Kristjan Ceh (foto Delo)
Kristjan Ceh (foto Delo)
FASTWEB

Due settimane dopo aver stabilito il primato sloveno del lancio del disco il campione europeo under 23 Kristjan Ceh si è migliorato ancora incrementando di oltre due metri il suo record con l’eccellente misura di 68.75m.

Il ventunenne sloveno ha aperto la sua serie di lanci con un nullo prima di realizzare la misura di 67.71m alla seconda prova che gli ha permesso di migliorare il precedente primato personale di 66.29m.

Il gigante alto 2.06m ha fatto registrare un altro nullo prima di stabilire il record personale con la straordinaria misura di 68.75m.

Dopo un altro nullo Ceh ha completato la sua serie con un altro lancio oltre i 68 metri da 68.63m.

Ceh non ha stabilito soltanto il record sloveno, ma anche il primato europeo under 23 incrementando la precedente miglior misura detenuta dal lontano 1976 dal tedesco Wolgang Schmidt con 68.60m.

Ceh ha vinto il titolo europeo under 23 a Gavle in Svezia lo scorso anno.

E’ incredibile. Non ho mai sognato di raggiungere i risultati che sto realizzando ora. Sto lavorando bene in allenamento e le competizioni lo stanno dimostrando. Oggi ho realizzato un lancio molto buono all’inizio della gara.

Non so quali siano i miei limiti. Vediamo cosa succederà nei prossimi anni. Pensavo che il mio limite per questa stagione potesse essere intorno ai 64-65 metri” ha affermato Ceh.

Il lancio del disco maschile non ha risentito molto del lungo stop per la pandemia, come dimostrano i super risultati dell’ultimo mese.

Lo svedese Daniel Stahl guida le liste mondiali dell’anno con il lancio da 70.25m realizzato a Helsinborg davanti al giamaicano Fedrick Dacres (69.67m a Kingston in Febbraio) e a Ceh.

Segue l’austriaco Lukas Weisshaidinger con 68.63m. Con quattro atleti oltre la barriera dei 68 metri il livello è persino migliore rispetto a quello della stagione 2019.

Weisshaidinger e Ceh si affronteranno a St. Polten il 27 Giugno e a Eisenstadt il 2 Luglio.

Il meeting di Maribor ha fatto registrare anche il salto da 14.22m di Neja Filipic, vice campionessa mondiale universitaria a Napoli nel 2019 nel salto triplo.

La slovena si era migliorata nel salto in lungo in questa stagione con 6.56m.

Fastweb Fibra