Arena Civica di Milano (foto dall'alto)
Arena Civica di Milano (foto dall'alto)
FASTWEB

E’ stata presentata ufficialmente in una video-conferenza stampa la Pasqua dell’Atleta, lo storico meeting organizzato dall’Atletica Riccardi 1946 Milano che rinascerà il prossimo 24 Aprile 2021 sulla rinnovata pista dell’Arena Civica Gianni Brera.

La Pasqua dell’Atleta 2021 sarà chiamata Memorial Renato Tammaro, fondatore dell’Atletica Riccardi e Presidente per 69 anni dal 1946 al 2015.

L’edizione 2021 riporterà l’atletica di alto livello all’Arena Civica e sarà il primo importante test agonistico in vista dei Giochi Olimpici di Tokyo 2021, con la presenza di atleti stranieri di livello.

Saranno proposte diverse distanze spurie non olimpiche come i 500 metri, i 200 ostacoli, il miglio e i 150 metri.

Tutte queste gare avranno sia la versione maschile sia quella femminile. Di grande significato la gara dei 500 metri, distanza sulla quale Donato Sabia (morto quest’anno per Covid-19) realizzò l’allora migliore prestazione mondiale con 1’00”08 nell’edizione della Pasqua dell’Atleta del 1984 disputata a Busto Arsizio pochi mesi prima di qualificarsi per la finale degli 800 metri delle Olimpiadi di Los Angeles.

Il presidente della Fidal Alfio Giomi ha ricordato la figura di Renato Tammaro.

E’ stato un punto di riferimento a cui ho voluto veramente bene. In lui ho visto un grande personaggio dell’atletica e dello sport”.

Il programma comprende anche una staffetta 4×400 mista riservata a squadre universitarie, una competizione paralimpica e le finali della trentanovesima edizione del Ragazzo più Veloce di Milano, la fortunata manifestazione studentesca riservata alle scuole medie di Milano e Provincia, che ha lanciato in passato campioni come Alessandro Orlandi, Andrea Colombo, Manuela Grillo, Lorenzo La Naia e i fratelli Giacomo e Filippo Tortu (primo velocista italiano della storia a scendere sotto i 10 secondi sui 100 metri con 9”99 a Madrid nel 2018).

La Pasqua dell’Atleta ricorderà mio padre Renato Tammaro e rilancerà una grande manifestazione di atletica a Milano, che ospiterà anche le Finali del Ragazzo più Veloce di Milano. Per questo è nato un team organizzativo che sta lavorando in piena sinergia in vista del 24 Aprile dell’anno prossimo” ha affermato Sergio Tammaro.

Il meeting milanese sarà organizzato dall’Atletica Riccardi, dal Cus Pro Patria Milano e dalla Federazione Italiana di Atletica Leggera.

Ho avuto la possibilità nella mia carriera di atleta di partecipare alla Pasqua. Era un gradino importante per la crescita agonistica di un atleta. L’edizione numero 51 non vuole essere un ritorno una tantum ma il primo vero ritorno di Milano nel mondo dell’atletica internazionale” ha affermato il Presidente del Cus Pro Patria Milano Alessandro Castelli.

La Pasqua dell’Atleta è stata per tradizione il meeting di apertura della stagione dell’atletica italiana.

Nella storia del meeting meneghino sono stati stabiliti tre primati mondiali: oltre al record di Sabia vanno ricordati il record del polacco Wladyslaw Kozakiewicz nel salto con l’asta con 5.72m nel 1980 (nell’anno in cui vinse anche il titolo olimpico a Mosca) e la migliore prestazione mondiale dei 200 ostacoli di Laurent Ottoz con 22”55 in un’edizione piovosa.

I 200 ostacoli sono stati una gara classica della Pasqua dell’Atleta. Una foto storica del 1963 ritrae tutti i migliori ostacolisti italiani in gara sulla pista dell’Arena: Salvatore Morale, Eddy Ottoz, Franco Sar, Roberto Frinolli e Giovanni Cornacchia.

La lista dei campioni dell’atletica italiana saliti sulla ribalta nelle cinquanta edizioni della Pasqua dell’Atleta comprende Renato Dionisi, Franco Arese, Pietro Mennea, Marcello Fiasconaro, Paola Pigni, Sara Simeoni, Abdon Pamich, Alessandro Andrei, Alberto Cova, Francesco Panetta, Alessandro Lambruschini, Stefano Baldini, Gennaro Di Napoli, Andrea Benvenuti e Giuseppe D’Urso.

Il meeting milanese è stato un trampolino di lancio per numerosi campioni stranieri del calibro di John Aki Bua, Guy Drut, Filbert Bayi, Harald Schmidt, Said Aouita, Dietmar Moegenburg, Linford Christie e Paul Tergat.

La Pasqua dell’Atleta entrò nel cuore degli appassionati di atletica negli anni 80 e 90 e fu un importante momento di promozione per tanti giovani.

L’inserimento nel programma della Finale del Ragazzo più Veloce di Milano permetterà a tanti giovani sprinter di vivere una grande giornata di atletica al fianco dei grandi campioni sognando un giorno di emulare le imprese di Filippo Tortu, che vinse la manifestazione studentesca in prima e seconda media sui 60 metri nel 2010 e nel 2011 e si classificò secondo sugli 80 metri nel 2012.

La Pasqua dell’Atleta sarà la prima occasione per rilanciare l’atletica a Milano e l’Arena Civica, i cui lavori di riqualificazione saranno completati il mese prossimo. Sarà un meeting di qualità che saprà legare una forte componente agonistica con un altrettanto importante aspetto promozionale” ha affermato l’Assessore allo Sport del Comune di Milano Roberta Guaineri.

Alla video conferenza stampa della Pasqua dell’Atleta sono intervenuti alcuni giornalisti di importanti testate come la prima firma dell’atletica della Gazzetta dello Sport Andrea Buongiovanni e la voce della Regina degli Sport per le reti Rai Franco Bragagna, che hanno ricordato momenti personali di partecipazione alla manifestazione.

Se sono qui, è merito anche di questa splendida manifestazione. Il mio ricordo personale è legato alla diretta televisiva della Pasqua con il record italiano di Silvano Simeon nel 1967” ha affermato Bragagna.

Buongiovanni gareggiò sulla pista dell’Arena nel 1980 nel giorno del primato di Kozakiewicz.

Quel giorno vinsi i 60 metri di seconda media del Ragazzo più Veloce di Milano”.

Un’ulteriore tappa di avvicinamento della Pasqua dell’Atleta 2021 sarà la conferenza stampa in presenza fissata per martedì 29 Settembre a Milano.

Fastweb Fibra