Pista atletica (foto libera)
Pista atletica (foto libera)
FASTWEB

Definite dal gruppo di lavoro “Calendari e Regolamenti”, coordinato dal Presidente Federale Alfio Giomi, e composto dal vicepresidente vicario Vincenzo Parrinello, dai consiglieri Oscar Campari ed Elio De Anna, supportati nel compito dalla Direzione tecnica e dall’Area Organizzazione, le linee guida per la stagione agonistica 2020.

Il progetto sarà esaminato, discusso e definitivamente approvato, nel corso della riunione del Consiglio federale del 27 maggio.

La prima grande novità da sottolineare è la necessaria divisione in due parti dei principali Campionati nazionali individuali: i titoli di tutte le gare di mezzofondo, alla luce delle limitazioni disposte per la diffusione del Coronavirus, verranno assegnati, secondo la proposta, nel corso di una manifestazione fatta solo per queste specifiche discipline, che si svolgerà il 10-11 (o il 17-18) ottobre a Modena.

Per tutte le altre gare, la precedente location degli assoluti di La Spezia è stata, per quest’anno, cancellata e si dovrebbe gareggiare a Padova dal 28 al 30 agosto, mentre dall’11 al 13 settembre, a Rieti, per gli allievi, e dal 18 al 20 settembre, a Grosseto, per gli Under 20 e le Promesse.

C’è anche un’ipotesi di campionato italiano master da effettuarsi a Ottobre ma con una data ancora da definire.

Entro una settimana ne sapremo, in ogni caso, di più con lo specifico dettaglio per ogni gara, anticipando che quelle di velocità, dai 100 ai 400 metri, dovrebbero svolgersi a corsie alternate, mentre per i salti, alto e asta, ogni atleta dovrebbe avere un tappetino personalizzato per l’atterraggio.

Sport OK Junior