L’ultimo trionfo di uno storico 2021 per l’Atletica Italiana

    Tre medaglie d'oro olimpiche dell'atletica protagoniste dei Gazzetta Sports Awards

    FASTWEB

    La cerimonia dei Gazzetta Sports Awards, che si tiene ormai da tanti anni verso la metà di dicembre, rappresenta sempre una grande celebrazione per le imprese di quegli sportivi che si sono particolarmente contraddistinti durante tutta la stagione agonistica.

    Sono premi determinati da sondaggi e da scelte effettuate da una giuria competente ma, al di là dei criteri di scelta, è veramente importante la risonanza mediatica determinata da tali riconoscimenti e, per questo, siamo molto felici da appassionati di atletica che cerchiamo di raccontare tutti i giorni, che i due premi principali, quello di atleta uomo e di atleta donna dell’anno siano andati al campione olimpico dei 100 metri e della 4×100, Marcell Jacobs, e alla regina della 20 km di marcia, Antonella Palmisano.

    A coronamento di questa ulteriore serata magica per il nostro sport anche il premio speciale ‘Emozione dell’anno’ assegnato alla medaglia d’oro del salto in alto e campione della Diamond League, Gianmarco Tamberi.

    Le dichiarazioni di Marcell: “Ho sentito la spinta di tutti gli italiani, è stato un anno di grandi cose e spero continui nelle prossime stagioni. Il record di Bolt? Si pensa ma non si dice. Non ci sono limiti, ogni giorno lavoriamo per migliorarci e per fare soltanto ciò che fanno i numeri uno”.

    Le parole di Antonella: “Dopo le Olimpiadi, tanti sono stati i messaggi di ragazzine e ragazzini che mi hanno detto… un giorno vorrei diventare come te! Essere il loro punto di riferimento è una medaglia invisibile che resterà per sempre. Vedere così tanta gente che si sta avvicinando alla marcia è bellissimo. La gara dei Giochi? Quel giorno le altre andavano troppo lente rispetto a me.”

    Il commento di Gianmarco: “Io mi sono emozionato più di tutti! Faccio ancora fatica a credere che sia vero, quando vedo quelle immagini mi vengono i brividi e mi metto sempre a piangere. È un momento che ha esaltato la vittoria ma anche l’amicizia. E adesso? La voglia di vincere non finisce, noi sportivi ci nasciamo, non siamo mai soddisfatti”.

    Gianmarco Tamberi (foto Colombo/FIDAL)
    Gianmarco Tamberi (foto Colombo/FIDAL)
    Sport OK Junior