Armand Duplantis ( foto corriere.it)
Armand Duplantis ( foto corriere.it)
FASTWEB

Il primatista mondiale Armand Mondo Duplantis ha realizzato la migliore prestazione mondiale dell’anno del salto con l’asta superando 6.10m al Serbian Indoor Meeting di Belgrado, tappa del circuito World Indoor Tour Bronze.

Il ventunenne svedese è tornato a gareggiare dopo una pausa precauzionale di due settimane a causa di un piccolo infortunio alla coscia subito a Liévin, dove si era imposto con 5.86m lo scorso 9 Febbraio.

Duplantis ha avuto bisogno di due tentativi per superare la misura d’ingresso di 5.60m, ma ha centrato 5.80m al primo salto assicurandosi la vittoria.

Il campione olimpico Thiago Braz Da Silva e il bronzo iridato Piotr Lisek hanno condiviso il secondo posto a pari merito con 5.70m.

Duplantis ha valicato l’asticella a 6.00m e a 6.10m sempre al primo tentativo prima di mancare di poco una prova alla quota del record del mondo a 6.19m.

Dopo un altro errore Duplantis ha iniziato a sentirsi stanco e ha deciso di fermarsi per risparmiare le energie in vista della prossima gara agli Europei di Torun, dove lo scorso anno realizzò il primato del mondo con 6.17m.

La campionessa mondiale indoor Ivana Spanovic ha vinto il salto in lungo femminile con 6.71m nella sua città natale, dove nel 2017 trionfò agli Europei Indoor con il record personale di 7.24m. La serba aveva saltato 6.75m ai Campionati balcanici dello scorso fine settimana.

La britannica Jazmin Sawyers ha migliorato il personale stagionale con 6.50m.

Ivana Spanovic (foto Getty Images)
Ivana Spanovic (foto Getty Images)

Il finalista iridato Armin Sinancevic ha vinto il getto del peso migliorando il record serbo con 21.25m al secondo tentativo. L’atleta di casa ha realizzato altri due lanci oltre i 21 metri con 21.18m e 21.05m. Il bosniaco Mesud Pezer si è classificato secondo con 20.78m.

Il velocista napoletano dell’Atletica Riccardi Milano Massimiliano Ferraro ha vinto la finale dei 60 metri in 6”74 dopo essersi classificato secondo nella batteria in 6”81.

Hassane Fofana si è piazzato al secondo posto sui 60 ostacoli in 7”86 ad un centesimo di secondo dall’italo serbo Luca Trgocevic.

Il primatista italiano juniores Lorenzo Simonelli si è classificato al quarto posto in 7”93 precedendo Francesco Ferrante (8”03).

La finalista olimpica del salto in alto Morgan Lake è tornata a buoni livelli migliorando il personale stagionale con 1.96m.

L’albanese Izmir Smajlaj (campione europeo indoor 2017 a Belgrado) si è imposto nel salto in lungo con 7.91m.

Andrea Miklos (argento ai Mondiali Under 20) si è aggiudicata i 400 metri femminili in 52”24.

 

 

Sport OK Junior