Stadio Atletica Bruxelles (foto archivio)
Stadio Atletica Bruxelles (foto archivio)
FASTWEB

Gli organizzatori del Memorial Ivo Van Damme di Bruxelles hanno presentato le prime gare del programma del celebre meeting della capitale belga, che si svolgerà allo Stadio Re Baldovino ai piedi dell’Atomium nel quartiere Heysel il prossimo 4 Settembre in una giornata di festa per lo sport belga. Sarà il primo evento sportivo belga post pandemia.

Il meeting director Cedric Van Branteghem (ex grande quattrocentista) ha illustrato il programma delle prime gare del meeting dedicato al grande mezzofondista Ivo Van Damme. Sarà un’edizione particolare con un programma ricco di gare insolite.

La situazione sta migliorando in Europa ma ci saranno diverse restrizioni sui viaggi intercontinentali e gli organizzatori sono stati costretti a reinventare il programma.

Il quattro volte campione olimpico Mo Farah tornerà a gareggiare in pista per tentare il primato del mondo dell’ora di corsa stabilito da Haile Gebrselassie a Ostrava nel 2007. Il fuoriclasse etiope percorse 21.285 km in un’ora. Farah dovrà vedersela con il belga Bashir Abdi, vice campione europeo sui 10000 metri e primatista belga sulla maratona con l’eccellente tempo di 2h04’49” a Tokyo lo scorso 1 Marzo.

Il primato europeo dell’ora è detenuto ancora dall’olandese Jos Hermens (grande manager di Gebrselassie e Kenenisa Bekele) con 20.944 km nel 1976. Gaston Roelants detiene il record belga con 20.784 km dal 1972.

Insieme con il mio compagno di allenamenti Bashir Abdi punteremo ad attaccare il record del mondo dell’ora. E’ una grande sfida e non vedo l’ora di gareggiare a Bruxelles. Tutto è possibile. La pista di Bruxelles è molto veloce e ho grandi ricordi di questo meeting”, ha affermato Mo Farah.

Prima della gara maschile è in programma l’attacco al primato mondiale dell’ora di corsa femminile detenuto dall’etiope Dire Tune con 18.517 km stabilito nel 2008. Daranno l’assalto al primato le etiopi Birhane Dibaba (2h18’35” di personale sulla maratona) e Ababel Yeshaneh (primatista mondiale della mezza maratona con 1h04’31” stabilito quest’anno)

Durante i tentativi di record l’atmosfera verrà resa ancora più elettrica dal ritmo della disco music.

La regina delle ultime edizioni del Memorial Van Damme Nafissatou Thiam sfiderà KJT Katarina Johnson Thompson in una spettacolare gara di triathlon che comprende 100 ostacoli, getto del peso e salto in alto.

Nell’unica sfida disputata nell’ambito della Diamond League Thiam vinse una gara di salto in lungo battendo Johnson Thompson e stabilendo il record belga con 6.86m a Birmingham lo scorso anno.

Nafi detiene la migliore prestazione di salto in alto in una gara di eptathlon con il 2.02m realizzato a Talence nel 2019. Le belghe Eline Berings (campionessa europea sui 60 ostacoli indoor a Torino 2009) e Anne Zagré (quarta agli Europei di Berlino 2018) correranno sui 100 ostacoli.

Sono contenta che il Memorial Van Damme possa aver luogo. Quando c’è una competizione da preparare, cresce sempre la motivazione. Non vedo l’ora di scendere in pista il 4 Settembre per questa competizione speciale e impegnativa”, ha dichiarato Nafi Thiam.

Il primatista mondiale di salto con l’asta Armand Mondo Duplantis gareggerà per la seconda volta in carriera a Bruxelles.

Il formidabile astista svedese ha stabilito due primati del mondo nell’ultima stagione indoor saltando 6.17m a Torun e 6.18m a Glasgow e ha esordito nella stagione outdoor con la vittoria agli Impossible Games di Oslo con 5.86m nel duello a distanza con Renaud Lavillenie.

Il principale avversario dello svedese è il belga Ben Broeders, primatista nazionale con 5.80m.

I fratelli Kevin, Jonathan e Dylan Borlée (campioni europei a Berlino e medaglie di bronzo ai Mondiali di Doha 2019 con la staffetta 4×400) si affronteranno in un 200 metri tutto di marca europea.

L’evento conclusivo della serata sarà la staffetta mista 4×400 belga dove i Belgian Tornadoes Kevin e Dylan correranno nella stessa formazione con due rappresentanti delle Belgian Cheetahs, la formazione femminile belga della 4×400, quarta agli Europei di Berlino 2018 e quinta ai Mondiali di Doha 2019.

Gli organizzatori annunceranno altre gare nelle prossime settimane

Per questa edizione particolare vogliamo provare a realizzare delle performance fuori dal comune e stabilire il quindicesimo primato del mondo sulla pista dello Stade Roi Baudouin. Avremo in gara Mo Farah con il suo compagno di allenamenti Bashir.

Il salto con l’asta è un classico del meeting e siamo felici di poter contare sulla presenza di Duplantis. Speriamo di poter invitare altri grandi campioni durante l’estate”, ha affermato Cedric Van Branteghem.

Van Branteghem vinse la medaglia di bronzo agli Europei di Barcellona 2010 con la staffetta 4×400 insieme ai gemelli Kevin e Jonathan Borlée.

Vanta un personale di 45”02 sui 400 metri Dopo aver terminato la carriera ha iniziato a lavorare nell’organizzazione del Memorial come Assistant Meeting Director al fianco dello storico organizzatore e fondatore del meeting Wilfried Meert.

Dal 2017 Meert ha passato il testimone a Van Branteghem nel ruolo di Meeting Director.

Il Memorial Van Damme è diventato da anni uno degli eventi sportivi più celebri del Belgio e ha richiamato tante famiglie e molte personalità del paese come il Principe Filippo del Belgio, da sempre vicino a questa manifestazione.

Meert fu il primo ad introdurre nel circuito elementi innovativi come i percussionisti del Burundi durante le gare di mezzofondo e lo show finale con concerto e fuochi d’artificio.

Sport OK Junior