Elaine Thompson corre i 100 metri in 10”78 a Clermont

FASTWEB

La campionessa olimpica dei 100 e dei 200 metri di Rio de Janeiro Elaine Thompson Herah ha stabilito la seconda migliore prestazione mondiale dell’anno sui 100 metri con 10”78 al Pure Athletics Sprint Elite Meet di Clermont in Florida.

La giamaicana aveva corso in precedenza la batteria in 10”76 con vento a favore di +3.6 m/s. Soltanto Sha’Carri Richardson ha corso più velocemente in questa stagione con 10”72 a Miramar sempre in Florida.

Thompson e Richardson si sfideranno il prossimo 23 Maggio a Gateshead nella prima tappa della Diamond League.

L’altra giamaicana Natalliah White si è classificata seconda con 11”08 precedendo Ashanti Moore (11”10) e Shannon Ray (11”26).

Il diciassettenne Jaylen Slade ha vinto i 200 metri in 20”20 stabilendo la seconda migliore prestazione mondiale under 18 a soli sette centesimi di secondo dal record del mondo di categoria detenuto dal grande Usain Bolt, che realizzò il primato del mondo di categoria con 20”13 nel 2003.

Cejhae Greene è sceso sotto i 10 secondi sui 100 metri in batteria con 9”98 con vento a favore di +2.7 m/s precedendo il vice campione olimpico di Londra 2012 Yohan Blake e il fenomeno Erriyon Knighton, che è sceso sotto i 10 secondi con 9”99 a soli 17 anni.

Jaylen Slade ha fermato il cronometro in 10”03. Seguono nella classifica complessiva delle serie Julian Forte (10”04), Chijindu Ujah (10”06) e l’ex primatista del mondo Asafa Powell (10”07) sempre con vento a favore oltre la norma.

Green ha vinto la finale in 10”02 con vento a favore di +2.3 m/ davanti a Blake (10”02), a Devin Quinn 10”03), Slade (10”04) e Knighton (10”07). Nickel Ashmeade è tornato a correre a buoni livelli in 10”11 dopo aver subito un’operazione all’inguine.

La nigeriana Tobi Amusan ha fermato il cronometro in 12”55 nella batteria dei 100 ostacoli prima di vincere la finale in 12”48.

Shara Proctor ha vinto il duello tutto britannico del salto in lungo femminile con 6.77m precedendo Jazmin Sawyers di due centimetri.

Shawnti Jackson si è imposta sui 200 metri in 23”15 precedendo Natasha Morrison (23”21) e Kristina Knott (23”31).

La medaglia di bronzo olimpica dei 400 metri Shericka Jackson ha vinto agevolmente i 400 metri femminili in 52”01 davanti a Kaylin Whitney (52”29), Tiffany James (52”67) e a Christine Day (53”67). Janieve Russell si è aggiudicata i 400 ostacoli femminili in 56”02.

Kendra Harrison 12”48 sui 100 ostacoli in Texas

La primatista mondiale dei 100 ostacoli Kendra Harrison ha migliorato il suo primato stagionale con 12”48 a Austin in Texas precedendo Tara Davis (12”75). Harrison è seconda nelle liste mondiali dell’anno alle spalle di Jasmine Camacho Quinn, leader stagionale con 12”32 in Florida.

Shane Brathwaite ha vinto i 110 ostacoli in 13”61 con vento a favore di +2.4 m/s. Ashley Spencer e Amare Lattin hanno vinto i 400 ostacoli rispettivamente in 56”54 in campo femminile e in 49”72 in campo maschile.

Jenna Prandini ha realizzato la doppietta vincendo i 200 metri in 22”22 e i 100 metri in 11”16 precedendo Tehana Daniels (11”29). Micaiah Harris si è imposto i 100 metri maschili in 10”20 con vento a favore di +2.6 m/s.

La britannica Jodie Williams ha corso due volte sui 200 metri in 22”68 e i 400 metri in 51”32. Will London ha realizzato il miglior tempo delle serie dei 400 metri maschili con 51”32.

Wlodarczyk torna con 73.87m dopo due anni di assenza

Nella sua prima gara dopo due anni di assenza la campionessa olimpica e primatista mondiale del lancio del martello Anita Wlodarczyk è tornata a buoni livelli realizzando la misura di 73.87m al meeting di Antalya in Turchia.

La due volte campionessa olimpica e quattro volte iridata ha subito un intervento chirurgico al ginocchio nel 2019. La polacca gareggerà alla Coppa Europa di lanci in programma a Spalato l’8 e 9 Maggio.

Grovdal corre i 5 km in 14’39”

Karoline Bjerkelj Grovdal ha corso i 5 km su strada in 14’39” a Disena in Norvegia. Grovdal ha fatto meglio rispetto al primato del mondo di Beatrice Chepkoech (14”44) ma il tempo non potrà essere omologato come record perché è stato ottenuto su un percorso non omologato.

La norvegese ha vinto due bronzi europei sui 3000 siepi nel 2018 a Berlino e sui 10000 metri nel 2016 ad Amsterdam.

 

Sport OK Junior