Filippo Tortu - inaugurazione pista stadio Coccia (foto Unione Sarda)
Filippo Tortu - inaugurazione pista stadio Coccia (foto Unione Sarda)
FASTWEB

Purtroppo la notizia di impianti sportivi, sul territorio, chiusi per vari motivi di inadeguatezza alle disposizioni di sicurezza, sono abbastanza frequenti, ma devo ammettere come, l’ordinanza di fermo attività dello “Stadio polivalente Angelo Caocci” di Olbia, mi abbia particolarmente colpito.

C’è un particolare, emozionante, personale ricordo legato a quella struttura, che risale all’agosto del 2011. Ero in vacanza in Sardegna ed erano ancora i tempi in cui facevo l’atleta master che non rinunciava certo all’allenamento, quasi quotidiano, in pista.

Sapevo che Pietro Mennea era in vacanza da quelle parti, ma non mi sarei mai aspettato, un pomeriggio, nel bellissimo parco antistante lo stadio di incontrarlo e di poterci parlare per una decina di minuti, complice il fatto di essere con il mio amico Salvino che già lo conosceva.

Lo incontrai anche un’altra volta Pietro, circa un anno dopo, probabilmente quando il terribile male che l’ha portato via, più o meno con la velocità che lo aveva contraddistinto, stava per arrivare, ma quel primo incontro, così diretto e imprevisto, ancora oggi mi suscita una viva emozione.

Ma, ovviamente, quello stadio e quella pista sono balzate agli onori della cronaca per il fatto che, spesso e nel 2019 in particolare, Filippo Tortu ci si alleni nelle sue permanenze sull’isola e che, lo stesso campione azzurro a novembre, sia stato protagonista dell’inaugurazione, in pompa magna, della nuova pista di atletica.

Quell’evento, così recente, avrebbe fatto pensare ad una grande rivitalizzazione dell’impianto e, invece, problemi di sicurezza evidentemente preesistenti al rifacimento della superficie di corsa, hanno determinato l’ordinanza di fermo di ogni attività all’interno della struttura.

Per inciso questo provvedimento è la conseguenza di una serie di verifiche, iniziate circa un anno fa, da parte dei Vigili del Fuoco, su vari edifici cittadini dedicati allo sport e che ha portato, in precedenza, alla chiusura di alcune palestre (ora riaperte), nonché del Paladeiana, che risulta ancora chiuso.

In particolare riportiamo una parte del dispositivo che recita: “Si rende noto che, dall’esame degli atti d’ufficio, non risulta che, per lo Stadio Angelo Caocci, siano mai state attivate le procedure di cui agli artt. 3 (Valutazione del progetto) e 4 (Segnalazione Certificata di Inizio Attività) del DPR 151/2011″.

E ancora: “si precisa che il legittimo esercizio dell’attività in questione è subordinato alla presentazione della SCIA/CPI e collaudo da parte della Commissione Comunale/Provinciale di Vigilanza Locali di Pubblico Spettacolo”.

Ci auguriamo che la questione possa essere velocemente risolta e che Olbia e tutti gli appassionati di sport, con particolare riguardo a quelli dell’Atletica, possano riavere a disposizione l’impianto.

Sport OK Junior