Armand Duplantis (foto FIDAL Colombo)
Armand Duplantis (foto FIDAL Colombo)
FASTWEB

Abbiamo ancora negli occhi lo strabiliante salto dell’acrobata Armand Duplantis che, sabato sera a Glasgow, ha scavalcato, con incredibile facilità e un margine di oltre 5 centimetri, l’asticella posta a 6,18 metri, battendo per la seconda volta in pochi giorni il record del mondo del salto con l’asta.

E’, ovviamente lui, la grande star del meeting di Lievin, in Francia, sesta tappa del World Athletics Indoor Tour, ma bella serata francese saranno protagonisti anche tre italiani: lo sprinter Marcell Jacobs impegnato nei 60 metri, l’ostacolista Hassane Fofana nei 60 hs e l’astista Sonia Malavisi, collega di specialità di “Mondo”.

Jacobs, dopo il debutto stagionale non brillantissimo a Glasgow, 6″70 miglior tempo delle due gare corse, troverà gli statunitensi Ronnie Baker e Mike Rodgers oltre, tra gli altri, il giamaicano Nesta Carter.

Hassane Fofana aveva invece corso, la precedente gara a Berlino, venerdì scorso, ottenendo un tempo non alla sua altezza, 7″89 e avrebbe incrociato atleti fortissimi quali il francese Pascal Martinot-Lagarde e lo spagnolo Orlando Ortega. Un attacco influenzale dell’ultima ora gli impedirà di partecipare.

Seconda gara dell’anno per Sonia Malavisi che, dopo l’esordio non entusiasmante di Fermo, dove non era andata oltre i 4,10 metri, cercherà di esprimere tutto il suo enorme potenziale nei confronti della statunitense Sandi Morris e della cubana, sua compagna di allenamento a L’Avana dove si allena, Yarisley Silva.

Tra le altre gare, a parte l’asta maschile dove Duplantis si scontrerà con lo statunitense campione del mondo Sam Kendricks e il brasiliano oro olimpico Thiago Braz, forti emozioni previste dal mezzofondo con gli etiopi Samuel Tefera nei 1500 e Selemon Barega nei 3000, dagli ostacoli con Nia Ali e Christina Clemons e dai salti in estensione con Hugues Fabrice Zango già atterrato a 17,77 nel triplo, e Maryna Bekh-Romanchuk nel lungo femminile.

Sonia Malavisi (foto FIDAL Colombo)
Sonia Malavisi (foto FIDAL Colombo)
Fastweb Fibra