Grant Holloway (foto world athletics)
Grant Holloway (foto world athletics)
FASTWEB

Grant Holloway ce l’ha fatta e, nella finale del World Indoor Tour Gold di Madrid, batte il record del mondo di Colin Jackson, correndo 1 centesimo meglio in 7″29.

Arrivo thrilling con il cronometro ufficiale che segna 7″32, lo stesso tempo già fatto due volte dallo statunitense in stagione, tra cui nella batteria di oggi, ma poi arriva improvvisa la notizia del crono ufficiale che fa scoppiare l’Atleta di un’immensa meritata felicità.

Veramente molto buona, ancora una volta, la prova di Paolo Dal Molin che è parte di questa gara mostruosa e chiude al terzo posto con un eccellente 7″57, a pochi centesimi da Andy Pozzi, 7″51 e si candida, a tutti gli effetti, per un posto sul podio agli Euroindoor di Torun.

Le dichiarazioni dell’azzurro dopo la gara

Ero eccitato per il fatto di essere nella corsia di fianco a Holloway e quindi ho cercato di dargli filo da torcere il più possibile. È sensazionale.

Lì per lì non mi ero accorto del record perché ero concentrato sulla mia prova, ma ora sto realizzando che ho vissuto una gara che non capita tutti i giorni. Prima della finale abbiamo scherzato sul fatto che essendo al suo fianco, con la mia partenza rapida, lo avrei spronato un po’!

Per quanto mi riguarda ho affrontato la finale con serenità e ho tirato fuori un bel tempo.

Lasciamo stare gli errori tecnici, purtroppo già in batteria ho avuto un po’ di ‘fight’ con gli ostacoli (colpito in pieno il secondo, ndr), probabilmente più del solito.

Ora testa agli Europei indoor di Torun e ci si va a divertire dopo otto anni”.

Tutti i risultati

 

Sport OK Junior