Bromell scende ancora sotto i 10 secondi con 9”92 a Irvine

Ancora una grande prestazione dello statunitense in attesa dei Trials Olimpici

FASTWEB

Il campione del mondo dei 60 metri indoor di Portland 2016 Trayvon Bromell è sceso ancora sotto i 10 secondi sui 100 metri in questa stagione fermando il cronometro in 9”92 al Track Meet di Irvine in California (Continental Tour Bronze).

Chris Royster si è classificato secondo in 10”22.

Bromell ha realizzato due dei tre migliori tempi della stagione e guida le liste mondiali del 2021 con 9”88.

Il campione olimpico dei 110 ostacoli Omar McLeod si è imposto in 13”11 con vento a favore di +1.4 m/s nella sua prima gara sulla distanza dai mondiali di Doha 2021 precedendo il finalista olimpico di Rio de Janeiro 2016 Devon Allen (13”26) e Daniel Roberts (13”30), Aaron Mallett (13”46) e Jarret Eaton (13”58). Il primatista mondiale Aries Merritt si è piazzato al sesto posto in 13”90.

La campionessa europea dei 1500 metri Laura Muir si è aggiudicata gli 800 metri femminili in 1’58”71 in una gara di alto livello nella quale le prime cinque sono scese al di sotto dei 2 minuti: Allie Wilson (1’59”68), Adelle Tracey (1’59”84), Hanna Green (1’59”88) e Elle Purrier

Il campione olimpico dei 1500 metri Matt Centrowitz è tornato ad esprimersi su buoni livelli su questa distanza vincendo in 3’35”26, suo miglior tempo dai Mondiali di Doha 2019.

Centrowitz ha battuto di quasi un secondo i britannici Jake Heyward (3’36”24) e Marc Scott (3’36”28). Jason Tonatiu Lopez si è classificato al primo posto sugli 800 metri in 1’46”59 davanti alla britannica Kyle Langford (1’47”00).

La britannica Katie Snowden si è imposta sui 1500 metri femminili migliorando il record personale con il tempo di 4’02”98.

Snowden ha preceduto di mezzo secondo Kate Grace (4’03”54). Jessica Hull si è piazzata al terzo posto in 4’04”16 davanti alla campionessa del mondo dei 3000 siepi di Londra 2017 Emma Coburn (4’04”28).

La pluricampionessa mondiale e olimpica del salto in lungo Brittney Reese ha conquistato il successo con 6.80m davanti alla nigeriana Ese Brume (6.60m).

La velocità femminile ha fatto registrare i successi della statunitense Kendall Ellis sui 400 metri femminili con 50”30 davanti a Jodie Williams (51”01).

La britannica Kendall Ellis ha vinto, invece, i 100 metri femminili in 11”12, mentre la giamaicana Britany Anderson sui 100 metri ostacoli in 12”69 davanti a Devyanne Charlton (12”74) e a Tia Jones (12”95) con un vento a favore di +2.1 m/s.

Rhonda Whyte ha conquistato il successo sui 400 ostacoli in 55”11 davanti a Leah Nugent (56”12).

L’ex campione NCAA Payton Otterdahl si è imposto nel getto del peso con 21.53m davanti all’italo-statunitense Nick Ponzio (21.40m).

Sei atleti hanno raggiunto lo standard di qualificazione sui 10000 metri per partecipare alle Olimpiadi di Tokyo

Andrea Seccafien ha stabilito il primato canadese sui 10000 metri femminili con 31’13”94 precedendo la statunitense di origini keniana Ednah Kurgat (31’21”65) e la seconda classificata dell’ultima maratona di Londra Sarah Hall (31’21”91).

Per le prime classificate è arrivato il minimo per le Olimpiadi. Hanno mancato di poco la qualicazione ai Giochi di Tokyo la statunitense Makena Morely (31’25”19) e le britanniche Amy-Eloise Markovc (31’25”91) e Jess Judd (31’25”98).

Il marocchino Zouhair Talbi ha migliorato il record personale su questa distanza portandolo da 28’02”89 a 27’20”61.

Anche Emmanuel Bor e Joe Klecker sono scesi sotto il minimo di 27’28”00 fermando il cronometro rispettivamente in 27’22”80 e 27’23”44.

Connor Mantz e si è classificato al quarto posto in 27’41”16 davanti Sam Chelanga (27’42”02).

Sport OK Junior