Delegazione italiana (foto FIDAL)
Delegazione italiana (foto FIDAL)
FASTWEB

Per Alfio Giomi, il Presidente della FIDAL, l’assegnazione all’Italia, Roma in particolare, dell’organizzazione degli Europei di Atletica 2024 rappresenta una grandissima soddisfazione e, sicuramente, il coronamento del suo grande impegno profuso in 8 anni di Presidenza che sta per abbandonare.

È un successo di tutti. L’atletica italiana ha fatto da collante all’impegno del Governo, del ministro Vincenzo Spadafora che vorrei ringraziare per il supporto fortissimo che ci ha dato.

Ma non voglio dimenticare chi ha aperto la strada, cioè Giancarlo Giorgetti. Abbiamo trovato un grandissimo sostegno da parte della città di Roma, un sostegno straordinario da Sport e Salute e dal CONI, e la Regione Lazio ha avuto un ruolo fondamentale.

Ora l’atletica italiana ha un obiettivo importante di fronte a sé e la promozione di questo campionato europeo farà crescere la nostra meravigliosa disciplina.

Questo 2020 è stato particolare ma l’atletica ha fatto vedere in Italia, in Europa e nel mondo di saper affrontare anche i momenti più drammatici. Tutti insieme abbiamo dimostrato che ce la possiamo fare, questo è il nostro messaggio.

Per i ragazzi che amano la maglia azzurra, avere un evento come questo, gareggiare di fronte a 50mila spettatori, essere protagonisti in casa, è un sogno che si realizza”.

Queste le sue prime dichiarazioni, ma anche tantissimi atleti azzurri hanno manifestato, appena giunta la splendida notizia, la loro soddisfazione per la possibilità di poter gareggiare, per un evento così importante, davanti ai propri tifosi.

Su tutti vi riportiamo le parole di tre delle principali icone dell’Atletica Italiana, Gianmarco Tamberi, Filippo Tortu e, il bronzo mondiale di Doha 2019, Eleonora Giorgi.

L’entusiasmo di Gimbo

Sono troppo contento, vuol dire che avrò ancora più motivazioni per allungare la mia carriera. Ho sempre sognato di fare una gara di così alto livello in Italia, questa federazione si è meritata in pieno l’assegnazione degli Europei, ero in contatto minuto per minuto con la sede federale per avere aggiornamenti sull’andamento della presentazione e sul voto.

C’era ottimismo ed è bellissimo così, perché nel 2024 la nostra squadra azzurra così promettente sarà al culmine: ci saranno giovani al top. Io sarò un atleta non più giovane ma anche per me sarà una figata”.

Gianmarco Tamberi (foto Colombo/FIDAL)
Gianmarco Tamberi (foto Colombo/FIDAL)

La gioia di Filippo

Avevo pianificato di correre all’Olimpico nel 2024. Non è stato possibile per le Olimpiadi ma sono davvero contentissimo che lo sarà per gli Europei. La nostra Nazionale potrà esprimere talenti fortissimi e io non vedo l’ora di esserci, in curva o sul rettilineo, ovunque sia.

Vorrei farlo diventare l’Europeo più bello della mia carriera e quello a cui abbiamo assistito oggi è certamente un segnale bellissimo per tutta la nostra atletica leggera”.

Filippo Tortu (foto FIDAL/Colombo)
Filippo Tortu (foto FIDAL/Colombo)

La soddisfazione di Eleonora

Ho sempre sognato di fare una grande manifestazione in Italia e nel 2024 spero di esserci anch’io. Gareggiare in casa dà sempre una… marcia in più!

Sono contentissima, perché gli azzurri avranno la possibilità di sentire l’affetto del pubblico e io comincio già adesso ad allertare gli amici. L’Olimpico è spettacolare, ricordo l’emozione che ho provato quando ero in tribuna per il Golden Gala. Per i giovani sarà un bello stimolo e possono puntare a questo obiettivo, per poi sognare ancora più in grande.

Ma piacerebbe anche a me potermi confermare tra le migliori europee. Una buona notizia, che dà speranza e consente di guardare verso il futuro”.

Eleonora Anna Giorgi (foto FIDAL/Colombo)
Eleonora Anna Giorgi (foto FIDAL/Colombo)

 

Fastweb Fibra