Tomas Veszelka (foto archivio)
Tomas Veszelka (foto archivio)
FASTWEB

Il meeting slovacco di Samorin (World Athletics Continental Tour Silver) ha fatto registrare la sorprendente vittoria dell’atleta di casa Tomas Vaszelka nel salto triplo sul quattro volte campione mondiale e due volte campione olimpico Christian Taylor.

Vaszelka si è imposto con 16.69m al terzo tentativo e ha realizzato anche la seconda miglior misura di giornata con 16.66m, mentre Taylor non è andato oltre un salto da 16.53m. Pochi giorni fa lo statunitense aveva vinto la tappa del Continental Tour di Ostrava stabilendo la migliore prestazione mondiale dell’anno con 17.46m.

Il venticinquenne Vaszelka si è classificato ottavo agli Europei di Berlino 2018 e vanta un record personale di 17.08m realizzato nel 2019.

La britannica Laiviai Nielsen si è imposta sui 400 metri femminili in 51”70 precedendo di 22 centesimi di secondo l’olandese Lieke Klaver.

Lo statunitense Mike Rodgers è tornato su buoni livelli vincendo i 100 metri in 10”15 in vista della sfida con Akani Simbine, Filippo Tortu e Marcell Jacobs al Golden Gala di Roma.

L’ucraina Anna Ryzhikova (seconda nelle liste mondiali stagionali) ha dominato i 400 metri ostacoli femminili in 55”21 precedendo la vice campionessa olimpica Sara Petersen (56”38).

L’estone Rasmus Magi (medaglia d’argento agli Europei di Zurigo 2014) si è imposto sui 400 ostacoli maschili in 49”32.

La britannica Cindy Ofili è scesa sotto i 13 secondi sui 100 ostacoli con 12”99.

La bielorussa Nastassia Mironchyk Ivanova si è aggiudicata il salto in lungo femminile con 6.70m.

Il connazionale Maksim Nedasekau ha vinto il salto in alto maschile con 2.25m per un numero minore di errori nei confronti del lituano Andrijus Glebauskas.

La slovacca Gabriela Gajanova si è imposta in un 800 metri femminile competitivo in 2’01”26 precedendo la finlandese Sara Kuivisto, seconda con il primato personale di 2’01”60.

Fajdek batte Nowicki a Poznan, Lingua terzo

In un altro meeting internazionale, a Poznan, il quattro volte campione del mondo Pawel Fajdek ha battuto Wojciech Nowicki nell’ennesima sfida tutta polacca del lancio del martello con 78.06m nel Poznan Athletics Grand Prix. Nowicki, tre volte medaglia di bronzo ai Mondiali e oro europeo a Berlino 2018, ha realizzato un miglior lancio di giornata di 75.14m.

Il piemontese Marco Lingua si è ottimamente comportato classificandosi terzo con 71.33m.

La lombarda del Cus Pro Patria Milano Virginia Troiani si è piazzata al quarto posto sui 400 metri in 53”65 nella gara vinta dalla polcca Malgorzata Holub Kowalik in 52”34.

Il bronzo iridato del salto con l’asta Piotr Lisek ha superato la misura di 5.72m prima di sbagliare tre tentativi alla quota di 5.80m.

Robert Sobera si è classificato secondo con 5.52m precedendo per un numero minore di errori lo statunitense Matt Ludwig e il filippino Ernest Obiena.

Il campione europeo Michal Haratyk ha vinto una grande gara di getto del peso con 21.55m superando lo statunitense di origini Nick Ponzio (21.07m) e il due volte campione olimpico David Storl (20.58m).

La polacca Malwina Kopron si è imposta nel lancio del martello femminile con 72.48m.

Jessica Turner ha vinto la seconda gara della stagione sui 400 ostacoli femminili in 55”89.

La britannica Alexandra Bell ha vinto un 800 metri femminile molto combattuto in 2’01”60 superando la polacca Angelika Cichocka per quattro centesimi di secondo.

Il velocista polacco Przemyslaw Slowikowski ha corso i 100 metri in 10”28 con vento nullo.

Il britannico Piers Copeland ha vinto una gara di 1500 metri di stampo europeo in 3’37”51 precedendo Filp Sasinek (3’37”68) e il bronzo iridato Marcin Lewandowski (3’37”71).

Fastweb Fibra