stabilito a Lodz.

In questa stagione Szucz si è comportato brillantemente nel World Indoor Tour classificandosi quarto a Torun in 7”59 e terzo a Dusseldorf in 7”62.

Luka Kozak si è confermata come una delle migliori specialiste dei 60 ostacoli femminili in questa stagione vincendo con 7”97.

Balazs Vindics si è aggiudicato gli 800 metri in un buon 1’46”20.

Campionati Cechi a Ostrava: Ritorno a buoni livelli di Maslak

Il tre volte campione mondiale indoor Pavel Maslak è tornato a buoni livelli vincendo i 400 metri in 46”12.

Zdenek Stromsik ha vinto i 60 metri maschili in 6”64.

Il bronzo mondiale indoor Tomas Stanek si è confermato oltre i 21 metri nel getto del peso maschile con 21.18m.

Klara Seidlova si è aggiudicata la finale dei 60 metri femminili in 7”27 avvicinando il primato nazionale di quattro centesimi di secondo.

La ventenne Lada Vondrova ha fatto doppietta vincendo i 200 metri in 23”77 e i 400 metri in un buon 51”82.

Mihajlevic batte il record croato del getto del peso con 21.84m

Oltre alla vittoria di Gianmarco Tamberi nel salto in alto con 2.25m il meeting Serbian Open di Belgrado di alcuni giorni fa ha fatto registrare il primato croato di Filip Mihajlevic nel getto del peso con l’eccellente misura di 21.84m al termine di una serie che comprende anche un altro lancio da 21.38m.

Mihajlevic (bronzo ai Mondiali indoor nel 2016 a Portland) ha vinto due tappe del World Indoor Tour in questa stagione con 21.52m a Dusseldorf e 21.74m a Madrid e ha stabilito tre record nazionali su quattro gare disputate.

Ottimo anche il bosniaco Mezud Pezer ha superato la barriera dei 21 metri con 21.06m precedendo il serbo Asmir Kolasinac (20.70m).

L’albanese Izmir Smajlaj (campione europeo indoor a Belgrado 2017) ha sfiorato la barriera degli 8 metri nel salto in lungo con 7.94m.

La slovena Maja Mihaljevic si è aggiudicata i 60 metri femminili in 7”22.

Sport OK Junior