Tortu-Jacobs Roma 2018 (Foto Alfredo Falcone)
Tortu-Jacobs Roma 2018 (Foto Alfredo Falcone)
FASTWEB

Il grande duello sportivo continua in questa particolare stagione in cui Filippo Tortu e Marcell Jacobs si stanno trovando l’uno contro l’altro, come mai accaduto in passato.

E’ già successo a Savona, il 16 luglio, a La Chaux de Fonds il 15 agosto e succederà ancora, salvo imprevisti, in almeno un’altra occasione, il 17 settembre all’Olimpico di Roma, in occasione della tappa italiana di Diamond League.

Ma intanto concentriamoci su sabato 29 agosto, tra le 17,15 e le 18,15, quando i due amici rivali, compagni e primatisti italiani della staffetta 4×100, si contenderanno quel titolo italiano dei 100 metri, detenuto proprio da Jacobs e proprio sulla pista del Colbachini di Padova dove Marcell, l’anno scorso, fece il suo p.b. di 10″03, terza miglior prestazione italiana di tutti i tempi.

Una sfida veramente incerta, a dire il vero, mai come in questo momento con Filippo che ha vinto i due confronti precedenti, a Savona di 2 centesimi e in Svizzera di 5 ma, in questa ultima occasione, contro un avversario forse un po’ stanco dagli impegni precedenti.

Sarà la ciliegina sulla torta di una fantastica edizione degli assoluti, mai come quest’anno, almeno da tantissimo tempo, piena di protagonisti di primo piano.

Oltre alla grande sfida tra i due azzurri, sarà molto interessante vedere quel che accadrà alle loro spalle, in ottica staffetta veloce con alcuni dei pretendenti ai 4 posti ancora da assegnare per la composizione della squadra di 7 che tenterà, l’anno prossimo ai Campionati Mondiali di Staffetta di Chorzow, in Polonia, del 1 e 2 maggio, di conquistare un posto per le Olimpiadi.

Sarà, dunque, interessante vedere all’opera Federico Cattaneo, peraltro partecipante sul campo alla staffetta primatista italiana di Doha, Roberto Rigali facente parte della compagine dei mondiali, mentre tra i possibili nuovi entrati ci sono Andrea Federici in grande crescita quest’anno, Luca Lai, finalmente in un confronto diretto di alto livello e il duecentometrista Mattia Donola.

Non ci sarà, invece, il giovane emergente Chituru Ali, certamente grande talento, fermato da problemi fisici che ne hanno probabilmente fatto finire questa stagione, mentre la partecipazione di Fausto Desalu, il terzo inamovibile titolare della staffetta, peraltro iscritto, è ancora in forse.

200 maschili

Ci sarà, invece, certamente nella sua gara preferita Fausto, reduce dall’esaltante prestazione in Ungheria dove ha spaventato addirittura il campione del mondo Noah Lyles con un ottimo crono di 20″35 susseguente al 20″36 ottenuto, pochi giorni prima, a La Chaux de Fonds.

Per gli altri due posti del podio dovrebbero contenderseli Antonio Infantino, anche lui facente parte della staffetta azzurra di Doha e anche lui tra i candidati per rimanerci, e lo stesso Donola.

100 femminili

Anche la gara veloce tra le donne appare di grande interesse e incertezza, con altre due amiche e compagne della staffetta veloce, primatista italiana e già qualificata per Tokio, a contendersi il titolo con una possibile terza incomoda.

Anna Bongiorni è apparsa, sinora in stagione, in grande condizione ottenendo a Savona il 16 luglio, il proprio personale con 11″30.

Irene Siragusa è sembrata, sinora, leggermente al di sotto delle sue migliori prestazioni ma si sa che è una guerriera che si esalta nelle occasioni più importanti.

Vittoria Fontana, la giovane campionessa europea under 20 cercherà di inserirsi tra le due per creare la sorpresa.

200 femminili

Gloria Hooper, altra protagonista della staffetta 4×100 d Doha ha rinunciato ai 100 e si presenterà ai blocchi da grande favorita

Dietro di lei a contendersi un podio, oltre la Bongiorni e la Siragusa che, forse, saranno stanche, grande attenzione per Dalia Kaddari ed anche per Chiara Gherardi.

Tutti gli iscritti

Fastweb Fibra