Steven Gardiner (foto archivio)
Steven Gardiner (foto archivio)
FASTWEB

Il campione del mondo dei 400 metri di Doha 2019 Steven Gardiner ha debuttato in questa stagione stabilendo il primato nazionale delle Bahamas sui 300 metri con 31”83 al meeting di Alachua in Florida.

Il suo precedente primato era il 32”64 realizzato nel 2016. Gardiner vanta primati personali di 19”75 sui 200 metri e 43”48 sui 400 metri (realizzato nella finale iridata di Doha). Asa Guevara di Trinidad and Tobago si è classificato al secondo posto in 32”60.

La specialista dei 100 ostacoli Jasmine Camacho Quinn ha corso i 300 metri in un ottimo 36”12 precedendo Jessica Beard (36”84). La portoricana ha vinto un titolo NCAA nel 2018 in 12”70 e si è imposta nell’ultima edizione del meeting di Lignano Sabbiadoro sui 100 ostacoli in 13”15 sotto la pioggia.

Brazier batte il primato personale sui 1500 metri

Il campione del mondo degli 800 metri di Doha 2019 Donovan Brazier ha stabilito il primato personale sui 1500 metri portandolo da 3’37”18 a 3’35”85 a Portland in Oregon.

Lo scorso anno Brazier vinse la finale della Diamond League a Zurigo poche settimane prima di dominare la finale degli 800 metri dei Mondiali di Doha stabilendo il primato statunitense con 1’42”34.

Chanelle Price ha vinto gli 800 metri femminili in 2’01”47 battendo la tedesca Konstanze Klosterhalfen (2’04”00).

Shelby Houlihan ha stabilito la migliore prestazione mondiale sui 1500 metri femminili con 4’02”37 precedendo Karissa Schweizer (4’02”81).

Elise Cranny ha fatto registrare la migliore prestazione mondiale stagionale sui 5000 metri femminili fermando il cronometro con 14’48”02 precedendo la vice campionessa mondiale dei 3000 siepi di Londra 2017 Courtney Frerichs (14’50”06).

Sui 5000 metri maschili Sean McGorty ha fermato il cronometro con 13’11”02 (miglior tempo mondiale del 2020) superando Grant Fisher (13’11”68) e il forte siepista Evan Jager (13’12”12).

Hussong oltre i 64 metri a Lucerna

La campionessa europea del lancio del giavellotto di Berlino 2018 Chrstin Hussong ha realizzato la buona misura di 64.10m a Lucerna.

Sutej supera 4.75m in Slovenia

La forte saltatrice con l’asta Tina Sutej ha stabilito la migliore prestazione mondiale dell’anno e il primato sloveno del salto con l’asta femminile con 4.75m alla Slovenian Cup di Lubiana.

Il campione europeo under 23 del lancio del disco Krijstjan Ceh ha confermato il suo eccellente momento di forma vincendo con la misura di 65.27m.

La manifestazione slovena ha messo in luce il giovane talento Sandro Jersin Tomassini, che ha superato la misura di 2.21m nel salto in alto a 16 anni.

Il ragazzo sloveno nato nel 2004 si mise in luce lo scorso anno quando stabilì il primato mondiale under 16 con 2.20m.

Angelina Topic (figlia d’arte del campione europeo di Spalato 1990 del salto in alto Dragurtin Topic) ha superato 1.80m nel salto in alto a 15 anni.

A proposito di figli d’arte Melwin Holm ha migliorato il primato personale all’aperto nel salto in alto con 2.11m a 16 anni arrivando a 2 centimetri dal record personale indoor. Suo padre Stefan Holm vinse la medaglia d’oro olimpica ad Atene 2004.

Giavellotto cinese

La Cina ha fatto registrare la migliore prestazione mondiale dell’anno del giavellotto femminile di Lu Huihui con 67.61m e il 66.14m di Lyu Shiying a Pechino.

Sport OK Junior