Dosso si conferma a Belgrado mentre Jacobs viene squalificato in finale

Bene la neo primatista italiana dei 60 metri, Marcell perde l'imbattibilità dopo 5 gare.

FASTWEB

A 12 giorni dalla loro gara dei 60 metri ai campionati del mondo al coperto di Belgrado, sabato 19 marzo, Marcell Jacobs e Zaynab Dosso hanno testato il nuovo rettilineo della Stark Arena serba nelle batterie del meeting Silver di World Indoor Tour.

Per il campione olimpico dei 100 metri e della staffetta 4×100, una facile vittoria in batteria  con 6″56 ma poi nella finale, in cui non vi poteva essere nessuno che potesse impensierirlo minimamente, Marcell incappa in una falsa partenza e non riesce a vincere la sua sesta gara consecutiva della stagione al coperto.

A memoria non ricordavamo altre false di Jacobs in carriera, e infatti l’azzurro lo evidenzia nelle dichiarazioni del dopo gara: “È la prima falsa partenza della mia vita, non era mai successo, ma non ho rabbia, oggi serviva capire queste cose, non pensare al tempo o al piazzamento. Meglio farla ora che farla ai Mondiali.

La pedana è molto rialzata, con tante vibrazioni, molto rimbalzante: potenzialmente si può correre veloce ma va interpretata bene, e oggi ho capito come fare. Ce sono state davvero tante, di false, oggi pomeriggio: sia nella gara maschile sia in quella femminile sono stati squalificati gli atleti in quarta e in sesta corsia. Peccato perché a livello tecnico ero partito anche bene.

Per la cronaca la vittoria va allo slovacco Jan Volko con il crono di 6″69.

Molto bene invece la neo primatista italiana Dosso, che vince la finale dei 60 femminili in 7″21, dopo avere vinto la batteria in 7″20 ma ben due false partenze hanno certamente reso la situazione ai blocchi molto tesa, per cui grande risultato da parte dell’azzurra.

Tutti i risultati

Sport OK Junior