Sandi Morris (foto AthleteBiz)
Sandi Morris (foto AthleteBiz)
FASTWEB

Le emozioni della grande giornata del salto con l’asta non si sono esaurite con il record del mondo di Mondo Duplantis a Torun, ma sono proseguite oltreoceano ai Millrose Games di New York, il più antico meeting indoor a livello mondiale.

La statunitense Sandi Morris ha vinto il salto con l’asta femminile con 4.91m al primo tentativo dopo aver superato 4.65m alla seconda prova, 4.75m alla prima, 4.81m alla seconda e 4.91 alla prima.

La vice campionessa del mondo e olimpica ha fatto mettere successivamente l’asticella alla quota di 5.04m (un centimetro in più rispetto al record del mondo della connazionale Jenn Suhr).

Record statunitense nel miglio femminile

Ellie Purrier ha regalato a sorpresa il primato statunitense del miglio femminile con 4’16”85, prestazione che si colloca al secondo posto delle liste all-time a livello mondiale alle spalle di Genzebe Dibaba.

Il precedente primato statunitense era detenuto dalla grande Mary Decker Slaney (4’20”5).

La tedesca Konstanze Klosterhalfen ha migliorato il record nazionale di due secondi con 4’17”62 (terzo miglior crono di sempre) dopo un passaggio ai 1500 metri in 3’59”87 arrivando a 12 centesimi di secondo dal primato europeo della romena Doina Melinte.

La giovane britannica Jemma Reekie ha fatto registrare il quarto miglior tempo di sempre con 4’17”88 (dopo un passaggio ai 1500 metri in 4’00”52) una settimana dopo aver battuto la compagna di allenamenti Laura Muir stabilendo il record nazionale degli 800 metri con 1’57”91 a Glasgow.

La canadese Gabriela Debues Stafford (compagna di allenamento di Muir e Reekie) ha siglato il record nazionale con 4’19”73.

Era soltanto la mia seconda gara dell’anno e non sapevo esattamente in quale stato di forma fossi”, ha detto Purrier.

Brazier quinto di sempre sugli 800 metri

Il campione del mondo di Doha 2019 Donovan Brazier ha vinto gli 800 metri in 1’44”22 stabilendo il record nordamericano e il quinto crono all-time. Brazier ha limato di 19 centesimi di secondo il suo precedente primato di questa distanza stabilito in occasione del secondo posto alle spalle del keniano Michael Saruni nell’edizione 2019 dei Millrose Games.

Bryce Hoppel (campione NCAA e quarto ai Mondiali di Doha nel 2019) si è piazzato al secondo posto con 1’45”70.

Crouser lancia oltre i 22 metri per la prima volta nel 2020

Il campione olimpico Ryan Crouser ha realizzato il primo lancio a livello mondiale oltre i 22 metri ottenendo 22.19m. Notevoli anche il secondo e il terzo miglior lancio misurati rispettivamente a 21.69m e a 21.59m.

Il campione del mondo della straordinaria gara iridata di Doha 2019 Joe Kovacs si è classificato al secondo posto con 21.89m davanti a Payton Otterdahl (21.59m).

Harrison batte Ali sui 60 ostacoli

La primatista del mondo dei 100 ostacoli Kendra Harrison   ha vinto i 60 ostacoli in 7”90 davanti alla campionessa del mondo Nia Ali (7”96), a Payton Chadwick (8”00) e a Brittany Anderson (8”02).

Il vice campione NCAA Daniel Roberts si è imposto sui 60 ostacoli in 7”64 precedendo di cinque centesimi il cinese Wenhjun Xie.

Il ritorno di Baker sui 60 metri

I Millrose Games hanno fatto registrare il ritorno a buoni livelli di Ronnie Baker, che ha fermato il cronometro in 6”54 sui 60 metri precedendo il vincitore del meeting di Boston Demek Kemp.

Javianne Oliver si è imposta sui 60 metri in 7”13 davanti a Morolake Akinosoun (7”16) e alla campionessa mondiale juniores Briana Williams (7”18). La pluricampionessa olimpica e mondiale Allyson Felix si è piazzata al sesto posto in 7”32.

Il vice campione del mondo dei 400 ostacoli Raj Benjamin ha fatto registrare un buon 32”25 sui 300 metri precedendo Justyn Robinson (33”17).

La statunitense Wadeline Jonathas (quarta ai Mondiali di Doha) ha conquistato il successo sui 400 metri femminili in 51”93 precedendo Jaide Stepter (53”03) e a Courtney Okolo (53”08).

La medaglia di bronzo dei Mondiali di Doha Ajee Wilson si è aggiudicata gli 800 metri in 1’58”29 davanti alla giamaicana Natoya Goule (1’59”35).

In conclusione di serata il britannico Chris O’Hare ha vinto il celebre Wanamaker Mile in 3’55”61 davanti all’australiano Olli Hoare (3’56”47), allo statunitense Rob Napolitano (3’56”56), al neozelandese Nick Willis (3’56”72) e al norvegese Filip Ingebrigtsen (3’56”99).

I Millrose Games si sono svolti dal 1914 al 2011 al Madison Square Garden e si sono trasferiti all’Armory Track nel 2012. Durante il meeting si è svolta la cerimonia di consegna della World Athletics Heritage Plaque agli organizzatori del meeting di New York come riconoscimento per il valore storico della manifestazione.

 

Sport OK Junior