Il 2021 dei super atleti nel mondo

La retrospettiva della stagione dedicata alle prove multiple

FASTWEB

Le prove multiple sono quella specialità dell’atletica in cui, nello spazio di soli due giorni, si affrontano tante gare distinte, in particolare 10 per gli uomini e 7 per le donne, per cui qui pochi che riescono a sopportare un tale sforzo fisico, oltre che mentale, non possono che essere considerati dei super atleti.

Il particolare dispendio di energie che viene richiesto per tali discipline fa si naturalmente che, le competizioni di decathlon maschili ed eptathlon femminili, non siano tantissime nel corso di un anno agonistico all’aperto, e allora riviviamo i momenti salienti incominciando al Re incontrastato del 2021, Damian Warner che ha dominato la stagione 2021 superando la magica barriera dei 9000 punti in occasione della prima medaglia d’oro olimpica della sua carriera con il nuovo record a cinque cerchi di 9018 punti.

Il fuoriclasse canadese ha eguagliato il suo primato mondiale di specialità sui 100 metri in una gara di decathlon con 10”12 alle Olimpiadi di Tokyo.

Warner ha coronato una stagione indimenticabile diventando il primo decatleta della storia a produrre una media dei punteggi di oltre 9000 punti calcolata su due o più gare disputate nell’arco di un anno.

Era dal 1996 che non si registrava un livello tecnico così alto. Cinque decatleti hanno superato 8600 punti. Dodici sono andati oltre gli 8400 punti e quarantaquattro hanno realizzato punteggi superiori agli 8000 punti.

Per vincere la prima medaglia d’oro in una grande rassegna internazionale Warner ha dovuto battere avversari di grandissimo livello come il primatista mondiale di decathlon Kevin Mayer e il giovane talento australiano Ashleigh Moloney.

Mayer è tornato ad esprimersi su eccellenti livelli dopo l’infortunio che lo ha frenato durante il decathlon dei Mondiali di Doha 2019. Il decatleta francese ha vinto la seconda medaglia d’argento olimpica consecutiva della sua carriera con 8726 punti. Malgrado questa prestazione di grande livello Mayer ha concluso la sua prova con un distacco di quasi 300 punti da Warner.

Moloney ha vinto la medaglia di bronzo stabilendo il primato dell’Oceania con 8649 punti.

La stagione del circuito Combined Events Challenge (ora chiamato World Athletics Combined Events Tour a partire dal 2022) è iniziata nell’ultimo fine settimana di Aprile con il Multistars di Lana in Alto Adige, che ha fatto registrare la vittoria del norvegese Martin Roe con 8055 punti.

A fine Maggio Warner ha stabilito due migliori prestazioni all-time di decathlon nel salto in lungo con 8.28m e sui 110 ostacoli con 13”36 in occasione della sesta vittoria della sua carriera all’Hypo Meeting di Goetzis con 8995 punti davanti al giovane connazionale Pierce LePage (8534 punti).

Dopo la doppietta canadese a Goetzis, la Repubblica Ceca ha dominato la terza tappa del circuito iridato ad Arona vicino a Tenerife in Spagna piazzando due atleti al primo e al secondo posto. Nella località sulle Isole Canarie Jiri Sykora ha conquistato il successo con 8122 punti battendo il connazionale Adam Sebastian Helcelet (8058 punti).

I migliori atleti tedeschi hanno gareggiato al meeting di Ratingen sfidandosi per i tre posti in palio per le Olimpiadi di Tokyo. Kai Kazmirek ha conquistato il successo con 8184 punti ottenendo il pass per il Giappone.

Lo statunitense Garrett Scantling è tornato a grandi livelli dopo un periodo di pausa dal decathlon per dedicarsi al football americano a seguito della mancata qualificazione ai Giochi Olimpici di Rio de Janeiro 2016 e nel corso della stagione 2021 ha vinto il decathlon ai Trials statunitensi stabilendo il primato personale con 8647 punti in una gara dove quattro atleti hanno superato la barriera degli 8400 punti.

Sempre negli Stati Uniti il ventitreenne estone Karel Tilga ha dominato la stagione universitaria vincendo i titoli NCAA indoor nel pentathlon con 6264 punti (record personale) e outdoor nel decathlon con 8261 punti e ha stabilito il record personale nel decathlon con 8484 punti in Aprile.

Durante la stagione invernale Kevin Mayer ha vinto la medaglia d’oro nell’eptathlon agli Europei Indoor di Torun con 6392 punti mancando il suo record europeo indoor di 87 punti.

Il Canada ha piazzato due atleti ai primi cinque posti delle liste mondiali stagionali, ma gli Stati Uniti sono stati la migliore nazione nel complesso con venti specialisti tra i primi 100 delle graduatorie mondiali (dieci dei quali con oltre 8000 punti). La Germania è la seconda miglior nazione con 12 atleti nella top 100 davanti all’Estonia, terza con otto atleti.

Damian Warner (foto Colombo/FIDAL)
Damian Warner (foto Colombo/FIDAL)

Liste mondiali stagionali

  • Damian Warner (Canada) 9016 punti (Olimpiadi di Tokyo 5 Agosto)
  • Kevin Mayer (Francia) 8726 punti (Olimpiadi di Tokyo 5 Agosto)
  • Ashleigh Moloney (Australia) 8649 punti (Olimpiadi di Tokyo 5 Agosto)
  • Garrett Scantling (Stati Uniti) 8647 punti (Olimpiadi di Tokyo 5 Agosto)
  • Pierce LePage (Canada) 8604 punti (Olimpiadi di Tokyo 5 Agosto)

Ranking mondiale di World Athletics

  • 1 Damian Warner 1473 punti
  • 2 Kevin Mayer 1400 punti
  • 3 Garrett Scantling 1351 punti
  • 4 Ashley Moloney 1347 punti
  • 5 Pierce LePage 1347 punti

Il podio olimpico

  • 1 Damian Warner 9018 punti
  • 2 Kevin Mayer 8728 punti
  • 3 Ashley Moloney 8649 punti
Finalisti decathlon Tokyo 2021 (foto Colombo/FIDAL)
Finalisti decathlon Tokyo 2021 (foto Colombo/FIDAL)

Eptathlon femminile

Nafissatou Thiam ha vinto i due più importanti titoli internazionali della stagione ed è diventata la seconda eptatleta a vincere la seconda medaglia d’oro alle Olimpiadi dopo la statunitense Jackie Joyner Kersee, che trionfò in due edizioni consecutive a Seul nel 1988 e a Barcellona nel 1992.

La ventisettenne belga ha gareggiato in due gare di prove multiple nel 2021 trionfando agli Europei Indoor di Torun stabilendo il primato nazionale del pentathlon con 4904 punti e alle Olimpiadi di Tokyo nell’eptathlon con 6791 punti. Nelle prime due prove della prima giornata Thiam ha rinnovato il duello con la britannica Katarina Johnson Thompson, che si è dovuta ritirare per un nuovo infortunio durante i 200 metri.

L’olandese Anouk Vetter ha concluso la prima giornata in testa davanti a Thiam dopo aver corso i 200 metri di 23”81. La lotta per la medaglia d’oro è rimasta incerta fino al salto in lungo quando Vetter e Thiam hanno realizzato 6.60m e 6.47m. Thiam ha messo al sicuro la vittoria realizzando l’eccellente misura di 54.68m nel lancio del giavellotto.

Vetter ha vinto la medaglia d’argento stabilendo il record olandese con 6669 punti. L’altra olandese Emma Oosterwegel si è rivelata come il nome nuovo dell’eptathlon vincendo la medaglia di bronzo con il record personale di 6590 punti.

Non sono stati battuti primati del mondo o record olimpici, ma l’eptathlon delle Olimpiadi di Tokyo ha prodotto una delle più grandi gare nella storia della rassegna a Cinque Cerchi per qualità di risultati con cinque atlete oltre i 6500 punti e otto atlete oltre i 6400 punti. Soltanto alle Olimpiadi di Rio de Janeiro 2016 è stato un livello tecnico migliore.

Nel complesso la stagione ha prodotto un totale di 23 atlete in grado di superare 6300 punti.

Vidts-Thiam (foto Colombo/FIDAL)
Vidts-Thiam (foto Colombo/FIDAL)

I cinque meeting del Challenge Mondiale di prove multiple ha fatto registrare le vittorie di cinque atlete diverse. La giovane spagnola Maria Vicente ha vinto la prima tappa del circuito al Multistars di Lana con 6304 punti davanti all’irlandese Kate O’Connor (6297 punti).

L’ungherese Xenia Krizsan ha conquistato il successo all’Hypo Meeting di Goetzis stabilendo il record nazionale con 6651 punti battendo Anouk Vetter (6536 punti) e la statunitense Kendell Williams (6383 punti).

La cinese Zheng Ninali si è aggiudicata il primo posto nel meeting di Arona con 6358 punti. La canadese Georgia Ellenwood ha trionfato la tappa tedesca di Ratingen con 6314 punti.

La gara dei Trials olimpici statunitensi inserita nella classifica del Challenge ha prodotto il livello tecnico più alto di tutta la stagione al di fuori delle Olimpiadi di Tokyo. Annie Kunz (vincitrice al Multistars di Lana nel 2019) ha compiuto uno straordinario progresso vincendo alle selezioni olimpiche di Eugene con 6703 punti battendo Kendell Williams (6683 punti) e Erica Bougard (6667 punti).

Per la seconda volta nella storia tre atlete hanno superato il muro dei 6600 punti in una manifestazione di livello nazionale nell’eptathlon.

Anouk Vetter-Emma Oosterwegel (foto Colombo/FIDAL)
Anouk Vetter-Emma Oosterwegel (foto Colombo/FIDAL)

Liste mondiali stagionali

Nafissatou Thiam (Belgio) 6791 punti (Olimpiadi di Tokyo 5 Agosto)

Annie Kunz (Stati Uniti) 6703 punti (Eugene 27 Giugno)

Anouk Vetter (Olanda) 6689 punti (Olimpiadi di Tokyo 5 Agosto)

Kendell Williams (Stati Uniti) 6683 punti (Eugene 27 Giugno)

Erica Bougard (Stati Uniti) 6667 punti (Eugene 27 Giugno)

Ranking mondiale di World Athletics

  • 1 Nafissatou Thiam 1423 punti
  • 2 Anouk Vetter 1360 punti
  • 3 Noor Vidts 1317 punti
  • 4 Kendell Williams 1305 punti
  • 5 Annie Kunz 1295 punti

Podio olimpico di Tokyo 2021

  • 1 Nafissatou Thiam 6791 punti
  • 2 Anouk Vetter 6689 punti
  • 3 Emma Oosterwegel (Olanda) 6590 punti
Finaliste eptathlon Tokyo 2021 (foto Colombo/FIDAL)
Finaliste eptathlon Tokyo 2021 (foto Colombo/FIDAL)
Sport OK Junior