Darryl Sullivan (foto utsports.com)
Darryl Sullivan (foto utsports.com)
FASTWEB

La stagione statunitense rivela il talento di Darryl Sullivan, che ha realizzato la migliore prestazione mondiale dell’anno saltando 2.33m al Virginia Tech Invitational di Blacksburg.

L’atleta originario di Marion nell’Illinois ha stabilito il primato delle South Eeatern Conference (SEC) e la quarta migliore prestazione di sempre a livello NCAA.

Wooden realizza il personale con 5.80 metri a Reno

Jacob Wooden ha stabilito il record personale nel salto con l’asta superando 5.80m al Pole Vault Summit di Reno in Nevada. Il ventiduenne statunitense ha migliorato il record personale di sette centimetri.

Wooden ha avuto bisogno di due prove per superare 5.50m prima di valicare l’asticella a 5.70m alla prima prova e 5.80m alla seconda.

Matt Ludwig ha superato 5.70m e 5.80m alla seconda prova e si è dovuto accontentare del secondo posto per un numero maggiore di errori. Entrambi hanno tentato senza successo tre assalti alla quota di 5.85m.

Il campione NCAA 2019 Chris Nilsen si è classificato al terzo posto con 5.70m.

La vice campionessa mondiale under 20 di Tampere 2018 Lisa Gunnarson ha vinto la gara femminile con 4.50m battendo per un numero minore di errori la statunitense Levi Jacobus. La svedese Gunnarson studia alla Louisiana State University e vanta un primato personale di 4.60m stabilito nel 2018. Katie Nageotte e Daylis Caballero Vega si sono classificate al terzo posto a pari merito con 4.40m.

Kendra Harrison batte il record personale sui 60 metri a Houston

La primatista del mondo dei 100 ostacoli Kendra Harrison ha debuttato nella stagione indoor 2020 stabilendo il record personale sui 60 metri piani con 7”23 in batteria prima di correre la finale in 7”26 in occasione del Leonard Hilton Invitational.

Nello stesso meeting l’ex calciatrice e cheerleader statunitense ha sfiorato di otto centesimi di secondo il record personale sui 200 metri con 23”18.

La Harrison ha stabilito il record mondiale sui 100 ostacoli a Londra con 12”20 nel 2016 dopo aver mancato la qualificazione per le Olimpiadi di Rio de Janeiro ai Trials olimpici statunitensi.

Lo scorso Ottobre ha vinto la medaglia d’argento ai Mondiali di Doha 2019 alle spalle della connazionale Nia Ali.

Cameron Burrell (figlio d’arte dell’ex primatista mondiale dei 100 metri Leroy Burrell) si è aggiudicato i 60 metri in 6”62.

Jacory Petterson brilla sui 300 metri

Jacory Petterson ha battuto il primato NCAA sui 300 metri indoor con 32”28 sulla pista indoor di Virginia Tech dove lo scorso anno stabilì il primato statunitense under 20 con 32”49.

Il precedente record dei college americani della distanza spuria era detenuto da Torrin Lawrence con 32”32. Petterson vanta personali di 20”57 sui 200 metri e di 45”46 sui 400 metri all’aperto.

Davis realizza la migliore prestazione mondiale under 18 sui 60 metri femminili

La sedicenne Tamari Davis ha stabilito la migliore prestazione mondiale all-time sui 60 metri con 7”19 sulla pista dell’Indoor Track and Field Complex di Columbia in South Carolina migliorando il precedente primato di categoria detenuto da Victoria Jordan con 7”24 dal 2007.

Davis detiene ora le migliori prestazioni mondiali di categoria per i 14 anni con 7”30, per i 15 anni con 7”25 e per i 16 anni con 7”19. Lo scorso anno Davis ha corso i 100 metri in 11”13 e i 200 metri in 22”48. La giamaicana Kiara Grant (atleta junior della Norfolk State University) ha eguagliato il record personale con 7”22.

Akimenko 2.31 in Russia

Sulla pedana di Chelyabinsk Mikhail Akimenko ha superato l’asticella alla misura di 2.31m in occasione del Memorial Yuti Yukashenko confermandosi su ottimi livelli dopo il 2.30m realizzato all’esordio a Yekaterinburg ad inizio Gennaio.

Lo scorso Ottobre il saltatore russo ha vinto l’argento ai Mondiali di Doha con 2.35m alle spalle di Mutaz Barshim. Anna Chicherova ha esordito nella stagione 2020 saltando 1.94m.

Timur Morgunov si è messo in luce vincendo il salto con l’asta con 5.71m. Nell’estate 2018 Morgunov vinse l’argento agli Europei di Berlino con 6.00m alle spalle di Armand “Mondo” Duplantis in una straordinaria finale. In evidenza anche Anzhelika Zhuk, vincitrice della gara femminile con 4.66m davanti a Ludmila Petrova (4.51m).

Bengtsson apre la stagione con 4.67m

La svedese Angelica Bengtsson ha debuttato in questa stagione vincendo il salto con l’asta con 4.67m al meeting di Vaxjo al primo tentativo prima di sbagliare tre prove a 4.75m.

L’ex ginnasta ha vinto l’edizione 2019 del Golden Gala a Roma con 4.76m e si è classificata sesta ai Mondiali di Doha con 4.80m. Nel suo palmares vanta due titoli mondiali under 20 nel 2010 e nel 2012.

La svedese Khaddi Sagnia è tornata a gareggiare dopo undici mesi di pausa per un infortunio imponendosi nel salto in lungo con 6.67m battendo la campionessa europea under 20 Tilde Johanson (6.25m). Johanson vinse l’argento agli Europei Under 20 di Boras alle spalle di Larissa Iapichino.

La britannica Lorraine Ugen ha stabilito la migliore prestazione mondiale dell’anno nel salto in lungo a Clemson con 6.74m in South Carolina.

La greca Eleni Klaoudia Polak segue le orme della connazionale Ekaterini Stefanidi e sale al terzo posto delle liste nazionali all-time nel salto con l’asta con 4.65m.

 

Fastweb Fibra