Meeting USATF Summit di Praire View

Staffette in evidenza ma anche altri importanti risultati nella prima tappa statunitense del Continental Tour.

FASTWEB

La cittadina texana di Praire View ha ospitato il primo dei dodici meeting statunitensi inseriti nel circuito del Continental Tour.

La staffetta 4×100 femminile ha fatto registrare il risultato più importante del meeting USATF Sprint Summit di Praire View in Texas, tappa statunitense del Continental Tour Silver disputata in difficili condizioni atmosferiche con molto vento contrario.

Ad un mese dalle World Relays di Chorzow in Polonia il quartetto della Star Athletics composto da Kortnei Johnson, Javianne Oliver, Dezerea Bryant e Sha’Carri Richardson ha vinto la staffetta 4×100 in 42”70, miglior tempo a livello internazionale dai Mondiali di Doha 2019. Lo stesso quartetto ha vinto anche la staffetta 4×200 in 1’32”64.

La formazione della staffetta 4×200 maschile comprendente Justin Gatlin, Kyree King, Kenny Bednarek e Aaron Brown si è imposta in 1’22”16.

Il Blue Team femminile composto da Jessica Beard, Kori Carter, Kaylin Whitney e Raevyn Rogers si é imposto nella staffetta 4×400 femminile in 3’31”86.

A livello individuale Kenny Selmon ha realizzato il miglior tempo mondiale dell’anno sui 400 ostacoli con 48”87 in questo inizio di stagione nella prima gara dopo 21 mesi di assenza per un infortunio. Il campione statunitense 2018 ha vinto di oltre un secondo battendo Amere Lattin (49”93).

Kenny Selmon (foto World Athletics)
Kenny Selmon (foto World Athletics)

La medaglia di bronzo olimpica Ashley Spencer è tornata a gareggiare per la prima volta dal sesto posto ai Mondiali di Doha vincendo i 400 ostacoli femminili in 56”36 davanti alla giamaicana Shiann Salmon (56”90).

La rappresentante di Dominica Thea LaFond ha vinto il salto triplo femminile con 14.35m con oltre un metro di vantaggio sfiorando il record personale di soli tre centimetri.

La britannica Cindy Sember (argento agli ultimi Europei Indoor di Torun sui 60 ostacoli) ha vinto i 100 ostacoli in 13”02 con un vento contrario di -1.4 m/s battendo la statunitense Gabriele Cunningham (13”22) e Tiffany Porter (13”23).

Il campione dei Giochi Panamericani Shane Brathwaite si è aggiudicato i 110 ostacoli in 13”82 con vento contrario di -0.9 m/s.

La campionessa olimpica della staffetta 4×100 Morolake Akinosun si è imposta sui 100 metri femminili in 11”26 con vento contrario di -1.3 m/s superando Gabby Thomas (11”38).

Thomas si è presa la rivincita un’ora dopo vincendo i 200 metri in 23”04 con vento contrario di -1.4 m/s precedendo Akinosun (23”45).

La primatista mondiale dei 400 ostacoli Dalilah Muhammad ha corso i 200 metri in 24”36 e i 400 metri in 53”77.

Il primatista liberiano Emmanuel Matadi si è imposto sui 100 metri in 10”29 prima di classificarsi secondo sui 200 metri in 20”97 alle spalle di Andrew Hudson (20”90).

Il fuoriclasse keniano degli 800 metri Emmanuel Korir ha realizzato il miglior tempo delle batterie dei 400 metri con 46”06 superando di sei centesimi di secondo Marcus Chambers.

Le due gare del lancio del disco hanno visto i successi della giamaicana Shadae Lawrence in campo femminile con 57.76m e dello statunitense Reggie Jagers in ambito maschile con 63.71m.

Isiah Harris e Dana Mecke hanno dominato le due gare dei 1500 metri in 3’42”63 (record personale) e 4’17”14.

Jessica Beard ha realizzato il miglior tempo nella terza serie dei 400 metri con 52”38 precedendo la giamaicana Chrisann Gordon Powell (52”47). Jaide Stepter (52”54).

La campionessa mondiale under 20 dei 200 metri di Eugene 2014 Kaylin Whitney ha vinto la seconda serie in 52”77. Kendall Baisden (iridata under 20 di Eugene 2014) ha chiuso la gara in 54”40.

La campionessa italiana di Bressanone 2019 Giancarla Trevisan ha corso in 54”55 nella prima serie in una giornata condizionata dal maltempo e dal vento contrario sul rettilineo d’arrivo. Una settimana fa l’italo-americana aveva corso in un ottimo 52”88 al debutto a Miramar in Florida battendo la nigeriana Blessing Okagbare.

Sport OK Junior