Paolo Dal Molin (foto FIDAL)
Paolo Dal Molin (foto FIDAL)
FASTWEB

Paolo Dal Molin è certamente uno degli azzurri più in forma del momento e, con la sua ottima prestazione di martedì sera a Liévin, ha dimostrato di essere tornato nella condizione delle sue migliori stagioni, come quella del 2013 quando stabilì il primato italiano dei 60 ostacoli con 7″51.

In Francia ha corso in 7″55 nella finale in cui è arrivato terzo, e la sensazione è che quel suo record possa essere attaccato, a breve, a cominciare da domani pomeriggio quando gareggerà ancora, in Lussemburgo, al CMCM Indoor Meeting.

Tra l’altro, grazie alla sua eccellente condizione, Paolo potrà certamente puntare a qualcosa di importante nei prossimi Euroindoor di Torun in Polonia, dal 4 al 7 marzo, in una manifestazione che gli è particolarmente cara in quanto, il suo primato di 7″51, lo ottenne conquistando la medaglia d’argento nella rassegna continentale al coperto di Goteborg 2013.

In gara con lui, in Lussemburgo, anche Hassane Fofana apparso leggermente sottotono alla prima uscita.

Vladimir Aceti (foto Colombo/FIDAL)
Vladimir Aceti (foto Colombo/FIDAL)

Sempre domani, in Belgio a Gent, ci sarà un importante debutto, quello di Vladimir Aceti, titolare della staffetta 4×400 che certamente parteciperà, con ottime possibilità, agli europei al coperto.

All’Ifam Indoor ci saranno anche delle mezzofondiste azzurre tra cui Elena Bellò negli 800, Gaia Sabbatini nei 1500 e, al maschile, Mohad Abdikadar nei 1500, Eugenio Meloni nell’alto e Gabriele Aquaro negli 800.

Domenica, invece, a Val-de-Reuil, in Francia, primo 400 metri dell’anno per Ayomide Folorunso.

 

Sport OK Junior