Bongiorni - Aceti (Foto Colombo Fidal)
Bongiorni - Aceti (Foto Colombo Fidal)
Fastweb Casa ADSL

Nella serata cinese, tra le altre, le due finali che vedevano impegnati i due atleti azzurri Anna Bongiorni e Vladimir Aceti si sono chiuse con due buoni piazzamenti: sesta Anna e quinto Vladimir.

100 metri

La sprinter dei Carabinieri nei 100 metri corre in 11″66 (+0.4) dopo essersi qualificata di diritto, seconda nella batteria in 11″61 (+0.2) con il primato stagionale e il quinto tempo complessivo del turno.

Sul rettilineo di Wuhan, vince la francese Carolle Zahi con 11″36 che resiste alla rimonta delle brasiliane Rosangela Santos, 11″39 e Vitoria Rosa, 11″40 che sorpassano la cinese Ge Manqi, fuori dalla zona-medaglie in 11″42.

Federico Cattaneo, tra gli uomini, dopo essersi qualificato per le semifinali, non si presenta ai blocchi per un risentimento muscolare.

400 metri

Il brianzolo delle Fiamme Gialle chiude nel tempo di 47″05 con un’azione in spinta anche nel tratto conclusivo, sulla pista bagnata dalla pioggia e nella corsia più interna, la seconda. Rimane a tre decimi e mezzo il podio, con la terza posizione a Musa Isah ,Bahrain, 46″70. mentre il connazionale Abbas Abubakar Abbas si impone in 45″86. L’argento va oggi al saudita Mazen Al Yasen, 46″24.

Le altre finali

Assolo vincente nei 400 femminili della campionessa mondiale Salwa Eid Naser. La 21enne del Bahrain domina in 50″15, nonostante il maltempo e, per il secondo posto, emerge la junior russa Polina Miller, 51″49, sulla polacca Justyna Swiety-Ersetic, 52″19.

Bella gara nel peso: il brasiliano Darlan Romani con 22,36 a ottobre inoltrato sale sul gradino più alto del podio ma sfiora i ventidue metri anche il polacco Konrad Bukowiecki 21,84, bronzo per il lussemburghese Bob Bertemes, 20,66.

Nei 3000 siepi femminili, con il successo di Winfred Yavi , Bahrain in 9:19″24, anche qui davanti a due europee, la slovena Marusa Mismas, 9:24″47, e l’albanese Luiza Gega 9:26″35.

Nei 100 metri vittoria dell’iraniano Hassan Taftian con 10″24.

Al russo Ilia Ivanyuk l’oro nell’alto con 2,20 e alla cinese Wang Zheng, 69,34 il martello femminile.