Carolina Visca (foto FIDAL)
Carolina Visca (foto FIDAL)
FASTWEB

Ricevo e pubblico, con grande piacere, un video della forte giavellottista romana, Carolina Visca, atleta di neanche 20 anni, forse con possibilità ridotte di ottenere, quest’anno, la qualificazione per le Olimpiadi, ma colpita ovviamente come tutti noi da quanto sta accadendo nel mondo.

Le avevo chiesto un contributo spontaneo, poche parole, sullo spostamento dei Giochi Olimpici, ma lei ha voluto preparare, con estremo impegno e diligenza, un vero e proprio discorso e ha parlato, come davanti a una platea immensa, per far giungere a più persone possibili, la sua ansia di atleta, ma soprattutto di giovane donna.

Non voglio aggiungere altro perché qualsiasi cosa dicessi sarebbe riduttiva. Mi auguro solamente che più gente possibile possa guardare questo video di cui sotto, in ogni caso, allego anche il testo.

Il messaggio di Carolina

Il testo del video di Carolina

Ciao Ferdinando e ciao a tutti.

E’ un momento particolare. Qualcosa di più importante passa sopra ai nostri sogni: in questo momento il nostro modo di fare sport è diverso dal solito.

Purtroppo solo alla fine di questo tragico evento potremo riprogrammare i nostri appuntamenti agonistici e, per ora, non ci resta che lavorare con la stessa resilienza con cui abbiamo fatto sempre.

Le Olimpiadi sono il sogno più grande che un atleta possa ambire e tutti noi dobbiamo prepararle in questo clima difficile.

Fa parte del nostro dovere di atleti adempiere ad ogni circostanza in cui ci troviamo, è questa la nostra forza: la capacità di adattarsi a qualsiasi situazione, per ricavarne il meglio, è una delle doti più importanti che ognuno di noi può mettere in campo e, alla stessa maniera, dobbiamo farlo per bloccare la diffusione del virus.

Questo momento per noi è anche un’occasione per prepararci ad onorare la nostra maglia azzurra e la nostra Italia che che sta subendo problematiche gravissime.

Mi auguro (e naturalmente auguro anche a tutti gli atleti/e che perseguono la stessa causa) di farcela ad acquisire il pass olimpico per Tokyo 2021, con la speranza che tutto questo finisca, per tornare a sorridere insieme.

In ogni caso di questa terribile esperienza rimarrà una traccia indelebile nella storia dell’evoluzione umana, ma soprattutto una cicatrice nei nostri cuori per tutte le perdite subite.

Dobbiamo combattere tutti insieme, nel limite delle nostre possibilità, per il successo, al fine di innalzare soprattutto la dignità dei nostri caduti. Con questo messaggio voglio inviare un augurio a tutti coloro che in modo silenzioso, in questo momento, stanno lottando per vincere e far vincere l’Olimpiade della vita. Grazie a tutti e a presto”.

Fastweb Fibra