Allyson Felix (foto Getty Images)
Allyson Felix (foto Getty Images)
FASTWEB

La campionessa olimpica dell’eptathlon Nafissatou Thiam ha pubblicato alcuni video su Instagram che mostrano i suoi allenamenti quotidiani per mantenersi in forma ai tempi del coronavirus.

Ho ricevuto molti messaggi su Instagram da persone che volevano vedere i miei allenamenti e mi chiedevano cosa facessi per mantenermi in forma, in modo da provare a svolgere loro stessi questi esercizi.

Pensavo che non sarebbero stati interessanti per loro, perché sono lavori specifici per l’atletica, ma mi sono detta che potevo fare qualcosa di divertente”, ha dichiarato Thiam al sito internet Olympic Channel.

L’eptatleta belga non ha perso la fiducia e guarda ai prossimi mesi con ottimismo cercando di trovare qualche aspetto positivo in questo momento difficile.

Questo sarà un anno senza grandi manifestazioni. Un anno in “bianco” dedicato alla preparazione potrebbe darmi dei benefici. Ogni anno ci sono stati Olimpiadi, Mondiali ed Europei e devo lavorare per dieci mesi per preparare un grande appuntamento.

Il fatto di non dover pensare ad arrivare pronta per un momento preciso dell’anno potrebbe essere strano dal punto di vista della motivazione, ma positivo perché mi permette di non avere pressioni. Avrò un periodo più lungo per prepararmi per le Olimpiadi dell’anno prossimo”.

Dina Asher Smith

In una bella intervista pubblicata sull’edizione britannica di GQ (rivista di moda, politica, cultura, sport e divertimento) la campionessa mondiale dei 200 metri Dina Asher Smith ha risposto ad una domanda riguardante il rinvio delle Olimpiadi di Tokyo.

La salute viene prima di tutto. Il rinvio influenzerà il ciclo di allenamento di tutti, perché tutti gli atleti raggiungono il picco di forma ogni quattro anni per le Olimpiadi, ma sono ancora giovane. Posso essere più flessibile di molti altri atleti. Svolgo allenamenti a casa e ho a disposizione una Wattbike. Siamo tutti sulla stessa barca.

Non sono l’unica atleta che dovrà aspettare un anno. Se domani ci dovessero dire di correre 110 metri anziché 100 potrebbe essere fastidioso, ma lo faremo e partiremo tutti dallo stesso punto”.

La tripla campionessa europea dei 100 e 200 metri e della staffetta 4×100 mantiene il suo ottimismo e punta ad arricchire la sua ricca bacheca di medaglie internazionali alle Olimpiadi del 2021.

Il mio obiettivo è sempre stato quello di vincere medaglie e titoli. Nessuno potrà mai toglierti quello che hai vinto. Cerco sempre di battere i record ma il vero obiettivo sono le medaglie. Per salire sul podio serve correre sempre più veloci“.

Nell’intervista la sprinter londinese ha ricordato con piacere il momento del suo esordio nell’atletica internazionale assoluta.

Ho capito di poter emergere a grandi livelli quando avevo 17 anni. Ero già un’atleta di livello internazionale e mi allenavo full time ma volevo andare all’università e laurearmi. Inseguivo il mio sogno ma ero consapevole che poteva non realizzarsi.

Fu una sorpresa quando mi convocarono per la staffetta 4×100 per i Mondiali di Mosca. Non mi aspettavo che mi schierassero titolare perché avevamo una grande squadra. Corsi la prima frazione e vincemmo la medaglia di bronzo.

Nelle settimane dopo mi nominarono tra le finaliste del Premio BBC Young Sports Personality of the Year. Non sapevo neanche che ci fosse questo premio e mi sembrò tutto fantastico”.

Marie Josée Ta Lou

Marie Josée Ta Lou (doppia medaglia d’argento sui 100 e sui 200 metri e nella staffetta 4×100 ai Mondiali di Londra 2017) ha espresso la sua preoccupazione per la stagione agonistica in un’intervista con il sito della BBC. Secondo la velocista ivoriana l’atletica non deve avere fretta di tornare.

Non so se gli atleti saranno pronti mentalmente a viaggiare dappertutto. Dovremo avere tutte le garanzie per poter viaggiare. Non voglio accelerare il rientro alle gare perché comporterebbe molti rischi per la mia vita. Non viaggerò finché la situazione non sarà completamente risolta”.

Allyson Felix

Allyson Felix punta a partecipare alla sua quinta Olimpiade l’anno prossimo a Tokyo. La sprinter californiana è ancora molto motivata dopo una carriera leggendaria nella quale ha conquistato 9 medaglie olimpiche (sei d’oro e tre d’argento) e 18 medaglie mondiali (13 ori, 3 argenti e 2 bronzi).

E’ la donna con il maggior numero di medaglie alle Olimpiadi e l’atleta più vincente in assoluto ai Campionati del Mondo.

Lo scorso anno è tornata alle gare dopo essere diventata mamma di Camryn, nata nel Novembre 2018. Felix ha parlato delle sue ambizioni in una video intervista a Mike Tirico nella trasmissione Lunch Talk Live sul sito della NBC, network americano che detiene i diritti delle Olimpiadi negli Stati Uniti.

Sono eccitata dalla prospettiva di gareggiare nella mia quinta Olimpiade. Mi sto allenando duramente e sto costruendo la preparazione per arrivare al massimo della forma ai Trials Olimpici. Sono dispiaciuta del rinvio delle Olimpiadi ma cerco di rimanere positiva. Ho ancora un anno per prepararmi al meglio.

Penso che il ritorno dello sport sarà una rinascita per tante persone dopo questo periodo tragico nel quale tanti sono morti e molti hanno perso il posto di lavoro”, ha dichiarato Allyson Felix.

Sport OK Junior