Veronica Zanon (foto Colombo/FIDAL)
Veronica Zanon (foto Colombo/FIDAL)
FASTWEB

Dopo il record italiano under 20 di Dalia Kaddari, martedì scorso a Bellinzona nei 200 metri, un’altra diciannovenne riscrive la storia delle miglior prestazioni femminili juniores di sempre.

Questa mattina, alla conclusione della tre giorni di gare a Grosseto per i Campionati Italiani Juniores-Promesse, Veronica Zanon atterra al terzo salto a 13,84, superando il precedente limite del salto triplo di 13,73, del 2015, di Benedetta Cuneo.

In inverno Veronica, realmente una grande speranza dell’atletica italiana, aveva già ottenuto il primato al coperto, under 20, saltando 13,65.

Ci ho provato ed è arrivato, non mi sono mai focalizzata sui numeri o sui record e sempre pensato a saltar bene. Nonostante il rinvio dei Mondiali U20 di Nairobi abbiamo cercato di mantenere la forma ed è la prova che la programmazione funziona” queste le prime parole dell’atleta.

Per Zanon è la terza medaglia del weekend dopo la vittoria con la 4×100 e il secondo posto nel lungo, dietro la Iapichino, anche lì con il personale a 6,29.

Nella stessa gara del triplo, Lucrezia Sartori balza per la prima volta oltre i tredici metri con 13,07.

Record nel disco anche per Carmelo Musci

Carmelo Musci è veramente un campione polivalente, perché non è solo un grande pesista, suo il record italiano under 20 con peso da 7,260 Kg, ma anche un eccellente discobolo ed oggi lo dimostra ottenendo la miglior prestazione italiana juniores, anche in tale disciplina, con un lancio a 62,89 metri con disco da 1,750 Kg.

Secondo titolo, quindi, per Carmelo dopo quello del getto del peso di ieri.

Una grande soddisfazione arrivata all’ultimo lancio e dopo 4 turni in 2 giorni, è stato un tour de force. Ora non so più quale specialità scegliere tra disco e peso” queste le prime impressioni dell’atleta quasi stupito per la sua eccellente performance.

Tutti i risultati

 

Fastweb Fibra