Beatrice Masilingi (foto New Era)
Beatrice Masilingi (foto New Era)
FASTWEB

La diciassettenne namibiana Beatrice Masilingi è stata protagonista ai Campionati nazionali di Windhoek vincendo i 100 metri in 11”52 con vento contrario e 200 metri in 22”81 con vento a favore di +2.8 m/s.

Masilingi si era già messa in luce lo scorso 3 Ottobre in occasione della vittoria sui 400 metri in 50”99 al meeting del Continental Tour di Nairobi.

La Namibia si riaffaccia sulla ribalta dello sprint mondiale dopo i fasti degli anni 90 quando Frankie Fredericks vinse l’oro ai Mondiali sui 200 metri a Stoccarda nel 1993.

La stagione sudafricana ha visto pochi giorni fa l’esibizione di Wayde Van Niekerk, che ha vinto un inedito 60 metri in 6”62 all’aperto a Potchefstrrom.

Il diciottenne sudafricano Kyle Rademeyer ha migliorato il primato africano under 18 nel salto con l’asta con 5.54m a Paarl superando di quattro centimetri il precedente limite continentale detenuto da Cheyne Rahme.

Rademeyer diventa il quarto astista africano di sempre nella lista guidata dal grande Okkert Brits, medaglia d’argento ai Mondiali di Parigi 2003 alle spalle dell’azzurro Giuseppe Gibilisco (ora allenatore di Claudio Stecchi).

Brits superò 6.03m a Colonia nel 1995.

Sport OK Junior