Record italiano di Sara Fantini nel martello a Lucca: 74,38 metri

Un'altra giornata storica per l'atletica italiana

FASTWEB

Giornata storica per il lancio del martello femminile italiano con la 24enne atleta emiliana Sara Fantini che, nel corso della gara del Meeting Internazionale di Lucca, scaglia il suo attrezzo alla misura di 74,38 e supera, dopo 17 anni, il 73,59 realizzato da Ester Balassini a Bressanone nel 2005.

Strepitosa la serie dell’azzurra che include anche un 74,29, un 73,53, un 72,06 e un 71,80.

La martellista, doppia figlia d’arte (papà Corrado “Cocco” Fantini, finalista olimpico del peso nel 1996, mamma Paola Iemmi, specialista delle prove multiple e poi del giavellotto) ottiene così la settima prestazione mondiale stagionale e la terza tra quelle europee.

Nello straordinario pomeriggio di Lucca da segnalare, sempre nel martello, la junior Rachele Mori che polverizza il proprio primato italiano under 20, portandolo a 68,04 con un miglioramento di quasi due metri e mezzo rispetto al 65,62 del 25 aprile, e con tutti i sei lanci superiori al precedente limite.

Le dichiarazioni di Sara: “È una sensazione pazzesca perché cercavo questo record da tanto tempo, sapevo di star bene ed ero convinta di valerlo. Al primo lancio l’ho sfiorato, mi sono mancati soltanto sei centimetri, e allora mi sono detta che dovevo farlo.

Sono contenta di essere riuscita a esprimermi e soprattutto della solidità che ho dimostrato su queste misure in tutta la gara, dall’inizio alla fine. Un risultato che mi dà fiducia e tanta consapevolezza: è quello che serve per affrontare poi le manifestazioni più importanti.

Ed è appena iniziata, siamo soltanto alla seconda gara della stagione. La preparazione invernale mi ha fatto crescere sotto ogni punto di vista, all’interno di un bel gruppo di lavoro a Bologna. Tolgo il record a Ester Balassini, che aveva la mia stessa allenatrice, Marinella Vaccari, e per me è bello poter proseguire la strada che era stata tracciata”.

Le altre gare del meeting

La primatista italiana della 4×100 Vittoria Fontana si migliora nei 200 metri con 23″20 (-1.2) mentre l’altra staffettista azzurra Irene Siragusa è seconda nei 100 in 11.48 (+2.1) alle spalle della sudafricana Carina Horn (11″14).

Il brasiliano Erik Cardoso è il più veloce nei 100 al maschile con 10″34 (+0.4), un centesimo meglio di Wanderson Polanco che chiude in 10″35.

Il turco campione del mondo di Londra 2017 sui 200 metri, Ramil Guliyev, dimostra una condizione ancora non ottimale chiudendo secondo in 20″92 nel mezzo giro di pista vinto dal sudafricano Luxolo Adams in 20″45.

Eloisa Coiro riparte da 2’03″34 negli 800 metri mentre ancora una grande prestazione del triplista cubano Andy Diaz, migliore al mondo dell’anno dopo il 17,64 di Grosseto, che ottiene un altro eccellente salto di 17,33 (-0.2).

Nell’alto femminile 1,85 per Erika Furlani e Marta Morara, mentre nel martello maschile vittoria di Simone Falloni con 72,50, davanti a Marco Lingua con 71,54 e a Giorgio Olivieri con 70,82.

Nel giavellotto è secondo Roberto Orlando con 72,59 dietro al rumeno Alexandru Novac (76,55).

Tutti i risultati

Sport OK Junior