Nicola McDermott supera 2.00m ai Campionati australiani di Sydney

Per la prima volta nella storia, una saltatrice in alto australiana supera la soglia dei 2 metri.

FASTWEB

Nicola McDermott ha stabilito il primato dell’Oceania del salto in alto femminile diventando la prima altista a superare la quota di 2.00 metri in questa stagione in occasione dei Campionati australiani di Sydney.

McDermott ha aggiunto un centimetro al primato nazionale stabilito da Eleanor Patterson con 1.99m l’anno scorso.

McDermott ha superato 1.86m, 1.90m, 1.94m e 1.97m al primo tentativo prima di aver bisogno di due prove per valicare l’asticella alla quota di 2.00m.

La saltatrice allenata da Mike Hornsell ha concluso la gara con tre errori a 2.03m dimostrando di essere molto vicina a superare questa misura nella terza prova a sua disposizione.

Nel mezzofondo veloce Jye Edwards ha vinto a sorpresa i 1500 metri in 3’33”99 precedendo il grande favorito Stewart McSweyn (3’34”55) e Rorey Hunter (3’37”22). Edwards e Hunter sono allenati dal coach australiano Dick Telford.

Dani Stevens ha vinto il quattordicesimo titolo australiano della sua carriera nel lancio del disco femminile con la misura di 62.74m. La campionessa mondiale di Berlino 2009 è tornata a grandi livelli dopo due stagioni difficili condizionati da infortuni alla schiena e al collo.

Catriona Bisset si è imposta negli 800 metri femminili in 2’00”45.

Kurtis Marshall è stato confermato nel team australiano per le Olimpiadi di Tokyo nonostante tre salti nulli nel salto con l’asta.

Ashley Moloney (foto Jiro Mochizuk)
Ashley Moloney (foto Jiro Mochizuk)

Il ventenne Ashley Moloney ha vinto il primo titolo australiano di decathlon della sua carriera con 8284 punti, aggiudicandosi sei gare su dieci.

Moloney aveva migliorato il record personale lo scorso Dicembre totalizzando 8492 in occasione dei Campionati del Queensland. Cedric Dubler si è classificato al secondo posto con 8175 punti.

Rohan Browning ha vinto il titolo australiano sui 100 metri in 10”09 con vento a favore di +0.4 m/s avvicinando il record personale di quattro centesimi di secondo. Il neozelandese Eddie Osei Nketia si è classificato al secondo posto in 10”31.

Le difficili condizioni climatiche e il freddo non hanno permesso al saltatore in alto Brandon Starc di andare oltre la misura di 2.20m. Starc si allena con l’azzurro Marco Fassinotti sotto la guida di Alex Stewart.

Nina Kennedy ha conquistato il successo nel salto con l’asta femminile con 4.75m prima di commettere tre errori a 4.85m (tre centimetri in più rispetto al suo precedente primato australiano).

Nina Kennedy (foto archivio)
Nina Kennedy (foto archivio)

La neo primatista australiana Linden Hall ha confermato il suo eccellente momento di forma vincendo i 1500 metri femminili in 4’07”56 davanti a Abbey Caldwell (4’08”67).

Karhryn Mitchell ha vinto un bel duello del lancio del giavellotto femminile con la campionessa mondiale di Doha 2019 Lelsey Lee Barber con un lancio da 63.34m al primo tentativo. Barber ha migliorato il personale stagionale con 61.09m.

La campionessa mondiale under 18 Mackenzie Little ha completato il podio classificandosi al terzo posto con 60.90m.

Matt Denny ha dominato il lancio del disco maschile con un miglior tentativo da 60.90m.

Sport OK Junior