Oggi il meeting internazionale di Grosseto

Iapichino alla ricerca di un grande salto per dare la svolta alla stagione

FASTWEB

Si svolgerà dal tardo pomeriggio di oggi la sedicesima edizione del Meeting Internazionale di Grosseto che vedrà la partecipazione, nello Stadio Olimpico Carlo Zecchini, di alcuni importanti atleti azzurri tra cui su tutti la primatista mondiale under 20 del salto in lungo, Larissa Iapichino, il campione olimpico della staffetta 4×100, Lorenzo Patta, e il campione europeo under 23 del salto triplo, Andrea Dallavalle.

Nell’evento che riprende la sua tradizione dopo alcuni anni di fermo, sono in programma 13 gare e in due di queste ci sarà anche la velocista Ambra Sabatini che si cimenterà, sia nei 100 metri riservati alla sua categoria T63 in cui si è laureata campionessa paralimpica a Tokyo con il crono di 14″14, che nei 200 metri assoluti, in una specialità dove quest’anno ha iniziato la stagione realizzando il primato del mondo della T63 con il tempo di 29″87.

Larissa Iapichino, vent’anni ancora da compiere ma già protagonista a livello assoluto con il record del mondo under 20 indoor di 6,91 ottenuto nel febbraio 2021 ad Ancona, è alla ricerca di una misura importante che le dia una maggiore fiducia per provare ad avvicinare il più possibile il minimo di partecipazione ai campionati del mondo che è fissato a 6.82, laddove peraltro il suo primato stagionale è di 6.58, mentre giovedì scorso ha saltato 6,55 nel corso del Golden Gala Pietro Mennea.

Attualmente Larissa, secondo gli ultimissimi aggiornamenti di World Athletics, si trova al 29esimo posto sui 32 che che possono portarla ad una qualificazione iridata senza lo standard richiesto, e quindi è alla ricerca di una misura che possa consolidare tale suo diritto che dovrebbe comunque rafforzarsi anche con la prossima partecipazione ai Campionati Italiani di Rieti, il 25 e 26 giugno, specialmente nel caso di una sua vittoria.

In ogni caso, la pianificazione della stagione della lunghista azzurra potrebbe anche essere stata improntata per puntare solo a uno delle due grandi manifestazioni dell’anno, tra i Mondiali di Eugene a luglio e gli Europei di Monaco di Baviera che si disputeranno in agosto, e rimane il fatto che bisogna concedere a un simile talento di nemmeno 20 anni tutto il tempo per poter fare ancora esperienza, senza avere delle aspettative immediate subito.

Rimane il fatto che pur non essendo un problema, a nostro avviso, il fatto che Larissa non sia più riuscita ad avvicinare le migliori misure dell’inverno dell’anno scorso, possa dipendere dall’aspetto psicologico che tutti si aspettino da lei, quando va in pedana, misure simili a quel suo limite, e che questo costituisca per lei un peso che può però dissolversi in un attimo, anche solo con un bel salto in linea con la sua classe infinita.

Embed from Getty Images

Tra le sue avversarie nella gara di stasera anche l’altra azzurra Laura Strati, rientrata domenica con 6.20 a Rieti, e l’ucraina Mariya Horelova, bronzo agli ultimi Mondiali under 20, ma sotto vediamo nel dettaglio i principali protagonisti attesi nelle varie discipline.

100 metri maschile

Il pubblico di Grosseto è pronto ad applaudire un campione olimpico Lorenzo Patta che, a Tokyo, in prima frazione ha dato il via alla trionfale 4×100 azzurra da medaglia d’oro, mentre contro di lui ci sarà il bronzo europeo under 20 Matteo Melluzzo.

100 e 200 metri femminile

Doppio impegno per la sprinter pisana Anna Bongiorni, protagonista alle Olimpiadi con la 4×100 femminile del record italiano di 42”84, che è reduce dal meeting di Celle Ligure dove ha trovato condizioni meteo non ideali per la sua vittoria sui 100 in 11″82.

Nel mezzo giro di pista favorita la greca Rafaela Spanoudaki, semifinalista a Tokyo e atleta da 23”11 in carriera, ma non mancheranno altri nomi interessanti del panorama azzurro come Chiara Melon che correrà anche i 100 e la giovanissima Great Nnachi, specialista nel salto con l’asta ma anche nella velocità.

Anna Bongiorni (foto Grana/FIDAL)
Anna Bongiorni (foto Grana/FIDAL)

800 metri maschile

Sfida inedita nel mezzofondo tra due azzurri, nati nel 199, che si confrontano per la prima volta sugli 800 metri visto che, se il doppio giro di pista è da sempre la specialità preferita  del campione europeo under 23 Simone Barontini, Pietro Arese è certamente più specialista dei 1500 che l’hanno visto in finale ai Mondiali indoor di Belgrado dove si è classificato ottavo.

400 metri maschile

Da seguire in particolare Brayan Lopez, al miglior stagione della sua carriera essendo anche riuscito a scendere sotto il muro dei 46 secondi, sulla pista di Ginevra sabato scorso, con il crono di 45”97.

400 ostacoli femminile

Linda Olivieri, che vanta un primato di 55”54, sarà opposta a Rebecca Sartori, fresca di record personale con 55”95 sabato a Ginevra, e alla campionessa italiana in carica Eleonora Marchiando.

Salto triplo maschile

La pedana di Grosseto lanciò nel 2017, nel corso dei Campionati Europei Juniores dove vinse l’argento, Andrea Dallavalle, finalista ai Giochi di Tokyo (nono), campione europeo under 23 a Tallinn, che proprio nello Stadio Carlo Zecchini ha firmato il suo miglior risultato di sempre l’anno scorso con 17,35 nella gara in cui Simone Forte, anche lui in gara oggi, stabilito a sua volte il personale di 17,07.

Per entrambi i triplisti azzurri sarà il debutto stagionale, mentre sarà in gara anche Simone Biasutti, campione italiano indoor.

Andrea Dallavalle (foto Colombo/FIDAL)
Andrea Dallavalle (foto Colombo/FIDAL)

Salto con l’asta uomini

Punta a salire ancora nell’asta l’azzurro Max Mandusic, a pochi giorni dal 5.61
con cui si è tornato a migliorarsi.

100 ostacoli femminile

Si dovrebbero contendere il successo le emergenti Nicla Mosetti, Giulia Guarriello e Veronica Besana, tutte al personale nelle ultime settimane.

Lungo maschile

Curiosità per la presenza di due talenti francesi, il 21enne Jules Pommery, campione europeo juniores nel 2019, e Erwan Konaté, classe 2003, campione del mondo under 20 nella scorsa stagione a Nairobi, entrambi allievi del 57enne fuoriclasse armeno Robert Emmiyan, che dal 1987 detiene il record europeo del lungo con 8,86.

100 metri donne T63

Si rinnova la sfida tra Ambra Sabatini, che gareggerà per la prima volta nell’impianto sportivo di Grosseto, con la seconda delle Paralimpiadi di Tokyo, Martina Caironi che si è ripresa, a fine maggio a Eugene, il record mondiale sulla distanza con 14″02, sottraendolo proprio alla Sabatini che lo deteneva con 14″11.

Organizzazione

L’Atletica Grosseto Banca Tema rinnova una storia ricca di prestigio, che è partita nel 1965,
in collaborazione con Jump, la società di management sportivo, eventi e comunicazione fondata da Gianni Iapichino e Silvia Saliti, per non dimenticare soprattutto che il Meeting Director sarà l’ex Presidente della FIDAL Alfio Giomi, che continua a proferire la sua enorme passione per lo sport che tanto ama, e a cui ha regalato tutte le sue energie per portare l’atletica italiana, nei suoi 8 anni di mandato, ai grandi livelli in cui è arrivata.

Le dichiarazioni di Gianni Iapichino, fondatore di JUMP: “Siamo molto felici di essere arrivati a questa riedizione in chiave internazionale del Meeting di Grosseto e di aver collaborato alla sua costruzione insieme all’Atletica Grosseto Banca Tema e ai partner dell’evento.

Ci auguriamo che questa sia la prima di una nuova serie di meeting di alto livello, con protagonisti di valore sempre maggiore nel corso degli anni”.

Larissa e Gianni Iapichino (foto Giancarlo Colombo)
Larissa e Gianni Iapichino (foto Giancarlo Colombo)

Programma delle gare

  • 17.30 lungo uomini
  • 17.45 asta maschile
  • 17.45 100 uomini (batterie)
  • 18.00 100 T63 donne
  • 18.10 100 donne
  • 18.20 100 ostacoli donne
  • 18.35 400 uomini
  • 18.35 lungo donne
  • 18.50 400 ostacoli donne
  • 19.05 100 uomini (finale)
  • 19.20 200 donne
  • 19.35 800 uomini
  • 19.35 triplo uomini
Sport OK Junior