Letesenbet Gidey (foto organizzatori)
Letesenbet Gidey (foto organizzatori)
FASTWEB

Letesenbet Gidey

La giovane fuoriclasse etiope Letesenbet Gidey si mise in luce vincendo due titoli mondiali under 20 consecutivi di corsa campestre nel 2015 e nel 2017, impresa riuscita in precedenza soltanto a Viola Kibiwott, Genzebe Dibaba, Faith Kipyegon.

Gidey ha iniziato la sua breve stagione 2020 con un secondo posto sui 5000 metri nel primo meeting della Wanda Diamond League a Montecarlo con 14’26”57 a quattro secondi dalla vincitrice Hellen Obiri.

Gidey è tornata a gareggiare ad inizio ottobre in occasione del World Record Day di Valencia nel giorno storico in cui sono caduti i due primati del mondo dei 5000 metri femminili e dei 10000 metri maschili nel giro di poche ore.

Con lo straordinario tempo di 14’06”62 Gidey ha polverizzato il precedente primato mondiale della connazionale Tirunesh Dibaba, che nel 2008 fermò il cronometro in 14’11”15 al Bislett Stadium di Oslo. Gidey è diventata la terza etiope di fila a stabilire un primato mondiale sui 5000 metri dopo Meseret Defar e Tirunesh Dibaba.

Letesenbet Gidey: “Sognavo di poter battere il primato del mondo da sei anni. Il mio prossimo obiettivo è diventare primatista mondiale dei 10000 metri”.

Gidey non aveva vinto una gara sui 5000 metri dal 2016 ma era stata battuta soltanto da avversarie del calibro di Hellen Obiri e Sifan Hassan in gare di altissimo livello di Diamond League.

Ai Campionati del Mondo di Doha Gidey conquistò la medaglia d’argento sui 10000 metri in 30’21”23 alle spalle di Sifan Hassan impressionando con una seconda frazione di 5000 metri cronometrata in 14’47” e un ultimo cronometro in 2’47”.

Oltre al titolo mondiale di cross juniores sul difficile percorso di Ahrus la stagione 2019 di Gidey è stata impreziosita anche dal record etiope sui 3000 metri (8’20”27) stabilito sulla pista di Stanford in occasione del Prefontaine Classic.

Joshua Cheptegei (foto organizzatori)
Joshua Cheptegei (foto organizzatori)

Joshua Cheptegei

Joshua Cheptegei ha esordito nel migliore dei modi nella stagione 2020 migliorando di 27 secondi il primato mondiale dei 5 km su strada correndo la distanza in 12’51” nella Monaco Run, corsa gestita dagli organizzatori del meeting Herculis.

Dopo la lunga pausa per il lockdown il ventitreenne ugandese è tornato nel Principato per correre i 5000 metri nella tappa inaugurale della Wanda Diamond League, dove ha riscritto la storia della specialità migliorando il primato del mondo di Kenenisa Bekele con 12’35”36. Cheptegei è transitato ai 3000 metri in 7’35”2 e ha corso ad un’andatura molto regolare con passaggi di 61 secondi a giro ed un ultimo 400 metri in 60 secondi.

Due mesi dopo il campione del mondo dei 10000 metri e di corsa campestre ha migliorato il il record mondiale dei 10000 metri a Valencia percorrendo la distanza in 26’11”00. Con l’aiuto dei pacemaker Cheptegei è transitato al passaggio intermedio di 5 km in 13’07”73.

E’ rimasto da solo negli ultimi 12 giri e, nonostante un leggero rallentamento durante il sesto chilometro, è tornato in tabella di marcia per battere il record grazie alla “wavelight technology”, un sistema luminoso che sul cordolo della pista guida gli atleti dettando il ritmo da mantenere.

Joshua Cheptegei: “Volevo riscrivere la storia e regalare alla gente un grande momento da ricordare in questo anno difficile”.

Cheptegei ha concluso la stagione con un quarto posto ai Mondiali di mezza maratona di Gdynia in 59’21”, una delle migliori prestazioni di sempre al debutto sulla distanza dei 21 km. Soltanto in tre edizioni di questa manifestazione iridata il vincitore aveva corso più velocemente di Cheptegei.

Il connazionale Jacob Kiplimo ha vinto la medaglia d’oro a 19 anni stabilendo il record dei campionati con 58’49”. Cheptegei e Kiplimo hanno guidato la nazionale ugandese alla medaglia di bronzo a squadre.

Fastweb Fibra