Tortu a sorpresa sui 60 indoor di Stoccolma

Il campione olimpico della 4x100 correrà domenica una gara al coperto a tre anni dall'ultima volta

FASTWEB

Il campione olimpico della staffetta 4×100 di Tokyo e anche medaglia di bronzo sui 200 metri dei Campionati Europei di Monaco di Baviera, Filippo Tortu, ha annunciato oggi il suo debutto agonistico nella stagione al coperto che avverrà domenica prossima 29 gennaio sui 60 metri del Folksam GP Stockholm Indoor, tappa del circuito Bronze del World Athletics Indoor Tour.

Una decisione a sorpresa visto che era stato in precedenza deciso di saltare, come negli ultimi anni, tutta la stagione indoor, ma evidentemente le sensazioni provate in allenamento nelle tre settimane del raduno di Tenerife, hanno fatto propendere l’atleta e il suo staff a testare la condizione come da lui stesso precisato.

Le dichiarazioni di Filippo: “Abbiamo deciso di spezzare il ritmo degli allenamenti con una prima gara. Non abbiamo lavorato specificamente sulla distanza corta, ma credo sia importante, dopo molti mesi, testare le sensazioni in gara e fare un piccolo bilancio di come sta andando la preparazione. Dopo la gara valuteremo se fare altre indoor o concentraci subito sulla stagione outdoor“.

Ricordiamo che il 24enne velocista azzurro non gareggia in un 60 metri al coperto dalla finale dei campionati italiani indoor del 23 febbraio 2020, quando vinse il titolo ad Ancona con il crono di 6″60 davanti a Massimiliano Ferraro, mentre il suo personale sulla distanza è di 6″58 ottenuto sempre nel capoluogo marchigiano il 20 gennaio 2019.

A Stoccolma Tortu dovrebbe correre per due volte, in batteria e finale, con avversari interamente europei, tra cui lo svedese Henrik Larsson accreditato di 6″60, ma anche il finlandese Samuli Samuelsson (6″64) e il serbo Aleksa Kijanovic (6″66).

Il debutto internazionale di Mattia Furlani

Non ci sarà solo Filippo Tortu tra i top atleti azzurri nel meeting svedese di Stoccolma ma anche il nuovo grandissimo talento dell’atletica italiana, il 17enne Mattia Furlani che, dopo il brillante esordio nel salto in lungo ad Ancona con la misura di 7.73, proverà il suo primo palcoscenico internazionale dell’anno, trovando sulla sua strada l’enorme stimolo del 26enne primatista svedese Thobias Montler, medaglia d’argento l’anno scorso ai mondiali di Belgrado con il salto del record nazionale di 8.38, alla sua seconda gara dell’anno come Furlani dopo aver esordito con 7,95.

Mattia Furlani (foto Mateo/FIDAL)
Mattia Furlani (foto Mateo/FIDAL)

Tutti gli iscritti

Sport OK Junior