Hellen Obiri atleta da battere a Madrid

Si corre oggi la San Silvestre Vallecana

FASTWEB

La San Silvestre Vallecana di Madrid è una delle più corse di San Silvestro più popolari del mondo e anche l’edizione di quest’anno si preannuncia di alto livello. La corsa madrilena, giunta alla cinquantasettesima edizione, è inserita nel circuito delle corse su strada World Athletics Elite Label.

La due volte campionessa mondiale e argento olimpico dei 5000 metri Hellen Obiri è l’atleta da battere nella gara femminile sulla distanza dei 10 km. La fuoriclasse keniana si classificò seconda nell’edizione del 2018 dopo un emozionante duello con l’attuale primatista mondiale della maratona Brigid Kosgei.

L’ottimo tempo di 29’59” non bastò per vincere, ma la trentaduenne keniana torna con l’obiettivo di conquistare il primo successo nella capitale spagnola.

Obiri affronterà l’etiope Degitu Azimeraw, che vinse la Maratona di Amsterdam al debutto sulla distanza battendo il primato del percorso con 2h19’26” nel 2019. Successivamente Azimeraw si è piazzata al sesto posto alla Maratona di Valencia nel 2020 in 2h19’56” e seconda a Londra in 2h17’58”, primato personale e undicesima migliore prestazione mondiale all-time. In pista ha realizzato un personale di 31’03”32” a Hengelo due anni fa.

Il cast presenta altre due atlete di altissimo livello come l’israeliana Lonah Salpeter e l’altra etiope Haven Hailu.

Salpeter ha stabilito la migliore prestazione europea sui 10 km con 30’05” a Tilburg nel 2019, un anno dopo aver conquistato la medaglia d’oro sui 10000 metri agli Europei di Berlino. Nella maratona olimpica di Sapporo è rimasta nel gruppo di testa fino al 36 km ma ha avuto problemi di stomaco.

Salpeter ha riscattato la delusione olimpica otto settimane dopo correndo in 2h18’54” a Londra, seconda migliore prestazione della sua carriera dopo il personale di 2h17’45” realizzato a Tokyo nel 2020.

Hailu si è classificata al terzo posto alla Maratona di Amsterdam in 2h20’19” lo scorso Ottobre. In gara sarà presente Likina Amebaw Ayel, atleta dal personale di 32’20” al 10 km.

Il ventiduenne burundese Rodrigue Kwizera è il favorito nella gara maschile di 10 km dopo le cinque vittorie nelle più importanti corse campestri spagnole di Soria, San Sebastian, Atapuerca, Siviglia e Venta de Banos. Il primato della manifestazione di 26’41” realizzato dall’ugandese Jacob Kiplimo sembra fuori dalla portata, ma Kwizera punta a scendere sotto i 28 minuti per la prima volta in carriera.

Rodrigue Kwizera (foto organizzatori Venta de Baños)
Rodrigue Kwizera (foto organizzatori Venta de Baños)

Il principale avversario di Kwizera è lo spagnolo Mohammed Katir, che nel corso dell’ultima stagione estiva ha realizzato tre primati nazionali sui 5000 metri con 12’50”79 a Gateshead, sui 1500 metri con 3’28”76 a Montecarlo e sui 3000 metri con 7’27”64 a Gateshead e si è classificato all’ottavo posto nella finale olimpica dei 5000 metri a Tokyo.

Lo scorso 28 Novembre Katir ha vinto la corsa su strada Jean Bouin di 10 km a Barcellona battendo l’eritreo Merhawi Mebrathu.

Oltre a Katir il cast propone altri atleti spagnoli di spicco come Nassim Hassaous e Abdesamad Oukhelfen, che si sono classificati rispettivamente settimo e dodicesimo nell’ultima edizione degli Europei di Cross di Dublino guidando la Spagna alla medaglia d’argento a squadre, i maratoneti Ayad Lamdassem (quinto alle Olimpiadi a Sapporo e primatista spagnolo con 2h06’35”) e Yago Rojo (2h08’56”) e lo specialista dei 1500 metri Ignacio Fontes.

Il keniano Shadrack Koech e l’ugandese Boniface Sikowo puntano a classificarsi tra i primi tre. Koech vanta un personale di 27’21” sui 10 km. Sikowo ha corso i 3000 siepi in 8’25”91 e la mezza maratona in 1h01’44”. Da seguire anche il diciannovenne keniano Emmanuel Kiplagat, che ha corso i 10000 metri in 28’28’02” in altura a Nairobi.

Sport OK Junior