L’israeliano Afrifah spunta dal nulla e beffa Tebogo nei 200 in 19″96

Grande sorpresa nel mezzo giro di pista dei mondiali under 20 di Cali

FASTWEB

Nella più attesa finale della quarta giornata dei campionati del mondo juniores di Cali, in Colombia, incredibile sorpresa nei 200 metri con il favoritissimo botswano Letsile Tebogo, già campione del mondo dei 100 con 10″91, che lotta sino all’ultimo centimetro in un fantastico testa a testa con l’israeliano Blessing Afrifah vittorioso alla fine, per pochi millesimi, con lo stesso ottimo crono di 19″96 che gli vale anche il nuovo record europeo under 20 (battuto il 20″04 di Ramil Guliyev del 2009) e la terza miglior prestazione al mondo di sempre tra gli juniores dopo quelle di Erriyon Knighton con 19″49 e di Usain Bolt con 19″93.

Veramente sorprendente la performance del 18enne velocista israeliano, di chiare origini di altre parti del mondo, che si è presentato a questi campionati con un personale di 20″55, peraltro avendo corso l’ultima gara il 20 luglio a Maccabi in 21″06, e poi si è sempre migliorato dalla batteria con 20″37, nella semifinale con 20″17 e infine compiendo il capolavoro della sua giovanissima carriera nella finale.

Embed from Getty Images

Nel salto con l’asta maschile il francese Anthony Ammirati vince con il nuovo personale di 5,75 che lo fa diventare il quarto under 20 di sempre, mentre nella gara femminile il successo arride alla statunitense Hana Moll con 4,35 superata alla terza prova.

Nei 400 metri, vittoria al maschile del sudafricano Lythe Pillay con 45″28 e della britannica Yemi Mari John con 51″50.

Nell’eptathlon femminile si conferma la finlandese Saga Vanninen con 6084 punti, dopo gli ori della scorsa stagione a Mondiali ed Europei U20.

Il video della finale dei 200 metri

Tutti i risultati

Sport OK Junior