FASTWEB

L’etiope Letesenbet Gidey (5000 metri), la giamaicana Danielle Williams (100 metri ostacoli), la statunitense Valarie Allman (lancio del disco), la bahamense Shaunae Miller Uibo (400 metri) e i tedeschi Julian Weber (lancio del giavellotto) e Kristin Pudenz (lancio del disco) sono le principali stelle internazionali del meeting ISTAF di Berlino in programma oggi pomeriggio allo Stadio Olimpico. Gli organizzatori del più famoso meeting tedesco hanno annunciato la presenza di circa 30000 spettatori.

“Vogliamo celebrare l’atletica insieme ai nostri fans più fedeli del meeting ISTAF. Saranno in gara 158 atleti e ci saranno 158 ragioni per essere presenti all’Olympia Stadion”, ha affermato il meeting director dell’Istaf di Berlino Martin Seeber.

Il cast del salto con l’asta maschile presenta cinque atleti con un personale in carriera oltre la barriera dei 6 metri. Compngono la starting list il filippino Ernest John Obiena, argento ai Mondiali di Budapest con 6.00m, Chris Nilsen, bronzo nella rassegna iridata in terra magiara con 5.95m, il due volte campione mondiale Sam Kendricks, tornato in grande forma con il secondo posto al meeting di Zurigo con 5.95m, KC Lightfoot, primatista nordamericano con 5.95m e Sondre Guttormsen, campione europeo indoor a Istanbul con 5.80m e vincitore ai Campionati NCAA indoor con 6.00m nel 2023.

Claudio Stecchi torna in gara dopo il nono posto ai Mondiali di Budapest con 5.75m. Il trentunenne fiorentino ha eguagliato il record italiano indoor del suo allenatore Giuseppe Gibilisco con 5.82m a Liévin e ha superato 5,80m al Campiionato Europeo per nazioni di Chorzow e al meeting di Madrid.

5000 metri femminili

Letesenbet Gidey sarà la stella dei 5000 metri femminili. La venticinquenne etiope detiene i primati mondiali sui 10000 metri con 29’01”03 e nella mezza maratona con 1h02’52”. In passato ha stabilito il record del mondo sui 5000 metri con 14’06”62. Questa performance è stata migliorata lo scorso Giugno dalla keniana Faith Kipyegon con 14’05”20 al meeting della Diamond League di Parigi. Ai Campionati del Mondo di Budapest Gidey ha vinto la medaglia d’argento sui 10000 metri. Per la gara di mezzofondo sono state installate le lepri luminose denominate le wavelights,

Letesenbet Gidey: “Sono contenta di concludere la mia stagione in pista a Berlino”.

100 metri ostacoli femminili

Danielle Williams arriva a Berlino da neo campionessa mondiale dei 100 metri ostacoli femminili. Nella recente rassegna iridata di Budapest la giamaicana ha vinto la finale in 12”43 otto anni dopo il primo trionfo in questa manifestazione. Sulla pista blu dello Stadio Olimpico di Berlino Williams affronterà la connazionale Megan Tapper, medaglia di bronzo olimpica a Tokyo, l’emergente statunitense Tia Jones, che vanta un personale stagionale di 12”39 realizzato a Montecarlo e si è piazzata al quinto posto ai Campionati statunitensi in 12”50, l’australiana Michelle Janneke (record personale di 12”66), la tedesca Rosina Schneider, campionessa europea under 23 a Espoo 2023.

400 metri femminili

Soltanto 136 giorni dopo la nascita del figlio Maicel Shaunae Miller Uibo gareggerà per la prima volta in carriera all’ISTAF di Berlino. La bahamense è tornata in gara ai Mondiali di Budapest dove è stata eliminata in batteria in 52”65 e ha corso i 400 metri a Zurigo in 51”83. Negli ultimi due anni ha vinto le medaglie d’oro alle Olimpiadi di Tokyo in 48”36 nel 2021 e ai Mondiali di Eugene in 49”11 nel 2022. La principale avversaria è la norvegese Henriette Jaeger (51”06 di record personale). In gara anche l’azzurra Giancarla Trevisan, finalista ai Mondiali di Budapest con la staffetta 4×400 italiana che ha battuto il record italiano con 3’23”86.

Lancio del disco femminile

Un’altra campionessa olimpica di Tokyo in gara a Berlino è la statunitense Valarie Allman, che ha vinto la medaglia d’argento ai Mondiali di Budapest con 69.23m. Allman ha già gareggiato due volte a Berlino vincendo in entrambe le occasioni nel 2021 con il record nord americano di 71.16m e nel 2022 con 70.06m. Allman sfiderà l’olandese Jorinde Van Klinken, che ha superato la barriera dei 70 metri con 70.22m e ha vinto il titolo NCAA e ai Bislett Games Games di Oslo in questa stagione. Le migliori tedesche in gara sono Kristin Pudenz, medaglia d’argento alle Olimpiadi di Tokyo, e Shanice Craft.

Salto in lungo femminile

Le atlete di spicco sono la britannica Jaszmin Sawyers, campionessa europea indoor a Istanbul 2023 con 7.00m, e la statunitense Taliyah Brooks, vincitrice al Multistars di Desenzano e seconda ai Campionati statunitensi di Eugene nell’eptathlon.

Lancio del giavellotto maschile

Il tedesco Julian Weber cerca il secondo successo consecutivo all’ISTAF di Berlino davanti al pubblico di casa cinque giorni dopo il suo ventinovesimo compleanno. Weber ha mancato di poco la medaglia ai Mondiali di Budapest dove si è classificato al quarto posto. Il campione europeo in carica ha realizzato il personale stagionale di 88.72m e ha lanciato sette volte oltre gli 85 metri.

I principali avversari di Weber sono il trentaduenne belga Timothy Herman, che ha battuto il record nazionale di quasi sei metri con 87.35m nel meeting del Continental Tour Gold di Nairobi e si è piazzato dodicesimo ai Mondiali di Budapest, il ventisettenne lituano Edis Matusevicius, vincitore alle Universiadi di Chengdu e ottavo ai Mondiali, e il campione olimpico di Rio de Janeiro 2016.

Salto in alto maschile

Il vice campione europeo Tobias Potye guida la starting list del salto in alto maschile con la misura di 2.34m realizzata nel meeting della Diamond League di Chorzow. Il bavarese è andato vicino a vincere una medaglia ai Mondiali di Budapest piazzandosi quinto con 2.33m (stessa misura di Mutaz Barshim). Gli altri protogonisti in gara sono il bronzo mondiale indoor Hamish Kerr, Donald Thomas e Bogdan Bondarenko, campioni del mondo rispettivamente a Osaka 2007 e a Mosca 2013, e il giapponese Tomohiro Shinno.

110 metri ostacoli maschili

In gara saranno presenti gli azzurri Lorenzo Simonelli e Hassane Fofana, entrambi semifinalisti ai Mondiali di Budapest. Simonelli ha vinto la medaglia d’argento agli Europei under 23 di Espoo in 13”36 dopo aver migliorato il personale con 13”33. Il favorito è il francese Just Kwaou Mathey, terzo agli Europei di Monaco di Baviera e atleta accreditato di un personale di 13”09 realizzato al meeting di Parigi lo scorso Giugno.

400 metri maschili

L’azzurro Riccardo Meli (campione europeo under 23 con la staffetta 4×400 a Espoo 2023 e campione italiano promesse indoor) sarà in gara sui 400 metri maschili.

Sport OK Junior