Marta Zenoni - Gabriella Dorio ( Foto SprintAcademy)
Marta Zenoni - Gabriella Dorio ( Foto SprintAcademy)
FASTWEB

Celebrati ieri sera, nel’impianto indoor di via Monte Gleno, a Bergamo, i 60 anni di una delle più gloriose e prestigiose Società Sportive, l’Atletica Bergamo 1959 Oriocenter.

In verità, i festeggiamenti erano già stati programmati per il 22 marzo scorso ma, durante l’evento, il grande ex velocista bergamasco Vincenzo Guerini aveva avuto un grave malore e la cerimonia era stata sospesa.

Ieri sera Vincenzo era presente sul palco, perfettamente ripresosi, ne siamo molto felici, e per lui c’è stato l’applauso più fragoroso dei numerosissimi presenti tra cui ricordiamo il sindaco di Bergamo Giorgio Gori, il Presidente della Fidal Alfio Giomi, il Presidente della Fidal Lombardia Gianni Mauri.

Padrone di casa il Presidentissimo Achille Ventura, a cui faccio i miei personali complimenti per l’ottima organizzazione dell’evento.

Tantissime le premiazioni di atleti di ogni età, dal passato al presente attualissimo e, una su tutte, come la ciliegina sulla torta, alla fine dell’evento, quella dell’atleta più rappresentativa del momento, Marta Zenoni.

La talentuosissima atleta, tornata in questa stagione a ottimi livelli dopo qualche anno  complicato, è stata premiata dalla grande ex olimpionica Gabriella Dorio.

Marta, con cui ho, poi, parlato brevemente, è reduce da un piccolo infortunio al piede che le impedirà di disputare la stagione indoor ma si è detta carica, come non mai, e pronta per una grande stagione all’aperto da protagonista.

Un ricordo dell’epoca

Girando per l’impianto ho trovato appeso un ritaglio di giornale del 1960 che celebrava un anno dalla fondazione dell’Atletica Bergamo 1959.

Era del quotidiano serale “La Notte” che tanti ricordi, pur se da bambino, mi riporta in mente

Giornale del 1960 (foto SprintAcademy)
Giornale del 1960 (foto SprintAcademy)
Fastweb Fibra