Domani il Cross Internacional de Soria

Un'altra prova del World Athletics Cross Country Tour

FASTWEB

Il Cross Internacional de Soria, il terzo incontro Gold standard di questa stagione del World Athletics Cross Country Tour, si svolgerà domani sul circuito del Monte Valonsadero, un bellissimo bosco alla periferia di Soria, ben noto per essere stato un luogo di allenamento frequente per il campione olimpico dei 1500m del 1992 Fermín Cacho e il campione mondiale di maratona del 1997 e 1999 Abel Antón.

La gara di 10 km maschile presenta tre top-10 finisher dei Campionati del Mondo di Cross Country 2019, il duo ugandese Thomas e Joel Ayeko (nessun legame di parentela) e Thierry Ndikumwenayo del Burundi.

Mentre Thomas Ayeko è stato costretto a ritirarsi dalla gara di Amorebieta, lo scorso fine settimana, a causa di problemi di visto, è confermato invece che sarà in gara per questo evento.

Joel, che invece ha partecipato ad Amorebieta arrivando quarto, punterà a migliorare questo piazzamento a Soria.

Da seguire il debutto stagionale di Ndikumwenayo, che si è piazzato secondo a Soria nel 2019, affiancato dal suo più giovane connazionale Rodrigue Kwizera.

L’eritreo Yemane Hailesilassie, che è arrivato quinto nei 3000 siepi alle Olimpiadi di Tokyo, ha dimostrato di essere in ottima forma lo scorso fine settimana ad Amorebieta con un terzo posto finale e dovrebbe ancora una volta essere in lizza per un piazzamento di prestigio.

Le speranze locali riposeranno con Ayad Lamdassem, 40enne spagnolo che disputerà la sua prima gara da quando è arrivato quinto nella maratona olimpica di Sapporo mentre il connazionale Daniel Mateo, un maratoneta da 2h08’22 che si è piazzato 10° ai Campionati del Mondo 2019, gareggerà sul suo luogo di allenamento quotidiano.

Nella gara femminile di 8 km ancora in competizione a recente vincitrice di Amorebieta Francine Niyomukunzi del Burundi, che parteciperà alla sua quinta prova agonistica del mese.

All’inizio di ottobre ha stabilito il suo record nei 10 km su strada con 31’46 a Forlì, dove ha vinto davanti alla keniana Lucy Mawia Muli, un’altra partecipante alla gara di domenica. L’etiope Ayel Likina Amebaw è un’altra che dovrebbe essere in lizza per la vittoria a Soria.

La portoghese Mariana Machado, la medaglia di bronzo europea U20 di cross-country del 2019, sarà affiancata dalla connazionale Lia Lemos. Entrambe le ventenni si sono scontrate recentemente in una corsa su strada di 5 km a Lisbona, con Machado che ha vinto per quattro secondi in 16’14.

Marta Pérez, nata a Soria, che ha chiuso al nono posto nella finale olimpica dei 1500m con 4’00″12, suo personale, guida il contingente delle atlete spagnole.

I meteorologi prevedono una giornata piovosa e ventosa per domenica, ma una piacevole temperatura di 15C al momento dell’evento.

Sport OK Junior