Crippa e Vallortigara per migliorare il medagliere degli azzurri

Il sorprendente Barontini sugli 800 maschili potrebbe regalare un'altra grande prestazione

FASTWEB

Si concluderà questa sera la 25esima edizione dei Campionati Europei di atletica leggera, con le ultime finali, ed anche le semifinali dei 100 ostacoli femminili, con impegnati quattro azzurri in gare individuali oltre alla staffetta 4×100 femminile.

Per l’Italia buone possibilità di aumentare il numero dei podi raggiunti che, sinora sono stati 9, per avvicinare il più possibile i 12 di 32 anni fa, quando l’Italia ne conquistò 12 cui 5 ori, 2 argenti e 5 bronzi, a Spalato 1990, e cercando possibilmente di superare i 10 del 1986 a Stoccarda, 2 ori, 6 argenti e 2 bronzi.

Le possibilità sono certamente buone in tal senso, con il mezzofondista trentino Yeman Crippa che, dopo il bronzo dei 5000 metri, punterà certamente ad un risultato ancor migliore sui 10.000 dove parte con i favori del pronostico ma, negli ultimi giorni, alcune situazioni agonistiche che si riteneva potessero andare in un certo modo per i nostri colori azzurri, si sono poi rivelate in un altro.

Ci sarà anche l’altro azzurro Pietro Riva che potrà puntare a un piazzamento onorevole.

Simone Barontini si è presentato alla manifestazione continentale con il24esimo tempo di accredito sugli 800 metri per cui, sembrava già proibitivo il passaggio del primo turno, ma invece è approdato alla finale a 8 con grande autorevolezza chiudendo secondo la sua semifinale.

Difficilissimo pensare a qualcosa di più che ad uno degli ultimi posti, ma il morale di Simone è chiaramente altissimo e, come Pietro Arese che nei 1500 ha sfiorato il grande colpo del bronzo, Barontini potrà correre con la mente totalmente sgombra da qualsiasi particolare aspettativa, e quindi magari inseguire un obiettivo apparentemente impossibile.

Elena Vallortigara, peraltro, nel salto in alto femminile andrà alla ricerca di un altro posto di prestigio sul podio, ma la concorrenza sarà certamente agguerrita e l’auspicio è che l’azzurra sia nell’eccellente condizione di Eugene, quando conquistò un bronzo molto prestigioso.

L’obiettivo della 4×100 italiana potrà, invece, essere quella di un buon crono e un discreto piazzamento, mentre per l’ostacolista Elisa Maria Di Lazzaro, impegnata nelle semifinali dei 100 ostacoli femminili, l’obiettivo finale sembra un sogno difficile da raggiungere.

Tutti gli orari degli del 21 agosto con anche gli azzurri presenti

  • 19.05 Alto F Finale: Elena Vallortigara
  • 19.10 100hs F Semifinali: Maria Elisa Di Di Lazzaro
  • 19.40 800 M Finale: Simone Barontini
  • 19.50 Giavellotto M Finale
  • 20.00 10.000 M Finale: Yeman Crippa, Pietro Riva
  • 20.45 100hs F Finale: ev. Elisa Maria Di Lazzaro
  • 21.12 4×100 M Finale
  • 21.22 4×100 F Finale: Italia
Sport OK Junior