Il campione europeo under 23 della staffetta 4×100 Erik Marek ha fermato il cronometro in 6”71 sui 60 metri dell’impianto indoor di Bergamo, sfiorando di un centesimo di secondo il record personale di 6”70 realizzato nello stesso impianto lo scorso 7 Gennaio, mentre Arianna De Masi ha vinto la stessa gara al femminile in 7”45 davanti ad Alessia Pavese, quarta classificata ai Mondiali di Budapest con il primato italiano e bronzo europeo a Monaco della staffetta 4×100, che si è classificata al secondo posto in 7”46 dopo aver corso la batteria in 7”45.

La trentina della Quercia Trentingrana Asia Tavernini ha superato l’asticella alla misura di 1.80m nel salto in alto femminile prima di commettere tre errori alla quota successiva di 1.83m. Teresa Maria Rossi ha migliorato il primato stagionale con 1.76m.

La portacolori della Bracco Atletica Celeste Polzonetti ha migliorato di un centesimo di secondo il record personale sui 60 metri ostacoli femminili con 8”47 in batteria prima di correre la finale in 8”49. Chiara Minotti si è imposta su 60 metri ostacoli nella categoria under 23 in 8”58 precedendo Giorgia Marcomin (8”70).

Rebecca Gennari ha vinto la finale dei 60 metri ostacoli nella categoria assoluta con 8”73 davanti a Desola Oki (8”92). Matilde Lui si è aggiudicata i 60 metri ostacoli nella categoria allieve in 8”53 dopo aver fermato il cronometro in 8”58. Carola Belli si è piazzata seconda in 8”63 in batteria e in 8”58 in finale.

Padova

Veronica Crida ha vinto il salto in lungo femminile a Padova con 6.23m battendo Ottavia Cestonaro (6.16m) e Arianna Battistella (6.10m). Battistella era al comando fino all’ultimo tentativo.

La quattrocentista Alessandra Bonora ha vinto i 200 metri femminili in 24”35.

Martina Canazza e Mattia Turchi hanno vinto gli 800 metri correndo rispettivamente in 2’07”94 nella gara femminile e in 1’52”44 nella gara maschile.

Le altre gare sono state vinte da Francesca Ventura nel salto triplo femminile con 12.47m, dall’allieva Ludovica Duchi nel salto con l’asta femminile con il record personale di 3.70m e da Federico Biancoli nel salto con l’asta maschile con 5.02m.

Parma

Idea Pieroni ha superato l’asticella alla misura di 1.87m al terzo tentativo nel salto in alto una settimana dopo aver vinto con 1.85m a Firenze. La saltatrice toscana ha stabilito la seconda migliore prestazione della sua carriera dopo il record personale di 1.90m realizzato quattro anni fa a Minsk. La scorsa estate Pieroni si è piazzata ottava agli Europei Under 23 di Espoo con 1.87m. La saltatrice emiliana Aurora Vicini ha vinto la gara juniores con 1.83m.

Casalmaggiore

La cadetta Alessia Succo (nata nel 2009) ha vinto la finale dei 60 metri ostacoli in 8”35 dopo aver corso la batteria in 8”42 nell’impianto indoor di Casalmaggiore. Alessia ha tolto 16 centesimi di secondo al precedente primato italiano cadette detenuto dal 2018 da Sandra Milena Ferrari con 8”52. La piemontese ha corso successivamente la batteria dei 60 metri piani in 7”49 prima di aggiudicarsi la finale in 7”45. La portacolori dell’Atletica Settimese si è messa in luce lo scorso Ottobre in occasione della vittoria sugli 80 metri ostacoli ai Campionati

Sport OK Junior