Settimo trionfo di Warner nel decathlon dell’Hypo Meeting

Eccezionale salto a 8,45 di Ehammer che realizza il record del mondo del lungo in prova multipla

FASTWEB

Il campione olimpico di decathlon Damian Warner ha vinto per la settima volta l’Hypo Meeting disputato al Moesle Stadion di Gotzis, totalizzando il punteggio di 8797 punti, migliore prestazione mondiale dell’anno, ma l’impresa sensazionale dei due giorni di gare  in Austria è arrivata dal 22enne svizzero Simon Ehammer che, al di là dell’aver battuto il suo recente record svizzero con 8377 punti, ha realizzato uno straordinario salto in lungo con la misura di 8.45m al primo tentativo.

L’atleta elvetico ha migliorato con tale prova il primato mondiale della specialità in una gara di decathlon e stabilito la migliore prestazione mondiale del 2022,  superando nelle liste stagionali il greco Miltiadis Tentoglou, che aveva ottenuto 8.35m lo scorso aprile.

Ehammer, che avrebbe vinto con tale misura, la medaglia d’oro del salto in lungo nelle ultime quattro edizioni delle Olimpiadi, è stato campione europeo under 20 di decathlon nel 2019 e aveva già stabilito questo primato, con 8.30m, al meeting di Ratingen dove si era imposto con 8354 punti.

Nell’ambito delle 10 massacranti gare, Warner ha iniziato con la prima eguagliando il tempo dello scorso anno sui 100 metri con 10”14, a due soli centesimi di secondo dalla sua migliore prestazione mondiale all-time su questa distanza, nell’ambito di una gara di decathlon, realizzata a Goetzis nel 2019.

L’altro canadese Pierce LePage si è classificato al secondo posto con 10”35, mentre Ehammer ha migliorato il record personale con 10”45.

Warner ha realizzato la seconda migliore prestazione del salto in lungo con 7.93m. L’estone Hans Christian Hausenberg ha fatto registrare la misura di 7.85m. Pierce LePage si è ritirato dalla competizione per un infortunio dopo aver saltato 7.49m.

Nel getto del peso il grenadino Lindon Victor è andato vicino al record personale con 16.28m mentre Warner ha ridotto lo svantaggio nei confronti di Ehammer che ha fatto 14,42, con un lancio a 14.92m.

Embed from Getty Images

Lo statunitense Hunter Price ha superato la quota di 2.09m nel salto in alto alla prima partecipazione al meeting di Gotzis battendo il vice campione del mondo Maicel Uibo (2.06m). Warner e Ehammer hanno superato entrambi 2.03m.

L’olandese Rik Taam ha vinto la prova dei 400 metri con il primato personale di 47”28. Warner è sceso sotto i 48 secondi con 47”92. Ehammer ha difeso il primo posto per appena due punti di vantaggio su Warner dopo aver concluso il giro di pista in 48”44.

Warner ha preso la testa della classifica generale correndo i 110 metri ostacoli in 13”48 precedendo Ehammer (13”75). L’altro svizzero Finley Gayo è salito al terzo posto della classifica generale dopo aver corso in 13”86.

Warner ha aumentato il suo vantaggio nei confronti di Ehammer con un lancio da 48.24m superiore di oltre 10 metri rispetto al miglior lancio di Ehammer (36.98m).

Lindon Victor si è confermato un eccellente lanciatore vincendo il getto del peso con 54.85m, misura che avvicina di appena 30 cm il precedente record del meeting. Con questa performance il caraibico è salito al terzo posto nella classifica generale.

Warner e Ehammer hanno eguagliato i loro primati personali nel salto con l’asta realizzando rispettivamente 4.90m e 5.10m. Victor ha difeso il terzo posto nella classifica generale dopo aver saltato 4.70m. Kai Kazmirek ha consolidato il suo quarto posto nella classifica generale con un salto riuscito alla quota di 5.00m.Maicel Uibo ha migliorato la sua classifica generale passando dall’undicesimo al settimo posto con un salto da 5.30m.

Poco prima dell’inizio del lancio del giavellotto la pioggia ha iniziato a cadere sul Moesle ma le condizioni climatiche non hanno condizionato le prestazioni. Il campione del mondo Nicklas Kaul ha migliorato il personale nel giavellotto con 69.29m salendo al quinto posto nella classifica generale.

Warner ha mantenuto un vantaggio di 243 punti grazie un lancio da 58.62m totalizzando 8108 punti ad una gara dalla fine. Ehammer ha difeso il secondo posto con il personale con 55.98m, ma Victor si è portato a sole sette lunghezze dall’elvetico.

Kaul ha vinto anche i 1500 metri con 4’16”31 completando una straordinaria rimonta che lo ha portato fino al quarto posto con 8303 punti.

Warner ha concluso le dieci fatiche con un tempo di 4’38”65 sui 1500 metri che gli ha permesso di totalizzare 8797 punti, terza migliore prestazione della sua carriera. Victor ha tagliato il traguardo con 4’55”00 superando nella classifica generale Ehammer, che ha concluso ultimo i 1500m in 5’06”51. Victor ha totalizzato 8477 punti.

Damian Warner: “Sono contento della vittoria, ma speravo di fare più punti. Gotzis è il mio meeting preferito. Una vittoria è sempre una vittoria. Ho davanti a me una grande stagione. L’obiettivo è arrivare al top ai Mondiali di Eugene”.

Simon Ehammer: “Sono contento di essere il primo svizzero ad entrare tra i primi tre a Gotzis. Disputerò il salto in lungo ai Mondiali di Eugene e il decathlon agli Europei di Monaco di Baviera”.

Embed from Getty Images

Eptathlon femminile

La vice campionessa olimpica Anouk Vetter ha battuto il record olandese con 6693 punti, aggiungendo quattro punti al precedente primato stabilito in occasione delle Olimpiadi di Tokyo.

La campionessa europea under 23 Adrianna Sulek ha migliorato il personale con 6429 punti. La tedesca Vanessa Grimm si è piazzata al terzo posto con 6323 punti, 22 in più rispetto alla recente vincitrice del Multistars di Grosseto Annik Kaelin.

Il bronzo olimpico Emma Oosterwegel si è piazzata al sesto posto con 6255 punti davanti alla britannica Holly Mills (6260 punti). Katarina Johnson Thompson ha completato il suo primo eptathlon dal giorno del successo mondiale a Doha piazzandosi al settimo posto con 6174 punti.

La medaglia di bronzo iridata indoor Kendell Williams ha realizzato il tempo più veloce sui 100 metri ostacoli con 13”13 precedendo Vetter (13”28) e Sulek (13”61).

Sulek ha migliorato il record personale nel salto in alto con 1.92m al terzo tentativo. L’estone Liisa Maria Lusti ha migliorato il personale con 1.86m. Williams ha valicato l’asticella alla quota di 1.80m.

La rappresentante del Benin Odile Ahounwanou si è portata al terzo posto nella classifica generale con un lancio da 15.27m nel getto del peso. Vanessa Grimm ha sfiorato i 15 metri con 14.96m precedendo Vetter (14.88m). Sulek ha migliorato il primato personale con 13.79m mantenendo la testa della classifica generale davanti a Vetter e a Ahouanwanou.

Sulek ha concluso la prima giornata in testa con 3940 punti dopo aver stabilito il personale con 23”86 sui 200 metri. Katarina Johnson Thompson ha realizzato il miglior tempo con 23”51. Sophie Weissenberg ha migliorato il personale con 23”67.

Vetter e Williams hanno corso in 23”76 e in 23”77 concludendo la prima giornata al secondo e al terzo posto.

Embed from Getty Images

All’inizio della seconda giornata Vetter e Williams hanno realizzato il personale stagionale con 6.47m nel salto in lungo riducendo lo svantaggio nei confronti di Sulek, che ha saltato 6.28m.

Vetter ha migliorato il record del meeting del lancio del giavellotto di Nafissatou Thiam con la straordinaria misura di 59.81m. Laura Ikauniece e Emma Oosterwegel hanno superato la barriera dei 50 metri con 53.93m e 52.53m.

Vetter aveva un vantaggio di 372 punti prima degli 800 metri. Sotto il diluvio Sulek ha vinto la quarta batteria in 2’13”80. Vetter ha tagliato il traguardo in 2’21”56 totalizzando 6693 punti.

Anouk Vetter: “La vittoria e il primato nazionale sono stati davvero speciali. Non ero sicura che sarei riuscita a gareggiare nella seconda giornata perché ho avuto un piccolo infortunio durante il salto in alto. L’atmosfera è stata fantastica. I fans mi hanno dato molta energia”.

Embed from Getty Images
Sport OK Junior