Ryan Crouser (foto Citius Mag)
Ryan Crouser (foto Citius Mag)
FASTWEB

Giovedì 17 Ryan Crouser ha celebrato la sua prima visita in Serbia ottenendo un’altra straordinaria serie di lanci e dominando il meeting di Belgrado con un primo lancio di 22,59 metri, il suo migliore della serata e con tutti gli altri validi superiori a 22,32 m.

Il primo lancio gli ha garantito la sua settima vittoria consecutiva ben oltre i 22 metri. In effetti, da quando ha stabilito la migliore prestazione mondiale e un record personale di 22,91 m a luglio, la sua distanza vincente più breve è stata di 22,43 m.

La serie completa di Crouser è stata di 22,59 m, 22,32 m, nullo, 22,57 m, 22,55 m, 22,37 m per far calare il sipario sulla sua stagione estiva. Prima di oggi nessun atleta aveva mai lanciato oltre i 22 metri sul suolo serbo.

“Sono complessivamente soddisfatto dei miei lanci, in particolare dei tre lanci oltre i 22,50 m che significa grande continuità e quando divento continuo vuol dire che sono pronto per un altro balzo in avanti.

Speravo di arrivare a 23 metri stasera, ma questa competizione mi ha comunque entusiasmato con la musica e la folla. La maggior parte delle volte ho gareggiato davanti a 50 persone, quindi è stato fantastico avere un grande pubblico. Adoro eventi come questo in cui possiamo uscire dallo stadio e spostarci nel centro della città e per le strade.

Quest’anno è stato davvero difficile per tutti, ma ha anche acceso la mia passione per lo sport. Ho cercato ogni tipo di modo per allenarmi, sono stato sui marciapiedi e nei parchi.

Certo, non è stato un allenamento ottimale e non sono forte come gli anni precedenti perché mi sono allenato molto in un garage. Ciò che mi fa piacere è che mi sono prefissato l’obiettivo di gareggiare quest’estate (nonostante tutti i problemi) e mi sono impegnato al 100%” queste le dichiarazioni post gara dello statunitense.

Il connazionale e campione del mondo Joe Kovacs, ha chiuso a quasi due metri di distanza da Crouser al secondo posto con un relativamente modesto 20,61 m.

“Sicuramente non sono contento perché mi aspettavo di arrivare a circa 21,30 metri o più vicino alla linea dei 22 metri ma, due settimane fa non sapevo se avrei gareggiato quest’estate” ha detto Kovacs.

Alla conferenza stampa pre-evento, lo stesso campione del mondo del peso ha ammesso che, da quando i Giochi Olimpici sono stati rinviati, ha usato questa stagione per rigenerare il suo corpo e curare alcuni piccoli infortuni, e spera di avere una vasta stagione indoor dall’inizio del prossimo anno.

Nonostante gli spettatori fossero limitati a circa 400 persone a causa delle restrizioni del Covid-19, gli atleti sono stati accolti con un grande entusiasmo.

Fastweb Fibra